NR. 25 anno XXII DEL 1 LUGLIO 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 
Home | Rubriche | Mostre 

Andrea Marchesini: L’idea

Piazza dei Signori, 56
Orario: 9-12.30 e 16-19,30
Chiude il 23 settembre
Inaugurazione 27 luglio alle ore 18

di Maria Lucia Ferraguti

facebookStampa la pagina invia la pagina

Andrea Marchesini: L’idea

La pittura di Andrea Marchesini sintetizza le forme in macchie, dai contenuti simili ad immagini potenti e in movimento. Appartengono agli ultimi lavori, quelli più maturi che sanno inglobare, tra cromatismi intensi, celate narrazioni. Impossibile non accorgersi dell'originalità creativa di Marchesini che a partire da lontane opere informali, ne ha mantenuto l’ energia intrinseca e il tono di ricerca della perfezione trasmessa nei dipinti. Le forme racchiudono un intento anche minimo di figura, richiami verso segni ancestrali, ripresi nel distendersi di tratti leggeri volanti e lirici.

Andrea Marchesini: L’idea (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Appartengono al suo procedere a macchie dal cromatismo così intenso e scintillante da apparire sulle tele nitide e da vincere ogni resistenza allo sguardo. Appaiono dei percorsi geometrici, strutture rigorose, memorie di passati dipinti disposti a percorrere l’intera superficie. Pitture, è già noto, di grande richiamo e non sempre facilmente esprimibile. Marchesini, nei viaggi ed esperienze internazionali, a Londra alla Royal Opera Arcade, a Stoccarda, all'Istituto Italiano di Cultura (2016), e alla recentissima mostra nella Nuova Galleria di Montecchio Maggiore, curata da Giuliano Menato, ha trasferito le varie suggestioni e le brillantezze cromatiche di Mirò, della Pop Art, rendendo incisive le sue immagini. Vi si ritrovano richiami a forme curvilinee che rachiudono lo sguardo ed imprimono all’opera l’evoluzione di un movimento nei cerchi concentrici.

Andrea Marchesini: L’idea (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Misteriosi labirinti di segni inseriti uno all’interno dell’altro, perfetti contenitori della poetica di Marchesini, ruotano su sfondi cromaticamente splendenti e collegano nella pittura l’astrazione e il richiamo all’essenzialità delle sdutte figure; poi accentrano lo sguardo mentre conducono, opera dopo opera, all’immaginario dinamico e luminoso del pittore.

Un’opera di grandi dimensioni è inserita nella mostra “Chart” ai Magazzini del Sale (da martedì’ al venerdì e la domenica 10-16) Venezia, a cura di Giorgio Grasso, curatore del Padiglione Armenia alla Biennale di Venezia, 57° Esposizione Internazionale d’Arte, 2017. 

Venerdì 1 settembre alle ore 18 si terrà l’incontro con le poesie tratte dal libro dal titolo “Giorno Zero” (marzo 2017) di Edoardo Gallo accompagnate dal piano elettrico di Sandro Saccocci. In copertina l’opera di Andrea Marchesini “Sapiens”, 2016.



Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar