NR. 19 anno XXIII DEL 19 MAGGIO 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Liberi Pensatori
Un aiuto alla Cultura

Nasce una nuova associazione

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

Liberi Pensatori

Sono giovani e liberi. Hanno deciso di fondare una nuova associazione culturale senza scopo di lucro e di chiamarsi Liberi Pensatori per dare un contributo alla diffusione della cultura a Vicenza e far conoscere meglio le bellezze architettoniche e paesaggistiche della città, la sua storia nei secoli e tutto ciò che è ancora visibile nel presente. Innanzitutto una premessa su come è nato il progetto: c'è un momento ben preciso in cui è scaturita l'idea, durante una riunione avvenuta la scorsa primavera, in cui un gruppo di persone si era posto l'obiettivo di riflettere su quali fossero le esigente della città e secondo quale scala di importanza, comportandosi da campione statistico e cercando di esprimere al meglio l'opinione comune.

Liberi Pensatori (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) Da tale confronto, che poi è stato esteso anche ad un pubblico più ampio grazie a un sondaggio su Facebook, era emersa l'esigenza di creare uno strumento per "risvegliare" Vicenza, definita, in maniera simpatica e anche provocatoria, "la bella addormentata". Fondamentale è stata l'ispirazione artistica che ha avuto presidente del gruppo, Francesco Poli, il quale ha realizzato una mappa del centro storico della città replicata in sette diversi itinerari ad ognuno dei quali è stato dato un colore, che ha costituito e costituisce la matrice dei "Percorsi nella bellezza". Da quel momento, il gruppo ha cominciato ad assegnarsi varie tematiche da approfondire, a seconda delle inclinazioni di ognuno e da ciò sono nati i primi sette percorsi che sono stati distribuiti nelle botteghe del centro storico. "In particolare - spiega Poli - il nostro intento è quello di offrire uno strumento che serva a consapevolizzare le persone riguardo alle bellissime realtà che caratterizzano la nostra città e che, di fatto, ne costituiscono la linfa vitale, senza le quali, purtroppo, sarebbe destinata a spegnersi in una situazione di monotonia e perdita di significato, portandosi via, insieme al presente, anche la storia di Vicenza, cioè la nostra stessa identità. Spesso infatti siamo noi stessi cittadini a non conoscere la nostra città, a non conoscerne le enormi potenzialità legate ad un patrimonio che tutti ci invidiano. Purtroppo, questo è un microcosmo che riflette il macrocosmo rappresentato dall'Italia intera. Tuttavia, partendo dal fatto che noi siamo Liberi Pensatori, non vogliamo assolutamente farci trascinare dal processo di annichilimento causato dalla superficialità, ma vogliamo rispondere con forza cercando soluzioni ragionate e costruttive, con atteggiamento propositivo".

Liberi Pensatori (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Nel dettaglio, le tematiche approfondite da ciascuno con il proprio itinerario sono: la storia; l'arte (Rinascimento); il verde pubblico (parchi, fiumi, ponti); le chiese; la vita notturna; l'enogastronomia e l'artigianato. Ogni percorso è contrassegnato da dei colori, che ne rappresentano il nome stesso (esempio, il "percorso giallo - artigianale"). Grande cura è stata posta inoltre sulla decisione del formato, che si è conclusa nella scelta della mappa pieghevole di piccole dimensioni, che può essere riposta comodamente in borsa o nel portafogli, senza costituire inutili ingombri, ma rappresentando un prodotto informativo e soprattutto educativo, di facile e rapida fruizione, oltre che esteticamente bello. La stessa cura è stata messa nella realizzazione dei piccoli dispenser forniti ai negozianti. Con il progetto dei "Percorsi nella bellezza" il gruppo ha voluto creare degli spunti che servano ad ampliare la conoscenza di ciascuno riguardo alla città, dal punto di vista sia storico-monumentale sia contemporaneo, concernente cioè tutte quelle attività commerciali condotte da persone straordinarie, che ancora credono nel proprio operato all'interno del tessuto storico, economico e sociale di Vicenza. Coinvolgendo anche i commercianti, si è voluto aggiungere un valore in più, quello umano, all'interno di un prodotto, la mappa, che finora è sempre stato un mezzo prettamente informativo, freddo e fine a se stesso. L'intento invece è quello di creare un circolo virtuoso, dinamico, che metta in moto la città facendo girare i cittadini stessi arricchiti dalla consapevolezza di ciò che hanno sotto gli occhi e tra le mani, prendere consapevolezza del proprio patrimonio storico e sociale, conservarlo, valorizzarlo e promuoverlo. I Liberi Pensatori, insomma, sono convinti che da questo progetto possa nascere qualcosa di importante. "Già da subito abbiamo visto come alcune attività siano entusiaste di questa novità. Addirittura ci sono stati altri commercianti che si sono rivolti a noi, dopo essere venuti a conoscenza del progetto attraverso i propri colleghi, chiedendoci di essere inseriti a loro volta in un itinerario, ed è per questo che stiamo elaborando altri due percorsi, precisamente quello Classico e quello Alternativo. Vedere l'entusiasmo di queste persone nei nostri confronti è davvero straordinario e assolutamente gratificante, soprattutto nella situazione attuale in cui noi giovani ci troviamo e che io definirei, paradossalmente, indefinita. L'obiettivo ultimo è quello di creare dei ponti che colleghino passato e presente e le persone stesse, creare cioè delle relazioni, affinché si mantenga viva la città".

Abbiamo incontrato Francesco Poli per parlare in maniera più approfondita di questo progetto.

Liberi Pensatori (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)

continua »

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar