NR. 46 anno XX DEL 19 DICEMBRE 2015
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Un accordo per favorire la crescita

1,2 miliardi di euro per sostenere lo sviluppo delle piccole imprese del Veneto: la firma tra Confindustria Vicenza e Cassa di Risparmio del Veneto

facebookStampa la pagina invia la pagina

Un accordo per favorire la crescita

Un accordo per favorire la crescita (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Più volte in questa lunga fase di congiuntura gli imprenditori si sono rivolti al sistema del credito chiedendo un maggiore sostegno per riuscire a reggere all’urto della crisi internazionale, e così quando arriva in porto qualche iniziativa che mira a sostenere lo sviluppo merita di trovare una adeguata celebrazione come è avvenuto a palazzo Bonin Longare in occasione della firma dell’accordo tra Confindustria Vicenza e Cassa di Risparmio del Veneto, il presidente Roberto Zuccato e il vice presidente dell’istituto Mario Calamati [a sin.] hanno rinnovato l’intesa che fa seguito a quella sottoscritta nel 2009, obiettivo è sempre assistere le imprese industriali in un fase che rimane delicata ma orientata alla crescita e allo sviluppo.

L’accordo è stato presentato agli imprenditori da Roberto Zuccato, presidente Confindustria Vicenza, Mario Calamati, vice presidente Cr Veneto, Renzo Simonato, Direttore Area Cr Veneto Nord Ovest, Franco Dall'Armellina, Responsabile Servizio Piccole Imprese Direzione Marketing Imprese Intesa Sanpaolo e da Eliano Omar Lodesani, Responsabile Direzione Banche Area CIS & South Med Intesa Sanpaolo. Nel corso dell’incontro, Fabrizio Guelpa, responsabile Industry & Banking del Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, ha parlato de «L'evoluzione dei mercati internazionali e il quadro competitivo delle aziende vicentine».

Il nuUn accordo per favorire la crescita (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)ovo accordo conferma e prolunga gli strumenti attuati dai precedenti accordi, disegnati per fronteggiare le principali emergenze della crisi, come ad esempio la linea di credito aggiuntiva per la gestione degli insoluti, i programmi di ricapitalizzazione per il rafforzamento patrimoniale, l’allungamento delle scadenze a breve termine e il rinvio rate su mutui e leasing, diventate poi oggetto dell’Avviso comune ABI.
Attraverso questi strumenti si è potuto dare un riscontro positivo a oltre 57.000 richieste a livello nazionale. L’accordo permetterà inoltre di valorizzare nuovi strumenti diagnostici e di simulazione studiati per agevolare il dialogo tra clienti e banca e per facilitare la bancabilità di aziende e progetti anche alla luce dei requisiti di Basilea.

La Cassa di Risparmio del Veneto ha individuato insieme a Piccola Industria tre ambiti strategici per rilanciare la competitività delle aziende:

Crescita dell’impresa: sviluppo delle iniziative volte a migliorare i parametri patrimoniali e la cultura creditizia delle imprese. Promozione delle reti d’impresa e delle sinergie territoriali

Internazionalizzazione: aiutare le imprese a sviluppare nuove strategie sui mercati esteri attraverso il supporto operativo in 40 paesi nel mondo e le consulenze specialistiche del polo per l’internazionalizzazione del Gruppo.

InnoUn accordo per favorire la crescita (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)vazione: finanziamento e sviluppo di programmi di ricerca, acquisizione di nuove tecnologie, raccordo tra banca, impresa e università.

La presentazione odierna recepisce a livello locale l’accordo nazionale del 23 settembre tra Confindustria – Comitato Piccola Industria e Intesa Sanpaolo, che prevedeva un plafond di 10 miliardi di euro, di cui 1,2 messi a disposizione da Cr Veneto per le imprese venete, segnando ancora una volta la forte collaborazione sui singoli territori tra il gruppo Intesa Sanpaolo – che affida oggi il “sistema Italia” per quasi 500 miliardi di euro, dei quali circa i due terzi sono destinati al mondo delle imprese – e il sistema confindustriale.

Intesa Sanpaolo, apprezzando l’ulteriore sforzo che il sistema bancario sta facendo a sostegno delle PMI, conferma la propria adesione al recente ”Accordo per il credito alle piccole e medie imprese” che individua nuovi strumenti in favore di imprese con prospettive di crescita, finalizzati al riequilibrio della struttura finanziaria e all'ampliamento delle opportunità di accesso al credito delle piccole e medie imprese.

Un accordo per favorire la crescita (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«“Crescere insieme alle imprese” è l’indovinato titolo che definisce questa collaborazione – ha dichiarato Roberto Zuccato – Indovinato perché in esso ritroviamo tre aspetti fondamentali della nostra realtà economica: la crescita, oggi argomento al centro dell’attenzione e chiave fondamentale per le nostre prospettive future; insieme, che ci ricorda l’importanza dello sviluppo come sistema, come rete di soggetti economici; ed infine imprese, il nucleo centrale del nostro tessuto economico. Se riusciremo a far viaggiare in sintonia questi tre aspetti potremo garantire al nostro territorio una nuova fase di sviluppo e di benessere.

È con questo spirito che Confindustria Vicenza sta cercando di agire per aiutare le nostre imprese a migliorare la propria gestione finanziaria e rendere così più facile l’accesso al mercato del credito».

«Abbiamo affrontato insieme la crisi – commenta Renzo Simonato – Non ci siamo mai tirati indietro e ciò è servito. La collaborazione con Confindustria ha permesso nella fase più difficile della recessione di mettere a punto interventi straordinari che si sono dimostrati molto utili. Le difficoltà non sono certo finite ma oggi possiamo puntare anche su nuovi interventi più orientati alla crescita e allo sviluppo del Veneto”. Prosegue Simonato “Cr Veneto in quanto banca del territorio ha una struttura pensata per cogliere appieno le necessità delle piccole imprese, che chiedono un dialogo continuo e ravvicinato con le banche locali insieme a strumenti efficaci di sviluppo, propri di un grande gruppo bancario».

 

nr. 22 anno XVI dell'11 giugno 2011



Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar