NR. 46 anno XX DEL 19 DICEMBRE 2015
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Il passato atomico di Vicenza

di Tiziano Bullato
bullatot@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Il passato atomico di Vicenza

Operation “Silent Echo”

Per rispondere a queste ultime due domande bisogna spiegare una seconda storia, quella relativa alla “Operation Silent Echo”. Nel ripercorrere la storia della 69th Ordnance Company, i cui soldati erano tecnici di armi nucleari di stanza alla base Pluto di Longare, ci si imbatte in alcuni Il passato atomico di Vicenza (Art. corrente, Pag. 4, Foto generica)rapporti annuali. Sono stilati entro il 15 di gennaio di ogni anno da John R. Carnell [a sinistra], CW3, Usa, Unit Historian. Si tratta insomma dello storico dell'unità dell'esercito, che ogni anno fa una relazione sui principali avvenimenti dell'anno precedente: racconta di feste di halloween in scuole materne della città di Vicenza, di party e feste da ballo alla Ederle, dell'annuale gita alle piscine del Caneva Sport, il soap box derby e altre amenità. Ci sono i nomi dei militari che vengono assegnati di anno in anno alla 69th e i nomi di quelli che se ne sono andati. Ci sono riferimenti alla partecipazione all'operazione Desert Storm, la prima guerra americana in Iraq. [Diagramma 3, a destra: clic per ingrandire]

Il passato atomico di VicenzaIl quadro di ordinaria amministrazione, in quei rapporti annuali, cambia radicalmente a partire dal 1992. Il tono da “business as usual” in realtà cambia nel settembre del 1991. È in quella data che il Presidente degli Stati Uniti George W. Bush, il padre, pronuncia un importante discorso che segue direttamente il trattato di disarmo nucleare Salt II. Il presidente ordina, in pratica, di smantellare tutte le armi nucleari tattiche dislocate in basi della Nato in Europa. Il compito viene affidato principalmente a due unità dell'esercito americano: la 59th Ordnance Company si occuperà dell'arsenale presente in Germania, la nostra 69th Ordnance Company dovrà fare lo stesso in Italia, Grecia e Turchia. Questa operazione passa sotto il nome di “Operation Silent Echo” e deve essere completata entro il 15 maggio 1992.

È ancora una volta un sito di discussione su internet ad aiutarci a capire. Un militare della 59th Ordnance ha postato su internet la sua storia il 25 gennaio del 2008 e dice: «I was stationed within the 59th Ordnance Brigade in Germany in 1991. I partecipated in Operation Silent Echo, wich was the removal of the nukes from the Nato sites. When I first arrived ad the 545th Ord. Co. It was still business as usual, until september 1991, when George H. W. Bush made a speech about nuclear weapons reduction. You can Google search 59th Ordnance Brigade and get the full history of the Brigade and also Operation Silent Echo. There is very little information, but it's there... I only realized the significance of my service recently when I was talking with friends about the Cold War. It brought back a lot of memories of what I had done and what that meant for history».

In una sezione della già citata “Geschichte der Nato im Kalten Krieg” si trovano ulteriori notizie. L'operazione Silent Echo venne realizzata con una task-force Redwood costruita con una serie di elicotteri da trasporto CH-47D, i famosi Chinhook, quelli con due eliche. Le armi atomiche, prelevate dal personale delle compagnie Ordnance vennero portate ad Aviano e di qui fecero rientro negli Stati Uniti. Il 2 luglio del 1992 il Presidente degli Stati Uniti Bush potè quindi dichiarare: «Today I can tell you that all of the planned withdrowals are complete». «Oggi posso dirvi che tutte le riduzioni programmate sono state completate».

Ecco pIl passato atomico di Vicenza (Art. corrente, Pag. 4, Foto generica)erché nella storia della 69th relativa all'anno 1992, sotto la dicitura MISSION si legge: «The mission on the 69th Ordnance Company was to complete Operation Silent Echo and the deactivation of the organization by the Z-date of 15 May 1992». I militari di stanza a Longare, che quindi non ricevono nuovo personale nel corso del 1992, devono completare l'operazione Silent Echo e disattivare la 69th entro la data del 15 maggio. Il 16 maggio tutti i componenti della compagnia partono da Longare. La loro storia finisce qui. Non è sorprendente, quindi, che i componenti della 69th sentissero il peso di quello che stava accadendo. Stavano lavorando per chiudere la loro esperienza militare e lavorativa a Longare e forse sentivano il bisogno di lasciare una traccia. Non dimentichiamo che hanno ancora un loro sito, www.sitepluto.com., non dimentichiamo nemmeno che hanno un loro gruppo su Facebook (fra loro si chiamano plutonians, i plutoniani) e che ancora oggi discutono e chiedono notizie l'uno dell'altro. Non dimentichiamo che nel sito hanno caricato anche una foto della fermata dell'autobus AIM a Longare: forse per loro era un luogo simbolico perché quando erano in libertà prendevano l'autobus per arrivare in città e passare il tempo, bere una birra, fare baldoria.

« ritorna

continua »

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar