NR. 28 anno XXII DEL 22 LUGLIO 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!

Montagna vicentina, è già estate da record

Giugno e luglio con "pienoni" nei week-end e molte seconde case aperte. In Altopiano tutto esaurito sino a dopo Ferragosto

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Montagna vicentina, è già estate da record

La montagna vicentina si appresta a vivere il periodo di maggior afflusso turistico. Da questo fine settimana (l'ultimo del mese di luglio) e almeno sino a domenica 20 agosto (cioè quella che chiude la settimana turistica) la montagna vicentina sarà presa d'assalto da vacanzieri e turisti. Almeno per quanto riguarda l'Altopiano di Asiago si preannunciano tre settimane all'insegna da tutto esaurito, con punte massime, anche da parte dei pendolari, in quella di Ferragosto. Il portale www.ladomenicadivicenza.it ha voluto approfondire il tema, anche per tracciare un primo (e parziale) bilancio dell'estate 2017.

Roberto Rigoni Stern, sindaco di Asiago: «Stiamo assistendo al ritorno di molti turisti che arrivavano una volta, ma poi avevano scelto altre località»

«Stiamo assistendo al ritorno ad Asiago di molti turisti che venivano nella nostra città una volta e che avevano scelto altre località più all'avanguardia della nostra, soprattutto in Trentino». A parlare è Roberto Rigoni Stern, sindaco del capoluogo altopianese al suo secondo mandato e in precedenza assessore al turismo.

Montagna vicentina, è già estate da record (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Questi ritorni - aggiunge il primo cittadino asiaghese - ci danno grande soddisfazione perché non arrivano per caso ma sono frutto di un grande lavoro svolto dalla nostra amministrazione in chiave di riqualificazione turistica. Pur in assenza di dati ufficiali, sull'Altopiano dei Sette Comuni, nei mesi si giugno e luglio, si è registrato un notevole afflusso turistico, soprattutto nei week-end e con numerose seconde case aperte».

«In diversi fine settimana - precisa Rigoni Stern - ad Asiago siamo andati veramente vicini al "pienone" e questo risultato non è solamente legato al meteo, che comunque ha regalato giornate torride in pianura, che hanno invogliato moltissimi a salire in quota. C'è sicuramente dell'altro: ad esempio la tappa del Giro d'Italia con arrivo ad Asiago dello scorso 27 maggio, quella che di fatto ha deciso la corsa rosa per quanto riguarda la classifica finale, ci ha ci ha dato notevole visibilità, sia a livello nazionale che internazionale, di cui stiamo godendo ancora adesso. E di cui godremo per il resto della stagione e negli anni a venire. E lo stesso si può dire per gli eventi legati al centenario della Grande Guerra che proseguiranno sino all'anno prossimo».

In questo fine settimana, che è poi anche l'ultimo di mese, inizieranno le tre settimane di maggior afflusso turistico. «Statisticamente è proprio così - conclude il sindaco di Asiago - almeno sino al 20 agosto registreremo il tutto esaurito, ma i dati di affluenza relativi agli ultimi anni ci dicono che per tutto il mese di agosto l'affluenza rimane alta, così come pure nella prima metà di settembre. Speriamo nel tren positivo di questo mese per migliorare i risultati anche nel mese di agosto: è una stagione che continua sulla scia di di eventi a partire dall'Asiago Live che porterà alcuni tra i maggiori artisti nazionali tra cui il cantautore Francesco Renga. Nel nostro cartellone prevede una serie di eventi in grado di accontentare tutti, sia sotto il profilo culturale, storico ma anche degli eventi musicali rivolti ai giovani, un'altra "fascia" che vogliamo riportare ad Asiago».


Giovanni Ceola, sindaco di Recoaro: «Il rilancio delle terme ci sta aiutando, la stagione turistica potrà protrarsi anche nei mesi successivi»

Ampia soddisfazione per l'andamento della stagione estiva arriva anche da un'altra località simbolo della montagna vicentina, Recoaro Terme, altro comprensorio a sua volta favorito dal clima molto caldo che ha convinto moltissime persone, soprattutto nei fine settimana, a cercare refrigerio in montagna.

Montagna vicentina, è già estate da record (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«In effetti in quasi tutti i week-end di giugno e luglio - conferma Giovanni Ceola, sindaco di Recoaro Terme - abbiamo registrato presenze in genere tipiche della seconda metà di luglio e agosto. In questi giorni ho incontrato alcuni albergatori che mi hanno confermato che sono aumentati anche i pernottamenti, anche se concentrati per l'appunto nei fine settimana. È un segnale importante visto che il mese di maggior afflusso è agosto, per il quale sono in crescita la prenotazioni. I presupposti per una stagione estiva con un segno positivo ci sono, siamo convinti che alla fine i risultati ci daranno ragione». 

Per Recoaro una delle novità dell'estate 2017 è il richiamo dell'alta montagna. «Di sicuro sono in crescita le presenze a Campogrosso - aggiunge Ceola - la nostra località in quota, coinvolta nel tour che comprende il "ponte tibetano", che si trova nel comune di Valli del Pasubio, ma che fa parte del progetto Va.Po.Re. (acronimo che riguarda tre località, Valli del Pasubio, Posina e Recoaro, ndr.) creato per sopperire alla frana nella Strada del Re. Un'iniziativa che sta avvantaggiando tutti, visto il notevole afflusso di persone».

Discorso diverso riguarda le presenze turistiche legato allo stabilimento termale, che sta riprendendo vigore dopo la riapertura. «Anche qui non siamo in possesso di dati ufficiali - ammette il sindaco recoarese - ma sicuramente siamo ai livelli dello scorso anno, forse qualcosa in più. I risultati di questo periodo sono confortanti ma è molto importante registrare che a breve partirà il settore dedicato alla cura della psoriasi, che richiamerà a Recoaro persone, in arrivo da tutta Italia, anche nei mesi successivi al periodo di maggior afflusso turistico. D'altronde, anche a livello storico, le terme di Recoaro hanno avuto grande attrazione in tutti i mesi dell'anno: in passato molte persone rinunciavano per l'appunto a salire a luglio e agosto proprio per arrivare nei mesi in cui c'era maggiore tranquillità. Senza dimenticare che settembre e ottobre sono i mesi ideali per le cure termali, proprio perché precedono il periodo invernale, ossia quello più freddo. Anche per questo aspetto sono fiducioso: tutte le statistiche evidenziano che mediamente c'è maggiore attenzione per la salute, per questo sono convinto che le terme di Recoaro torneranno ad essere molto frequentate».


Diego Dalla Via, sindaco di Tonezza del Cimone: «Buona affluenza nei week-end di giugno e luglio, ora ci attendono le tre settimane con più villeggianti»

Così come sull'Altopiano dei Sette Comuni e nel comprensorio che fa capo a Recoaro Terme, anche a Tonezza del Cimone, altra località montana della provincia molto frequentata, l'estate in corso sta garantendo buone presenze sin dall'inizio della stagione estiva.

Montagna vicentina, è già estate da record (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«In effetti - ammette Diego Dalla Via, sindaco di Tonezza del Cimone - era da un po' di anni che nei mesi di giugno e luglio non si registrava un numero così alto di giornate assolate e calde. In particolare proprio le temperature elevate stanno facendo la differenza in quanto turisti, villeggianti e possessori di seconde case sono spinti a salire in montagna per trascorrere più giorni possibili al fresco. Una situazione anomala, ma che sicuramente ci sta favorendo, se si pensa che la settimana scorsa, a tarda sera, anche qui a Tonezza c'era molta gente in maglietta con le maniche corte».

Come al solito a Tonezza del Cimone la stagione estiva è iniziata presto. «Già tra fine maggio e inizio giugno - precisa il primo cittadino - abbiamo iniziato con i tornei di calcio e ritiri delle squadre giovanili, che ripetuti in quattro-cinque week-end hanno garantito presenze importanti anche per gli albergatori, mentre altri ne sono previsti tra fine agosto e inizio settembre. Rispetto agli anni scorsi sono invece calati i praticanti del tennis, visto che una volta Tonezza era un centro federale della Fit, ma poi la convenzione non è stata rinnovata per una scelta loro, non certo nostra. Per quanto riguarda l'attività sportiva dei giovani arrivati nella nostra cittadina la novità principale dell'estate 2017 è rappresentata dai gruppi che praticano danza e ballo, che per noi rappresenta una novità quasi assoluta. Probabilmente questo avvenendo sulla scia di reality e programmi televisivi in voga negli ultimi anni, di certo dai noi trovano le strutture sportive adeguate e il clima fresco per svolgere la loro attività preferita».

Anche a Tonezza le prime tre settimane di agosto saranno all'insegna di un notevole afflusso turistico. «Ci attendono le tre settimane dell'anno con più presenze di villeggianti e turisti - conclude Diego Dalla Via - per quanto ci riguarda abbiamo allestito un cartellone di appuntamenti di grande interesse in ogni genere e capace di accontentare tutti».

 

nr. 29 anno XXII del 29 luglio 2017



Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar