NR. 10 anno XIX DEL 15 MARZO 2014
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Impiantistica sportiva: il futuro si chiama sintetico

A Schio inaugurato il primo campo da rugby del Veneto, ma anche a Vicenza viene portato avanti lo stesso progetto. Intanto nel capoluogo berico sono stati realizzati negli ultimi anni sei strutture per il calcio

facebookStampa la pagina invia la pagina

Impiantistica sportiva: il futuro si chiama sintet

(C.R.) Prima il tennis e poi il calcio. E adesso anche il rugby. Lo scenario dei campi in sintetico si allarga a macchia d'olio nel pianeta sportivo. E considerati vantaggi, risparmi e quant'altro gli addetti ai lavori non hanno dubbi: a livello di impiantistica sportiva è questo il futuro. E anche la pallaovale, sulla spinta della Federugby, si sta muovendo in questa direzione.

 

A Schio inaugurato il primo campo da rugby del Veneto in sintetico

Il sindaco Dalla Via: «Utilizzato anche dai 4 mila studenti del Campus»

Impiantistica sportiva: il futuro si chiama sintet (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)È dunque sorto nel Vicentino, precisamente a Schio, il primo campo da rugby con manto in sintetico del Veneto, una regione che peraltro è una delle "patrie" della pallaovale. A quanti hanno presenziato all'inaugurazione non è sicuramente sfuggita la presenza, oltre agli amministratori locali e veneti (il sindaco di Schio Luigi Dalla Via e l’assessore Gabriele Terragin, oltre ad Antonio Sambo per la Regione Veneto), del consigliere nazionale della Federazione Italiana Rugby Susanna Vecchi e del vicepresidente del Comitato Regionale della Fir Alessandro Biasiolo e del delegato Coni di Vicenza Marco Franceschetto, eletto da poche settimane. Presenti, tra gli altri, anche l’architetto Gaetano Bertolazzi, progettista dell’opera e dell'intero progetto del Campus, e Sergio Pento della Limonta, azienda che ha realizzato il manto. Presenti all'inaugurazione i componenti della rappresentativa giovanile triveneta della Federazione Italiana Rugby, che di fatto sono stati i primi a "tastare" il nuovo impianto di via del Redentore.

«I giovani delle selezioni del Triveneto che hanno effettuato il test - le parole del sindaco scledense Luigi Dalla Via - sono stati davvero soddisfatti del manto e questo è un ottimo segnale. Oltre ad essere il primo campo del genere specifico per il rugby nel Veneto, questo è anche il primo manto in sintetico nel nostro Comune. Una soluzione all'avanguardia che consente costi di gestione più bassi e garantisce anche una maggiore possibilità di utilizzo, indipendentemente dalle condizioni meteo. È quindi certamente una strada da seguire».

«Questo innovativo campo in sintetico - tiene a precisare Dalla Via - è la dimostrazione che la buona amministrazione e la buona politica possono fare cose importanti. In un periodo in cui la realizzazione di opere pubbliche è ferma quasi dappertutto, noi andiamo avanti con progetti che guardano al futuro nel mondo dello sport, della scuola e della cultura. E questo senza aumentare il peso sui cittadini, ma grazie ad una gestione efficiente e seria. La nostra città, nel suo complesso, è simbolo della capacità di fare».

Non solo rugby nel campo in sintetico. Il tutto alla luce di un accordo che prevede l'utilizzo dello stesso anche al mattino, nella fascia delle lezioni scolastiche. «Questo impianto - conferma il primo cittadino scledense - darà risposta non solo agli appassionati di rugby ma anche ai circa 4 mila studenti del Campus. Il progetto, nel suo complesso, nasce grazie ad un importante lavoro di squadra e a tutti va il nostro grazie. Senza dimenticare che la nostra città, che già ospito uno dei centri in Italia di preparazioni olimpica si conferma all'avanguardia per quanto riguarda l'importanza dell'impiantistica sportiva. In particolare questa sarà una nuova casa per la pallaovale e per i valori di questo bellissimo sport».

Impiantistica sportiva: il futuro si chiama sintet (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

continua »

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar