NR. 28 anno XXII DEL 22 LUGLIO 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Bassano: un anno
in trentatré pagine

Il sindaco Poletto ha superato il giro di boa

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Un anno ricco di impegni

Trentatrè pagine fitte di capitoli e di numeri: il tutto per presentare l’attività svolta dal giugno dello scorso anno a giugno del 2017. Di chi stiamo parlando? Dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Riccardo Poletto.

“Abbiamo superato il giro di boa – ha spiegato alla stampa il primo cittadino – per cui è giusto e doveroso far sapere ai cittadini quello che è stato fatto e gli eventuali programmi già in fase di realizzazione”. Sono tanti gli argomenti illustrati a cominciare dalla mobilità sostenibile con il “Piano Parolini” (l’ex Piano Mar) in prima linea arrivato ormai al dunque. Con l’approvazione delle convenzioni con i privati e l’avvio dell’acquisizione delle aree si andrà verso la conclusione di un problema irrisolto da decenni e che favorirà la nascita di una nuova strada, al di qua della linea ferroviaria, in grado di alleggerire il traffico che ingolfa quotidianamente Viale Parolini. Si parla poi di una fase di sperimentazione per dare maggior sicurezza all’area del Centro studi di Santa Croce e di molto altro ancora. Sempre a riguardo della mobilità sostenibile risalta la progettazione in atto per il completamento della ciclopista del Brenta, relativamente al tratto che interessa il Comune di Bassano e la sua prosecuzione verso sud. Tra i grandi temi strategici, in primo piano il futuro della nuova Uls 7 Pedemontana, il progetto di un tribunale della Pedemontana Veneta, la riapertura del Tempio Ossario che conta una media di circa duemila persone al mese. Non poteva mancare un cenno alla situazione del Ponte degli Alpini con la cronologia degli interventi fin qui effettuati. A proposito di questa tanto discussa opera, il sindaco ha ricordato che, con la ditta appaltatrice dei lavori, la Nico Vardanega, si è arrivati ad una pacificazione per cui adesso basta soltanto attendere il prosieguo degli interventi volti a ridare alla città il suo monumento più importante rendendolo più bello e più sicuro. Parole di elogio il sindaco le ha spese per il miglioramento operativo della polizia locale parlando anche di controlli, di sicurezza e di rinnovo tecnologico degli agenti impegnati nel territorio. Fra le grandi opere in cantiere vi è la sistemazione di Viale Scalabrini, l’avvio di ristrutturazione e di restauro conservativo di Palazzo Sturm, la riqualificazione generale degli edifici di Villa Serena e la realizzazione della nuova sede del Comitato di Quartiere Prè. Quanto ai servizi sarà potenziato il sistema di raccolta dei rifiuti, la collaborazione più stretta con la Sis per la gestione del verde pubblico, il rinnovo delle convenzioni sul verde per garantire l’attività del volontariato nei quartieri del Comune, l’avvio operativo di sistemazione e di rinnovo dei giochi per bambini nei parchi del territorio. Interventi adeguati sono stati effettuati poi ai Giardini Parolini con tutta una serie di novità, dal giardiniere a tempo pieno, al Comitato tecnico scientifico che controlla i compiti da svolgere, all’“Orto dei semplici”, vale a dire la disponibilità di aiuole per l’ortoterapia a favore dei pazienti seguiti dall’Associazione Oncologica San Bassiano Onlus.

Un anno ricco di impegni (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Uno sguardo è stato poi riservato alla fruibilità della città, con proposte e servizi che, nel 2015, ha fatto registrare una presenza di ben 132.119 turisti. In questo contesto il sindaco ha parlato della validità dei sistema museale cittadino con tutta una serie di validissime iniziative. Importante poi e sempre più il richiamo di Operaestate Festival Veneto.

Un posto di riguardo è stato quindi annunciato a favore della persona messa al centro delle politiche sociali con il sostegno alle famiglie in difficoltà, l’avvio della mappatura dei sevizi pubblici e privati a favore delle famiglie presenti nel territori, all’attivazione di uno sportello a disposizione dei nuclei familiari. Ci sono interventi mirati anche per aiutare minori ed anziani con tutta una serie di azioni assistenziali per le persone in difficoltà. Numerose sono anche le attività all’interno del mondo della scuola, con le mense scolastiche in prima fila che erogano 265 mila pasti, con borse di studio consegnate a 62 alunni, nel precedente anno scolastico, con i trasporti e con tutta una serie di proposte capaci di coinvolgere gli studenti della città.

Per quanto concerne lo sport eccelle il titolo assegnato a Bassano del Grappa come città europea dello sport. Tanti, al riguardo gli eventi e le manifestazioni svolte in un anno nelle discipline più diverse che hanno visto la collaborazione del Comune.

Per ultimo il sindaco ha parlato del bilancio del Comune che presenta una nuova riduzione dei debiti pro capite.

“Siamo passati dai 1.280 euro del 2012 – ha spiegato Poletto – ai 798 del 2016 con un’ulteriore diminuzione in questi mesi”. Ha infine ricordato come l’Amministrazione dell’ottava città del Veneto, sia presente a livello intercomunale e regionale con la conferenza dei sindaci, l’adesione all’Anci il futuro di Etra e l’Ipa (Intesa programmatica d’area) Pedemontana del Brenta.

 

nr. 27 anno XXII del 15 luglio 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar