NR. 32 anno XXII DEL 16 SETTEMBRE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Far rinascere il centro
Bassano cerca progetti

Un sondaggio evidenzia le criticità

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Far rinascere il centro<br>
Bassano cerca progett

Il centro storico della città del Grappa è sempre stato al centro dell’attenzione delle Amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo, ma i problemi non sono mai mancati e, con essi, le critiche espresse anzitutto dai commercianti che operano nel cuore della città, ma anche dai bassanesi che lo frequentano. In ordine di tempo, l’ultimo momento in cui si è usata la lente di ingrandimento per capire come vadano le cose entro le mura medievali è stato quello che ha interessato il progetto del “Distretto del commercio di Bassano del Grappa”. Si è trattato di un programma, finanziato dalla Regione Veneto e guidato dal Comune di Bassano, con una serie di partner privati trai i quali le associazioni di categoria, la Pro Bassano, Etra e la Sis. sotto la direzione del dott. Aldo Pellegrino, della società Pegaso 12 di Treviso

A fine agosto si è concluso il programma degli interventi e Aldo Pellegrino ha presentato, nel corso di un incontro con la stampa, i dati rilevati dall’attività di monitoraggio

Nel mese di luglio sono stati intervistati, in giorni diversi, 617 residenti o cittadini che abitualmente frequentano il centro (352 donne e 265 maschi), nonché duecento operatori economici del centro storico di diverse categorie merceologiche (108 donne e 92 maschi).

“Quanto emerso dal sondaggio finale – afferma il presidente dell’Unione del commercio, Alberto Borriero - merita qualche riflessione, visto che la rilevazione conferma le criticità da noi sempre evidenziate e che di fatto costituiscono uno dei principali motivi delle tante “serrande abbassate” in centro storico. Nonostante un’offerta commerciale ottimamente considerata dall’utenza, a testimonianza della qualità dei servizi e delle merci proposte, le persone che si recano in centro per effettuare i propri acquisti sono sempre meno, solo il 13%, mentre è molto più numerosa la fascia di persone che semplicemente vi passa il proprio tempo libero, per fare una passeggiata e per prendere un caffè, ben il 66%”.

Far rinascere il centro<br>Bassano cerca progett (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)“Tale situazione è purtroppo tristemente confermata, sempre da quanto emerge dai questionari - aggiunge Borriero - da un progressivo decremento dei ricavi, rilevato da oltre il 70% delle attività insediate in centro ed imputato, oltre all’ormai radicata situazione congiunturale, ad un’eccessiva presenza di centri commerciali nel territorio ed alle difficoltà della clientela nel reperire un parcheggio”.

A proposito di parcheggi, di utilizzo dei mezzi pubblici e di attività e servizi presenti in centro, ecco le risposte date dagli intervistati.

La disponibilità dei parcheggi in città, sia di quelli gratuiti che a pagamento, viene considerata principalmente come ‘buona’ per il 38% dei residenti e frequentanti il centro, ‘pessima’ per il 30% e ‘scarsa’ per il 27% degli operatori economici. I residenti ed i frequentanti il centro non li usano mai per il 36% e gli operatori economici per il 43%.

Il 14% dei residenti e frequentanti il centro utilizza i mezzi pubblici, principalmente nei giorni infrasettimanali (46%).

Nel complesso l’offerta di attività e servizi del centro storico viene valutata dal 67% dei residenti e frequentanti il centro come ‘ buona’ e altrettanto dal 47% degli operatori economici. Infine il 36% dei residenti e frequentanti il centro ed il 75% degli operatori economici ritengono che, nell’ultimo anno, il numero delle attività commerciali del centro abbia subito un decremento.

Fortunatamente il centro continua a godere di un forte richiamo anche per merito delle tante iniziative che vengono costantemente organizzate, proprio per mantenerlo vivo vissuto e quindi favorire gli “scambi commerciali”.

“Con piacere abbiamo constatato che tra la principali iniziative – sottolinea il presidente - le più apprezzate e le più conosciute sono proprio quelle organizzate dalla Confcommercio di Bassano, come le serate di “Bassano sotto le Stelle” o i tradizionali “Mercatini di Natale”. Visto che chi frequenta il centro ha però reclamato un maggior numero di iniziative volte all’animazione e considerando che quelle attualmente proposte sono organizzate e sostenute prevalentemente con risorse “private”, ci chiediamo: cosa succederà quando, a fronte del continuo aumento di costi di gestione, molte organizzazioni non saranno più in grado di mantenerle o saranno costrette ad abbassarne i livelli di qualità. E’ ora necessario che ognuno faccia la sua parte, perché se vogliamo veramente che il nostro centro storico, il Distretto del Commercio di Bassano del Grappa, continui a vivere ed a riqualificarsi, non possiamo pensare che la strategia giusta sia quella di circondarci di centri commerciali. Non possiamo permettere che sia il “cuore delle città” a pagare il conto per favorire la riqualificazione di piccole aree esterne. Progetti come il Bando Regionale rappresentano un’importante boccata d’ossigeno, ma non la cura”.

“L’Amministrazione comunale adesso deve a tutti i costi reperire risorse per poter dare un seguito al progetto - conclude il presidente dei commercianti bassanesi - per mantenere in vita il “Laboratorio di progettazione partecipata”, nato proprio da una iniziativa di Confcommercio Nazionale, e quindi assicurare un coordinamento stabile, con persone competenti, in grado di gestire costantemente iniziative come “Bassano Excellence”, per il recupero delle vetrine sfitte e a mantenere aggiornato il prezioso lavoro di censimento delle attività”.

Insomma, c’è ancora molto da fare per far rivivere il cuore pulsante di Bassano, quello che tanti turisti ci invidiano, ma che, dal punto di vista economico-commerciale, la proliferazione di centri di grandi dimensioni stanno penalizzando.



nr. 31 anno XXII del 9 settembre 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar