NR. 14 anno XXII DEL 15 APRILE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Ministro, ci ascolti
Vicenza chiede più uomini”

La lettera del sindaco Variati al responsabile del Viminale. Sul tavolo la questione sicurezza

facebookStampa la pagina invia la pagina

“Ministro, ci ascolti<br>
Vicenza chiede più uomi

Signor Ministro,

nel mio ruolo di Sindaco e Presidente della Provincia di Vicenza sento di doverLe inviare alcune considerazioni e una richiesta nello spirito della leale collaborazione tra le Istituzioni della Repubblica.

“Ministro, ci ascolti<br>Vicenza chiede più uomi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)La città e la provincia di Vicenza hanno raggiunto dal dopoguerra ad oggi un primato a livello produttivo di rilievo nazionale ed internazionale che si è sviluppato in particolare con l’attività di piccole e medie imprese industriali, artigiane e commerciali. La crescita industriale è stata accompagnata dalla crescita del benessere minacciato però dai reati contro il patrimonio a carico di una criminalità che prende di mira questo territorio.

Fra i distretti produttivi principali della provincia spiccano imprese fortemente orientate all’export tra le quali l’industria orafa con la sua intensa attività commerciale diffusa sul territorio. L’industria può contare sulla Fiera di Vicenza dell’Oreficeria che è tra le più importanti del mondo. Le mostre internazionali dell’oro in più edizioni annuali raccolgono l’interesse mondiale del settore. Purtroppo queste attività vengono colpite da frequenti azioni criminali.

Alla criminalità tradizionale si è aggiunta negli ultimi decenni anche la criminalità straniera in un territorio che ha oltre il 10% di popolazione straniera in provincia. Sono oltre 90.000 i cittadini stranieri residenti che hanno ottenuto il permesso di soggiorno con un evidente straordinario lavoro dell’ufficio Immigrazione della Questura. Tale percentuale sale al 16% nel Comune di Vicenza: numeri che portano Vicenza ai primi posti a livello nazionale per stranieri regolarmente residenti a cui si aggiunge un’importante presenza di richiedenti asilo, oltre duemila in tutta la provincia, circa 900 nel solo Comune di Vicenza. A questi numeri vanno aggiunti i cittadini irregolari e clandestini che rappresentano un evidente potenziale rischio.

L’inefficacia della normativa nazionale riguardante i rimpatri degli stranieri che non sono in possesso dei requisiti per rimanere sul suolo italiano o che delinquono ha effetti molto negativi sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini.

Fra le criticità del nostro territorio, va considerata inoltre la presenza delle basi militari americane “Ederle” e “Del Din” in città, cui vanno ad aggiungersi altre installazioni militari e scuole internazionali di Polizia. È il più grande insediamento militare terrestre americano in Europa. Più di diecimila cittadini americani, fra militari e civili, che risiedono non solo all’interno delle basi o in aree residenziali protette, ma anche in abitazioni diffuse sul territorio provinciale. In uno scenario internazionale contraddistinto da forti tensioni legate alla minaccia terroristica, tutto ciò va considerato e gestito per la sicurezza, così come i necessari controlli dei luoghi di aggregazione e centri culturali per stranieri.

Infine, Vicenza ricopre un ruolo di primaria importanza a livello nazionale ed internazionale per la presenza di beni architettonici e artistici unici al mondo, tanto da essere inserita nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e da richiamare ogni anno centinaia di migliaia di turisti dall’Italia e dal mondo.

A fronte di tali caratteristiche, la provincia di Vicenza ha una struttura destinata alla prevenzione e alla repressione dei reati assolutamente inadeguata, poiché nel territorio provinciale si registra un tasso di presenza di Forze di Polizia, in rapporto alla popolazione, tra i più bassi in Italia.

In particolare, l’organico della Questura di Vicenza per il territorio provinciale conta soltanto 287 operatori, peraltro con un’età media di 50 anni.

“Ministro, ci ascolti<br>Vicenza chiede più uomi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)’inadeguatezza dell’organico appare evidente attraverso il confronto con la dotazione organica delle Questure delle province confinanti di Padova e Verona. A fronte di una popolazione di poco superiore (le province di Padova e Verona hanno rispettivamente 930mila e 920mila abitanti contro gli 870mila abitanti di Vicenza) e di un territorio di poco maggiore per Verona (circa 3.000 chilometri quadrati) e inferiore per Padova (circa 2.100 chilometri quadrati) rispetto ai circa 2.700 chilometri quadrati della provincia di Vicenza, la dotazione organica delle altre due Questure è di molto superiore: la Questura di Vicenza compreso il Commissariato di Bassano del Grappa ha un organico di 287 operatori per tutto il territorio provinciale, quella di Padova ne ha 392 per la sola Questura e quella di Verona 391 per la sola Questura.

Tenuto conto di questi dati che indicano un’insufficiente dotazione organica per il nostro territorio, La invito a valutare questa mia richiesta di un consistente aumento della forza organica della Questura di Vicenza, portandola allo stesso livello delle Questure delle vicine province di Padova e di Verona che per popolazione, estensione territoriale, elementi socio-economici e reati denunciati hanno caratteristiche analoghe a quelle della provincia di Vicenza.

Agli uomini delle Forze dell’Ordine va il plauso per l’impegno con cui ogni giorno lavorano per garantire l’ordine e la sicurezza al servizio dei cittadini, ma questo lavoro rischia di essere vanificato dalla scarsità di operatori oltre ai noti e diffusi deficit di mezzi e risorse. Chiedo quindi un Suo intervento per permettere alla Questura di Vicenza di essere messa meglio in grado di garantire l’ordine e la sicurezza con un organico che sia effettivamente in linea con le esigenze del nostro territorio e l’importanza che esso riveste per il Paese.

 

Achille Variati

Sindaco e Presidente della Provincia di Vicenza

 



Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar