NR. 24 anno XXII DEL 24 GIUGNO 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche

Nel nuovo comune Val Liona vittoria per un solo voto: deciso il ricorso al Tar. Niente ballottaggio a Thiene

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche

BRENDOLA

 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Bruno Beltrame 35,60% (1.248 voti): ELETTO SINDACO

Barbara Tamiozzo 34,29% (1.202 voti)

Gaetano Rizzotto 30,09% (1.055 voti)


MARANO VICENTINO   
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Marco Guzzonato 72,65% (3.133 voti): ELETTO SINDACO

Michele Pietribiasi 27,34% (1.179 voti)


   ROMANO D'EZZELINO 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Simone Bontorin 47,99% (3.287 voti): ELETTO SINDACO

Massimo Ronchi 43,06% (2.949 voti)

Giampaolo Lorenzato 8,93% (612 voti)


   ROSÀ 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Paolo Bordignon 64,92% (4.507 voti): ELETTO SINDACO

Flavio Nichele 25,88% (1.797 voti)

Paolo Stragliotto 9,2% (638 voti)


   SANDRIGO 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Giuliano Stivan 81,25% (2.571 voti): ELETTO SINDACO

Diego Pozzato 18,74% (593 voti)


   SAREGO  
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Roberto Castiglion 41,80% (1.260 voti): ELETTO SINDACO

Nadia Fochesato 37,52% (1.131 voti)

Fabiola Ceretta 20,67% (623 voti)


   THIENE 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Giovanni Casarotto 54,82% (5.789 voti): ELETTO SINDACO

Attilio Schneck 25,75% (2.720)

Orazio Comberlato 9,50% (1.004)

Christian Azzolin 7,05% (745)

Nicolas Lazzari 2,85% (302)


   VAL LIONA 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Maurizio Fipponi 50,02% (961 voti): ELETTO SINDACO

Antonio Lazzari 49,97% (960 voti)


   VILLAVERLA 
 Elezioni 2017 tra sorprese e polemiche (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)  

Ruggero Gonzo 63,18% (2.068 voti): ELETTO SINDACO

Andrea Vezzaro 36,81% (1.205 voti)



La tornata elettorale nel Vicentino dell'11 giugno, che vedeva al voto nove comuni della provincia berica tra cui due commissariati - Brendola per le dimissioni di Giunta e sindaco nel mese di gennaio e il nuovo comune Val Liona, il primo nato da una fusione - ha fornito più di qualche sorpresa ma anche polemiche, a partire proprio dalla Val Liona dove la corsa a sindaco si è conclusa con una clamorosa vittoria per un solo voto, ma solamente dopo un riconteggio, visto che da una prima analisi il risultato era di perfetta parità. La lista civica sconfitta, quella capitanata da Antonio Lazzari, ha deciso di presentare ricordo al Tar: molto probabilmente si procederà con un nuovo conteggio. Il portale www.ladomenicadivicenza.it ha tracciato un bilancio delle elezioni. Qui a fianco la tabella riepilogativa dei risultati con il nome dei sindaci eletti.


IL "GIALLO" IN VAL LIONA. Dei nove comuni della provincia di Vicenza al voto nelle amministrative 2017 quello della Val Liona era in assoluto il più piccolo per numero di abitanti. Ma l'attenzione dell'opinione pubblica era legata soprattutto al fatto che rappresentava il primo comune vicentino, almeno da diversi decenni a questa parte, nato da una fusione, quella tra San Germano dei Berici e Grancona, due piccoli centri dell'area dei colli Berici. Ma anche nei giorni successivi alle elezioni dell'11 giugno la Val Liona ha attirato le attenzioni, in virtù di risultati dell'urna clamorosi, con la vittoria per un solo voto a vantaggio di Maurizio Fipponi, che ha ottenuto 961 preferenze, mentre Antonio Lazzari, ex sindaco di Grancona, si è fermato a 960. In realtà lo spoglio ha rappresentato un autentico "giallo" visto che un primo conteggio aveva evidenziato un risultato di perfetta parità, 960 a testa e poi nei riconteggi successivi è emersa la vittoria di misura di Fipponi. A termini di legge, per un comune sotto i 15 mila abitanti, il pareggio avrebbe portato a un ballottaggio tra due settimane con i cittadini dunque richiamati alle urne domenica 25 giugno. Gli esponenti della lista sconfitta, dopo alcuni giorni di riflessione, hanno deciso di presentare ricorso al Tar: se quest'ultimo, come si ipotizza, dovesse accettare tale ricorso, spetterà alla Prefettura di Vicenza procedere con il riconteggio delle schede, poco meno di 2 mila. A quel punto gli scenari, potrebbero essere diversi: la conferma di Fipponi, l'elezione di Lazzari mentre in caso di parità si dovrebbe tornare alle urne, anche se pare non ci siano più i tempi tecnici per farlo nel giorno del ballottaggio, ossia il 25 giugno.

NIENTE BALLOTTAGGIO. L'unico comune del Vicentino dove si sarebbe potuto andare ai ballottaggi in programma domenica 25 giugno (per legge durante le elezioni amministrative questa eventualità riguarda tutti i centri con oltre 15 mila residenti, ndr.) era Thiene, dove alla fine si sono recati al voto in 10.760, pari al 58,06% degli aventi diritto. Il cosiddetto "secondo turno" sembrava possibile anche per il fatto che i candidati sindaci erano ben cinque, in rappresentanza anche di partiti politici come la Lega Nord e il Movimento Cinque Stelle. E invece, in parte anche a sorpresa, il sindaco uscente Giovanni Casarotto, 66 anni, ha trionfato con il 54,82% delle preferenze, staccando nettamente gli altri quattro candidati. Sostenuto da quattro liste, anche di centrosinistra e del Pd in particolare, Casarotto ha distanziato notevolmente i suoi avversari, a partire da Attilio Schneck, 70 anni, ex sindaco ed ex presidente della Provincia di Vicenza, che pure sostenuto da quattro liste si è fermato al 25,76%. Tutti gli altri tre candidati sono rimasti al di sotto del 10%, come evidenzia la tabella qui a fianco.

SINDACI RICONFERMATI... Un'altra chiave di lettura delle elezioni 2017 nel Vicentino ha riguardato la riconferma dei sindaci uscenti. Ebbene dei cinque primi cittadini che si sono ricandidati sono stati rieletti tutti, ottenuto la fiducia dei rispettivi cittadini. Oltre a Casarotto, di cui si è appena parlato, la riconferma è avvenuta anche aSandrigo con la rielezione di Giuliano Stivan, 57 anni, che complessivamente ottenuto la vittoria più schiacciante in assoluto con l’81,3% delle preferenze. Netta vittoria anche aVillaverla dove il sindaco uscente Ruggero Gonzo, 60 anni, si è confermato primo cittadino con il 63,18% delle preferenze e, numeri alla mano, ancora più netta quella a Rosà, dove Paolo Bordignon, rappresentante della Lega Nord, è stato rieletto con il 64,92% delle preferenze. Infine a Sarego è stato riletto Roberto Castiglion, 36 anni, che nel 2012 entrò nella storia della politica nazionale come primo sindaco del Movimento 5 stelle d’Italia eletto in Italia: un successo celebrato anche a livello nazionale perchè ha rappresentato la prima riconferma di un rappresentante dei "grillini" in un comune italiano.

... E VOLTI NUOVI. Proprio in virtù del commissariamento di gennaio volto nuovo a Brendola, dove è stato eletto sindaco con il 35,60% Bruno Beltrame, 42 anni, assessore all’urbanistica dal 2008 al 2016 e poi vicesindaco al 2013 al 2016: un testa a testa che ha visto Beltrame prevalere ai danni di Barbara Tamiozzo, 42 anni, che ha ottenuto 34,29%, per soli 46 voti: quest'ultima ha infatti raccolto 1.202 preferenze, rispetto alle 1.248 di Bizzotto. Equilibrio che invece non c'è stato a Marano Vicentino, dove la vittoria è stata schiacciante: le elezioni comunali hanno sorriso Marco Guzzonato, 35 anni, "erede" del sindaco uscente Piera Moro, alla massima carica nelle due precedenti legislature. Il sindaco vicentino più giovane delle amministrative arriva daRomano d'Ezzelino: si tratta di Simone Bontorin, 32 anni, consigliere uscente di opposizione che ha raccolto il 47,99% dei voti: anche in questo caso si è trattato di una vittoria che molti non pronosticavano e che ha visto come grande sconfitto Massino Ronchi, ex assessore alla sicurezza e lavori pubblici, "braccio destro" del sindaco uscente Rossella Olivo, che si è fermato al 43,06%.


nr. 23 anno XXII del 17 giugno 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar