NR. 14 anno XXII DEL 15 APRILE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Raccolta differenziata
la svolta di Bassano

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Raccolta differenziata<br>
la svolta di Bassano

Sono ormai lontanissimi i tempi in cui tutto il di più veniva smaltito in casa. Allora, e non stiamo parlando di mille anni fa, la plastica non era utilizzata con la frequenza attuale e veniva riciclata per usi familiari, così pure il vetro, così pure la carta che tanto serviva per accendere la stufa e che, nelle stagioni calde, veniva trasformata in palle lavorate con l’acqua, pronte ad essere usate con l’arrivo del freddo. Non parliamo poi dell’umido perché era ben poca cosa quella che non si consumava. Poi è arrivato il benessere assieme al progresso e si è cominciato a consumare molto meno di quello che si comperava, con la conseguenza di produrre più spazzatura e sempre più. Da qui l’esigenza, per le pubbliche amministrazioni, di cercare di raccogliere i rifiuti per non lasciare strade e paesi pieni di sporcizia. La raccolta, quanto meno nel Bassanese, sta andando bene, ma si può fare di più ed ecco che, con il nuovo anno si è cercato di migliorare questo servizio.

Raccolta differenziata<br>la svolta di Bassano (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Col 2017, Bassano del Grappa entra in una nuova era di servizi ambientali, la cui gestione completa viene affidata ad Etra: la profonda capillarità nel territorio e l’uso di nuove tecnologie permetteranno alla multiutility di chiudere il ciclo dei rifiuti, dalla raccolta al recupero, a tutela della salute e dell’ambiente. Da mercoledì, infatti, oltre ai già consolidati servizi di nettezza urbana, Etra si occupa anche dell’applicazione e della riscossione della tariffa, emettendo direttamente le bollette, come descritto nella lettera recapitata ai cittadini di Bassano negli ultimi mesi. Da mercoledì sono entrate in vigore le nuove modalità di raccolta, che prevedono l’utilizzo dei nuovi contenitori carrellati per il conferimento di carta e cartone e del rifiuto residuo (comunemente detto “secco non riciclabile”). In particolare, per quest’ultimo, grazie ad un dispositivo applicato al contenitore e abbinato all’utenza, sarà conteggiato il numero di svuotamenti, che, unitamente alla superficie dell’unità residenziale e al numero di componenti del nucleo familiare, andrà a definire la composizione delle nuova tariffa rifiuti. Ad ogni famiglia, sulla base di tali parametri, sarà recapitata la tariffa puntuale, con un eventuale addebito di tre euro per ogni svuotamento eccedente il numero di conferimenti già ricompresi.

Le frequenze di conferimento di carta e cartone e di plastica e metalli passano da settimanale a quindicinale.

Per la sola zona interna alle mura del centro storico il rifiuto residuo sarà conferito in sacchetti, anch’essi dotati del microchip abbinato all’utenza: come per i contenitori. Anche in questo caso è previsto un numero massimo di conferimenti all’anno, oltre il quale verrà addebitato in bolletta un euro a sacchetto.

Altra particolarità è rappresentata dall’isola di raccolta multi-utenza, equipaggiata con press container per il conferimento del rifiuto residuo, di carta e cartone e degli imballaggi in plastica, e con strutture seminterrate per gli imballaggi in vetro. Quest’opera, scrupolosamente progettata e realizzata da Etra, darà modo, alle 500 utenze residenti nell’area ad alta densità abitativa interessata, di conferire i propri rifiuti in qualsiasi momento, mediante l’utilizzo dell’ecotessera personale recapitata a domicilio nelle settimane scorse. Su base volontaria e mediante specifica richiesta, anche le utenze ricadenti nelle altre zone del territorio comunale possono conferire i proprio rifiuti in questa area.

Per dare il via a questo cambiamento di servizio di raccolta urbana, il sindaco, Riccardo Poletto ed il suo Vice, Roberto Campagnolo, hanno inviato una lettera ai bassanesi, eccola:”Cari concittadini, il Comune di Bassano del Grappa è da tempo impegnato in un costante miglioramento degli standard ambientali, per garantire un presente sicuro e un futuro sostenibile ai suoi cittadini. Per questo, la gestione della raccolta differenziata è stata affidata a Etra, che per la sua capillarità nel territorio e le tecnologie utilizzate, permette di chiudere il ciclo dei rifiuti, dalla raccolta al recupero e allo smaltimento, a tutela della salute e dell’ambiente. La collaborazione tra Etra e il Comune permette di unire le competenze tecniche alla conoscenza delle esigenze del territorio, nel comune obiettivo di fornire un servizio capace di sostenere e facilitare il cittadino nella pratica delle attività quotidiane”.

“Introdurremo delle novità nel sistema di raccolta differenziata attuale- conclude la nota- Si tratta di una scelta necessaria perché assolve all’obbligo di recepire le normative europee, nazionali e regionali in materia di ripartizione dei costi dei rifiuti; più equa e più corrispondente al costo sostenuto. Meno rifiuti si producono e meno si pagherà. Oggi paghiamo i rifiuti in base a dati statistici (dimensioni dell’abitazione e componenti della famiglia) mentre domani li pagheremo sempre più in base a quanto effettivamente produrremo. Sarà poi una scelta di cuore, perché puntiamo a migliorare la qualità del nostro ambiente e quindi della nostra vita. Le novità del sistema porteranno a una progressiva riduzione del rifiuto secco non riciclabile; una scelta di testa perché il nuovo sistema punta a limitare l’aumento dei costi per lo smaltimento dei rifiuti proprio grazie alla riduzione della produzione del secco non riciclabile; una scelta partecipata, perché vogliamo cambiare con l’apporto personale di tutti”.

 

nr. 04 anno XXII del 4 febbraio 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar