l'attesa forse è finita" />
NR. 44 anno XXII DEL 9 DICEMBRE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!

"Bretella Est" 10 anni dopo
l'attesa forse è finita

Progetto al via, si va verso la gara d'appalto

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

bretella est

La famosa bretella che dalla concessionaria Fiat di Via Capitelvecchio dovrebbe raggiungere il supermercato Tosano verso est, dopo un’attesa durata quasi dieci anni, sembra prendere corpo con il sì al progetto e il conseguente avvio della gara d’appalto. Durante l’Amministrazione Pasinato, nel 2008, venne presentato il progetto preliminare di quest’opera quanto mai importante per il Bassanese perché servirebbe a decongestionare il traffico che attualmente insiste, a Bassano, su Viale Venezia, Viale delle Fosse e Discesa Brocchi. Quel progetto venne poi approvato dalla Conferenza dei servizi nel 2012 e l’inserimento della bretella, tra le opere appaltabili da Anas e Ministero delle Finanze, venne registrato tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014.

bretella est (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Adesso l’Anas accelera sulla bretella est e punta ad andare in gara entro fine anno. C'è la disponibilità dell'ente ad inserire nel piano la rotatoria di via Asiago, richiesta dall'Amministrazione di Cassola e caldeggiata anche dal Comune di Bassano. Il progetto definitivo e quello esecutivo saranno approvati in rapida successione nei prossimi giorni e già entro fine anno l'Anas potrebbe andare in gara per l'assegnazione dei lavori.

La circonvallazione “San Giuseppe – San Zeno” - dunque, si fa, e il cantiere potrebbe aprirsi nella primavera 2018. Ma c'è di più. Sembra infatti che i tecnici Anas e in particolare il responsabile unico del procedimento per la grande strada di collegamento tra Cassola e Bassano, si siano dimostrati finalmente disponibili a inserire nel piano anche una rotatoria in corrispondenza dell'innesto con via Asiago, opera richiesta proprio dal Comune di Cassola, che la ritiene indispensabile per la viabilità interna della frazione di San Zeno e caldeggiata anche dall'Amministrazione di Bassano.

Sono quindi grosse novità quelle che la Giunta di Aldo Maroso può riferire dopo l'ultimo incontro con i responsabili Anas in merito all'iter dell'attesa “bretella est”. La strada in questione si snoderà per tre chilometri connettendo l’area Tosano con la statale 47 della Valsugana, liberando così viale Venezia e via Ca' Baroncello da tir e mezzi pesanti ed eliminando il traffico di attraversamento dai centri abitati di San Giuseppe e San Zeno. Si tratta di una vera e propria circonvallazione, del valore di circa 40 milioni di euro, che, come noto, sarà a carico dell'Anas.

“Le notizie ricevute dal Rup (responsabile unico del procedimento) sono due – afferma il sindaco di Cassola Aldo Maroso – la prima è che entro la fine dell'anno, quindi in anticipo rispetto alla tabella di marcia, verrà bandita la gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori; la seconda, per noi molto importante, riguarda la disponibilità dell'ente ad accogliere le nostre principali richieste per la mitigazione dell'impatto che quest'opera avrà sulla viabilità della frazione di San Zeno”.

bretella est (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Per consentire agli scolari di percorrere in sicurezza il tragitto casa – scuola, il Comune infatti vorrebbe fosse realizzato, in corrispondenza del passaggio della nuova arteria in via Monte Pertica, un sottopasso ciclopedonale, mentre in via Asiago sarebbe necessario prevedere una rotatoria per evitare che i residenti, una volta realizzata la bretella, siano costretti ad una lunga deviazione per muoversi all'interno del paese. La rotando sarà anche molto utile per fluidificare il traffico e ridurre il tratto di strada da fare in direzione est – ovest.

bretella est (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)“Siamo molto fiduciosi: i progettisti stanno lavorando a ritmo serrato per riuscire ad inserire il nuovo rondò nell'esecutivo – osservano il vicesindaco Manuela Bertoncello e l’assessore all'urbanistica Giannantonio Stangherlin – e noi stessi abbiamo prospettato delle soluzioni che consentirebbero di superare gli ostacoli di natura tecnica”.

“Per quanto riguarda le difficoltà economiche (il rondò farebbe lievitare i costi dell’opera di circa un milione e mezzo di euro), abbiamo da tempo iniziato un dialogo con il Comune di Bassano, che ha un forte interesse su questo intervento e che ha sostenuto con Cassola (e anticipato per Anas) i costi per la realizzazione delle due rotatorie “Fiat Schiavotto” e “Grifone” - ricorda Maroso -. Con Bassano abbiamo anche condiviso la disponibilità a trattare con Anas una parziale compensazione tra questi costi maggiori per la rotatoria di via Asiago e quelli sostenuti dai due Comuni per le due rotatorie già citate”.

Tutti si augurano che sia davvero la volta buona per migliorare la viabilità di transito fra i due Comuni. Dieci anni passati soltanto per sentire parlare di quest’opera senza arrivare ad interventi esecutivi sono davvero troppi, sarebbe triste vedere sfumare una volta ancora questa opportunità per la realizzazione di una strada quanto mai indispensabile per Cassola e Bassano.



nr. 44 anno XXII del 9 dicembre 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar