NR. 12 anno XXIII DEL 31 MARZO 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 
Home | Rubriche | Mostre 

Virgilio Patarini

Cantiere Barche
Stradella delle Barche, 14
Orario: 15-19, sabato e domenica 10-12. Lunedì chiuso
Fino al 28 febbraio 2018

di Maria Lucia Ferraguti

facebookStampa la pagina invia la pagina

Virgilio Patarini

Il pennello per definirsi un “cantastorie”. Tramite la pittura Virgilio Patarini percorre a ritroso il tempo fino a recuperare fogli ed immagini da rinnovare nell’attualità. Nel titolo della mostra “Giorni di freddo” concentra l’intento di rielaborare ciò che è rimasto nel passato dell’antica solidarietà sociale fra gli uomini.

Virgilio Patarini (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Da lì avanza dell’opera “Il quarto stato” di Pelizza da Volpedo una sola figura sull’originale forza unitaria del procedere. Tramontato il sentimento umano della solidarietà, per Patarini conviene rivolgersi alle pagine del libro, sottraendolo da antiche polveri, nel tentativo di un recupero delle lettere, stagnanti tra la memoria e l’oblio; e in questo immergersi fra le rovine, come spiega Patarini, si arriva al volto dell’Uomo vitruviano di Leonardo, disegnato, al seguito di molti artisti, su carta. Patarini si presenta da personalità eclettica e si esprime oltre che nella produzione artistica, verso atri stili, nella scrittura, nella regia teatrale, nella critica e nella curatela di mostre d'arte contemporanea esprimendo così la propria identità antropologica e sociale nel riprendere il passato per condurlo nel presente. Accanto al ventaglio dei linguaggi presenti nella mostra apre al tema del recupero della materia nel prelievo di tessuti posti su superfici pittoriche composte da collage e da pigmenti dove, tra le polveri, nelle superfici rugose, freme la presenza del cemento.

Patarini dopo gli studi di Lettere Classiche a Milano ha frequentato il DAMS di Bologna. Come autore teatrale tra il 1992 e il 1993, i suoi testi sono stati premiati al Premio Ugo Betti, al Premio Vallecorsi e al Premio IDI Autori Nuovi. Ha inoltre ideato, organizzato e diretto festival come il Russkij Festival I, II e III (Milano), il Ferrara Art Festival (tre edizioni) e diverse rassegne teatrali. Ha seguito da curatore "Selection Comparaisons. 88 artisti dal Grand Palais di Parigi" , nel 2012, alla Galleria Zamenhof e a Palazzo Zenobio a Venezia "Riccardo Licata: opere recentissime". È stato consulente del C.A.M., catalogo d'arte moderna dell'Editoriale Giorgio Mondadori. Ha esposto per cinque anni consecutivi a Parigi, al Grand Palais, al Salon Comparaisons, nella sezione "Installazioni libere" (dal 2010 al 2014).

Mostra a cura di Paola Caramel. Assistente al progetto Anna Maria Hriseri in collaborazione con l'associazione culturale G'art [galleria delle arti].

Virgilio Patarini (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar