NR. 19 anno XXIII DEL 19 MAGGIO 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo»

Auspici, desideri e speranze per il nuovo anno da parte di presidenti di categoria e personaggi vicentini

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo»

L'anno sta finendo e il 2018 è ormai alle porte tra speranze e desideri. Il portale www.ladomenicadivicenza.it ha chiesto a dieci personaggi vicentini, compresi i presidenti provinciali delle principali categorie economiche, di formulare un augurio. Ecco le loro risposte, con il titolo ricondotto a una specie di tweet.

 

Beniamino Pizziol, vescovo della Diocesi berica: «Nel 2018 spero crescano le opportunità per chi è senza lavoro, specialmente tra i giovani»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Spero che nel prossimo anno crescano le opportunità di lavoro per tutti coloro che non hanno ancora una occupazione stabile e dignitosa, specialmente tra i giovani.Il Natale che ricorda la venuta di Gesù, il Figlio di Dio tra di noi, assumendo la nostra fragile natura umana, ci insegni la via della solidarietà, rinnovi il nostro cuore e la nostra mente per realizzare progetti di giustizia e di pace. La nascita del Figlio di Dio riaccenda in noi la speranza che è possibile costruire un mondo nuovo, più giusto, più solidale e più fraterno. A tutti e a ciascuno porgo il mio cordiale augurio di Buon Natale e di un sereno e proficuo Anno Nuovo».


Achille Variati, sindaco di Vicenza: «Il mio auspicio è che nel 2018 si possa guardare con serenità e fiducia al futuro»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Il 2017 non è stato facile a causa del crollo di realtà che rappresentavano punti di riferimento per la nostra comunità, su tutti Banca Popolare di Vicenza e Vicenza Calcio. Ma è stato anche un anno importante perché sono state gettate le basi per progetti fondamentali per il futuro di Vicenza e del nostro territorio, dal Parco della Pace alla tangenziale che eliminerà il traffico dall’Albera, dall’Alta capacità Alta velocità che collegherà meglio Vicenza all’Italia e all’Europa e migliorerà la mobilità cittadina ai tanti progetti del bando periferie. L’auspicio per il 2018 è che la nostra comunità cittadina e provinciale riesca a guardare con serenità e fiducia al futuro, verso un nuovo sviluppo rispettoso dei nostri valori, delle nostre tradizioni ma anche del nostro ambiente».

 

Luciano Vescovi, presidente Confindustria Vicenza: «Nel 2018 doppio appuntamento elettorale, mi auguro più fatti e meno parole»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Al nuovo anno in arrivo chiedo a tutte le autorità e al mondo della politica più fatti e meno parole. Il 2018 sarà un anno delicato perché, nel primo semestre, sono previste le elezioni sia a livello nazionale che a Vicenza: spero che questo non pregiudichi il proseguimento del rilancio economico, visto che le nostre aziende hanno bisogno di normalità e stabilità».

 

Sergio Rebecca, presidente Ascom provinciale: «Il 2018 sia un anno da ricordare per i consumi che ripartono e per l'ipotesi di un aumento dell'Iva che tramonta»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Le incognite del 2018 non mancano, a cominciare dalla nuova stagione politica che si aprirà dopo le elezioni. L'auspicio è che finalmente si chiuda un lungo periodo fatto di incertezze, che minano alla base la fiducia di famiglie e imprese: è, ad esempio, il momento di eliminare definitivamente la "spada di Damocle" dell'aumento dell'Iva, che sarebbe disastroso per i consumi interni, dai quali dipende la ripresa della nostra economia».


Agostino Bonomo, presidente provinciale Confartigianato: «Il #ValoreArtigiano delle Pmi resterà al centro delle nostre attività»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Competenza, tradizione, innovazione, digitale, territorio ed export sono tutte parole chiave del nostro Fare Impresa: anche nel 2018 ogni nostro sforzo sarà teso a valorizzare questo patrimonio fatto di lavoro e occupazione. Lo faremo per tutelare le nostre imprese e contribuire così al benessere dell’intera comunità, perché il #ValoreArtigiano continui ad essere il cuore pulsante del nostro made in Italy».


Martino Cerantola, presidente provinciale Coldiretti: «Al nuovo anno chiedo che si prenda a cuore il made in Italy»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Al nuovo anno chiedo che si prenda a cuore il made in Italy, che va difeso in ogni modo e a tutti i livelli. In particolare è necessario che le autorità pretendano chiarezza e trasparenza, solo così il cittadino non sarà un semplice consumatore ma un vero protagonista del sistema agricolo».

 

Matteo Marzotto, vicepresidente esecutivo Ieg: «Per 2018 spero che l'Italia sia sempre di più vocata all'insegna del fare sistema»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Come imprenditore e come manager ma, soprattutto come persona, mi auguro che il nostro bellissimo Paese sia sempre di più vocato all'insegna del fare sistema. Abbiamo molte qualità ed enormi potenzialità, grandi uomini ed eccellenti imprenditori che tutto il mondo prende a riferimento. Solo lavorando tutti assieme possiamo raggiungere gli obiettivi che ci prefissiamo con rispetto, serietà, coscienza e spirito di servizio: ci capita spesso di sentirci uniti nelle occasioni più drammatiche, dovremmo sentirlo sempre, a prescindere dalle emergenze».


Raffaele Consiglio, segretario generale Cisl Vicenza: «Il nostro augurio di felice 2018 si ispira ai valori dell'impegno sociale e culturale»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Le donne e gli uomini del sindacato sono le nostre porte aperte. Insieme con i molti iscritti, giovani, delegati, migranti e pensionati abbiamo costruito la società, difeso la democrazia, sostenuto lo sviluppo, riconosciute tutte le differenze. Consapevoli, sempre, che il nostro ruolo di sindacalisti abbraccia la mediazione, la ricomposizione, la relazione. Per questo il nostro migliore augurio di felice 2018, ma prima di buon Natale, si ispira ai valori dell'impegno sociale e culturale che apra nuove porte in questo territorio straordinario, quelle della giustizia, del contrasto alle diseguaglianze, dello sviluppo e della partecipazione».

 

Paolo "Pablito" Rossi: «Spero che il 2018 sia l'anno del rilancio per il Vicenza e per la nazionale italiana»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Mi auguro che il 2018 possa rappresentare l'anno del rilancio della nazionale italiana, che dopo oltre mezzo secolo non farà i mondiali, ma soprattutto per il mio Vicenza. Bisogna riportare i colori biancorossi in serie A, è quello il loro posto. Ma per fare questo ci vuole un programma ben definito di rilancio di tutto il club».

 

Claudio Pasqualin, presidente del Comitato promotore della candidatura Vicenza 2020: «Che il nuovo anno ci regali il mondiale di ciclismo»

«Benvenuto 2018, ti chiediamo questo» (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Il nostro auspicio è che il nuovo anno sancisca ufficialmente l'assegnazione dei campionati mondiali 2020 di ciclismo su strada alla città di Vicenza: l'assegnazione verrà annunciata ad inizio febbraio, probabilmente il giorno 2, in occasione della riunione dell'Uci convocata in occasione dei mondiali di ciclocross. Noi come Comitato promotore della candidatura Vicenza 2020 abbiamo fatto tutto il possibile, ora ci attendiamo anche un aiuto anche dal mondo della politica».



nr. 46 anno XXII del 23 dicembre 2017

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar