NR. 35 anno XXII DEL 7 OTTOBRE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 
Home | Rubriche | Mostre 

Dame e Cavalieri – I gioielli delle onorificenze

Museo del Gioiello
Basilica Palladiana
Orario: da martedì a venerdì 15-19, sabato e domenica 11-19
Chiude il 17 settembre 2017

di Maria Lucia Ferraguti

facebookStampa la pagina invia la pagina

Dame e Cavalieri – I gioielli delle onorificenze

È del XVIII secolo la creazione degli ordini cavallereschi nei quali trovarono accoglienza le dame, ma solo dalla fine dell’800 le donne iniziarono ad esser presenti negli ordini di cavalleria canonici. Il primo collare di una dama dell’Ordo Supremus Militari Templi Hierosolymitani dalla doppia croce in metallo dorato e smalto rosso provoca l’invidia di Filippo il Bello, ed entra nella mostra “Dame e cavalieri- i gioielli delle onorificenze” a cura di Alessandra Possamai al Museo del Gioiello, diretto da Alba Cappellieri. Così la Croce al Merito della Repubblica Italiana, costituita nel 1951 da Luigi Einaudi di bronzo dorato e smalto, formata da otto gruppi di raggi ciascuno, intagliati a punta di diamante con aquile laterali e dalla bianca croce, filettata di bronzo dorato è donata alla Regina del Regno Unito Elisabetta II. Con Ballarino l’Onorificenza acquista una nuova identità trasformandosi, rivisitata, in preziosi gioielli: la Duchessa di Windsor la mutava in spilla per tailleurs e Coco Chanel la interpretava su grandi bracciali a schiava.

Dame e Cavalieri – I gioielli delle onorificenze (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Ed è merito di Maria Luigia d’Asburgo, moglie di Napoleone I, il ritorno al ducato di Parma dell’Ordine Costantiniano, il più antico ordine cavalleresco della cristianità, dall’origine fatta risalire all’imperatore Costantino I°. Una catena di bronzo dorato e smalto forma il collare, con monogrammi di Cristo e l’effige di S. Giorgio a cavallo nell’azione di trafiggere il drago. Entrano le Croci Gioiello, l’onorificenza ispirata alla Corona d’Italia, un’antica decorazione istituita da Vittorio Emanuele nel 1868 per consacrare la quasi consolidata Unità d’Italia. La collezione Giolitti risalta soprattutto nel passaggio alle onorificenze maschili per la Croce di Sant’Alessandro Nevskij; la più alta onorificenza russa fu conferita a Giovanni Giolitti nel 1909 durante l’unica visita ufficiale dello Zar Nicola II° in Italia al Castello di Racconigi (Cuneo). La placca rappresenta il disegno di una stella a otto punte con diamanti al cui centro altri diamanti formano lettere con la scritta “Per il lavoro e la Patria”. La massima onorificenza di Casa Savoia è il Piccolo Collare della Santissima Annunziata, assieme al Grande Collare. L’”Ordine del Collare” fu fondato da Amedeo VI di Savoia, in occasione delle nozze della sorella Bianca con Galeazzo Visconti nel 1362. I nodi sabaudi adottati d Amedeo VI, il conte Verde, appaiono influenzati dal dono di un bracciale formato da una ciocca di capelli intrecciati di una misteriosa dama. Il collare, costituito da elementi di bronzo dorato alternato a nodi sabaudi, nel centro del pendente centrale presenta l’immagine di S.S. Annunziata. Il cavaliere diventava cugino del Re e poteva dare del “Tu” al Sovrano. Nell’importante presenza delle onorificenze di cavalierato maschile alcune sono segnate da fattori politici: l’Ordine di Giorgio I di Grecia, la placca di Gran Croce in argento, argento dorato e smalti, istituito nel 1916, fu soppresso con l‘avvento della Prima Repubblica Greca nel 1924, restaurato nel 1936 fu definitivamente eliminato nel 1973. L’insegna con diamanti dell’Ordine al Merito Civile di Spagna, fu istituito da Alfonso XIII nel 1926, soppresso dalla Repubblica, quindi reintrodotto da Francisco Franco. L’insegna, con oro, argento, smalti e diamanti presenta una raffigurazione allegorica femminile, circondata da una fascia di smalto blu con i bordi recanti l’iscrizione “al merito civile”. Tra le onorificenze di cavalierato maschile risalta l’aquila asburgica dell’Ordine della Corona di Ferro, l’aquila bicefala su una stella d’oro dell’Ordine dell’Aquila Bianca, del Regno di Serbia, l’insegna che presenta una croce e quattro aquile sormontate dalla corona reale prussiana, le corone su campo rosso dell’Ordine della Corona, Insegna di Gran Croce e la Corona dorata dell’Ordine della Corona, Insegna da Cavaliere con spade. Per l’Ordine Reale della Cambogia, l’insegna è formata da una stella a 8 punte, al centro presenta lo stemma reale del Paese in oro, smalto blu e rosso. L’ordine fu istituito da Re Norodom I di Cambogia, nel 1864. Le onorificenze provengono da diversi Paesi del mondo, dall’Italia e Spagna, Romania Serbia, Cambogia, Grecia, Libano, Somalia, Russia, Austria, Portogallo, Jugoslavia, fino alla Romania.

Dame e Cavalieri – I gioielli delle onorificenze (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar