NR. 25 anno XXIII DEL 30 GIUGNO 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Ecco i consigli per "rialzare" Vicenza

Gli auguri di Vescovo, presidenti delle categorie economiche e sindacalisti al neo-sindaco Rucco 

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Ecco i consigli per "rialzare" Vicenza

Ancora prima di ufficializzare la composizione della nuova Giunta il neo-sindaco Francesco Rucco, con a fianco Claudio Cicero e Cristina Tolio - in quella che è stata definita la mini-Giunta, necessaria per procedere subito con le prime manovre urgenti - si è messo al lavoro, anche con l'obiettivo di raggiungere gli obiettivi dei "primi 100 giorni" promessi durante la campagna elettorale. Ma qual è la posizione e come si sono espressi presidenti delle categorie economiche e dei sindacalisti, ma anche il Vescovo, dopo l'elezione di Rucco? Il portale www.ladomenicadivicenza.it li ha raccolti. Eccoli a seguire.



Monsignor Beniamino Pizziol, Vescovo della diocesi: «Gli auguro di mettersi generosamente al servizio della città e dei cittadini»

Ecco i consigli per Uno dei primi ad intervenire, esprimendo gli auguri a Francesco Rucco è stato monsignor Beniamino Pizziol, Vescovo della Diocesi berica, che ha rivolto personalmente il proprio messaggio di congratulazioni. «Al neoeletto sindaco di Vicenza Francesco Rucco, alla costituenda giunta e a tutto il consiglio comunale - le parole di monsignor Pizziol – auguro di sapersi mettere generosamente e lealmente al servizio della città e di tutti i cittadini di Vicenza». 
Riprendendo le parole rivolte la settimana scorsa dal cardinale Bassetti al nuovo Governo a nome della Conferenza Episcopale Italiana, monsignor Pizziol augura «ai nuovi amministratori locali, di Vicenza ma anche degli altri comuni del territorio diocesano in cui si sono svolte le amministrative del 10 giugno, di saper lavorare quotidianamente per aiutare tutti i cittadini a superare le paure che rischiano di paralizzare questo nostro tempo, in particolare sui temi della sicurezza, dell’accoglienza dei migranti, della formazione dei giovani, del lavoro, della casa e della fiducia nelle istituzioni. La Diocesi di Vicenza attraverso le comunità cattoliche presenti sul territorio, rinnova la sua piena disponibilità alla collaborazione con le amministrazioni comunali per una sempre più fattiva e convinta ricerca e realizzazione del bene comune».

 

Luciano Vescovi, presidente di Confindustria: «Rucco e gli altri sindaci vicentini contribuiscano a rendere grande la provincia berica»

Ecco i consigli per Gli auguri al neo-sindaco Rucco, ma anche a tutti i suoi colleghi, sono arrivati da Luciano Vescovi, presidente di Confindustria. «Il Vicentino oggi - le parole di Vescovi - sta diventando l’hub di tanti progetti, in primis infrastrutturali, basti pensare a Pedemontana, Tav, Valdastico Nord e bretella. Ma non possiamo dimenticare l’importanza di sviluppare il rapporto tra il sistema formativo della nostra provincia (dalle elementari alle università fino alla formazione continua per i lavoratori) e il sistema produttivo; tra welfare pubblico e welfare privato oltre al turismo e alla cultura, aspetti su cui abbiamo ancora tanto da dare e da ricevere come territorio. Questi, assieme alla burocrazia, sono aspetti primari e fondamentali su cui le amministrazioni comunali possono fare tanto». 
«L’ho già detto - incalza Vescovi - in occasione della formazione del Governo e lo ripeto anche ai nuovi sindaci: il mercato globale non ci consente di attendere, bisogna permettere alle persone e alle imprese di potersi sviluppare qui, altrimenti saranno in molti a prendere le valige e cercare altri lidi. Noi industriali siamo i primi a non volerlo e per questo siamo pronti ad impegnarci per un confronto aperto e per un contributo concreto. L’augurio che faccio a chi è stato eletto è quello di agire concretamente nella trasformazione della nostra Provincia prendendo a riferimento non tanto le province o i comuni vicini, ma le regioni più avanzate d’Europa. È questo il posto che possiamo, lavorando insieme, pretendere di occupare».

 

Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato: «Tre nodi fondamentali: riqualificazione del territorio, imposte e rapporti con le categorie»

Ecco i consigli per Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza, è stato tra i primi a complimentarsi con Francesco Rucco dopo la sua nomina alle elezioni amministrative nel capoluogo berico. «Gli ho fatto le congratulazioni e gli auguri personalmente e poi anche con una lettera - confida Bonomo - anche perché ritengo che il ruolo di sindaco sia in generale il più impegnativo e difficile tra gli incarichi politici». 
Lo stesso Bonomo ha individuato tre nodi fondamentali, con la speranza che per Rucco e la sua Giunta possano diventare degli obiettivi da perseguire all'interno del programma. Eccoli: «Il primo riguarda la riqualificazione del territorio comunale, sia dal punto di vista urbanistico ma anche della sicurezza, un tema quest'ultimo sul quale si è parlato molto anche in campagna elettorale. Credo soprattutto che sia la zona ovest della città quella dove gli interventi sono più necessari: a tal proposito gli annunciati investimenti per complessivi 60 milioni di euro per il quartiere fieristico saranno davvero l'occasione per rilanciare l'intera zona industriale e le vie di accesso a Vicenza ovest che allo stato attuale non sono un bel biglietto da visita». «Il secondo punto - aggiunge il presidente degli artigiani vicentini - riguarda l'attenzione alle imprese, in un momento in cui si registra una timida ripresa: mi auguro che le imposte e le tasse comunali non vadano a penalizzare le attività economiche, magari per favorire le famiglie». «Il terzo punto - conclude Bonomo - riguarda i rapporti con tutte le categorie, non solo con la nostra: spero che con la nuova amministrazione si possa instaurare un dialogo condiviso, per risolvere temi fondamentali come la Tav, la già citata Fiera, l'Università, le opere viarie e tutti quei progetti in grado di migliorare la città».

 

Sergio Rebecca, presidente provinciale della Confcommercio: «Pronti a confrontarci con il neo-sindaco sul documento con le nostre priorità»

Ecco i consigli per Congratulazioni ed auguri, ma anche richieste ben precise, vengono rivolte del presidente della Confcommercio provinciale Sergio Rebecca dopo l’elezione a primo cittadino di Vicenza Francesco Rucco. «Congratulazioni al nuovo sindaco - spiega Rebecca - non solo per essere diventato colui che subentra ad Achille Variati, ma anche per aver raccolto un risultato importante, cioè l’elezione al primo turno. Si apre ora un nuovo corso per la città, con una serie di progetti in corso d’opera  e altri che, invece, saranno frutto della nuova Amministrazione. In questo, la collaborazione di Confcommercio come sempre non mancherà, soprattutto per fornire indicazioni e suggerimenti che derivano dalla conoscenza delle problematiche del territorio e degli operatori delle attività del commercio, turismo e dei servizi». 
«A tutti i candidati della tornata elettorale che riguardava il capoluogo - il monito del presidente Rebecca - avevamo fatto pervenire il nostro documento con le istanze e le priorità. È da qui che partiremo per confrontarci, auspichiamo al più presto, con il sindaco Francesco Rucco e la nuova squadra che andrà ad amministrare Vicenza».

  

Cinzia Fabris, presidente di Cna Vicenza: «La ricetta per le imprese passa attraverso cultura, infrastrutture e lotta contro fisco e burocrazia»

Ecco i consigli per Valorizzazione della cultura e riqualificazione del territorio, infrastrutture e servizi al cittadino, questione Fiera e lotta ai nodi del fisco e della burocrazia per le imprese: sono questi i principali temi che la Cna (Confederazione nazionale dell'Artigianato e della piccola e media impresa) di Vicenza indica al nuovo sindaco Francesco Rucco come prioritari per una politica che a livello di capoluogo risponda alle più urgenti necessità delle imprese vicentine. «Nel rivolgere un sincero augurio di buon lavoro a lui e a tutta l’amministrazione comunale - spiega Cinzia Fabris, presidente di Cna Vicenza - voglio assicurare che da parte nostra continueremo ad assicurare massima disponibilità al dialogo e alla collaborazione. L’auspicio è che l’operato della nuova squadra sappia portare avanti le battaglie che servono per aiutare un tessuto economico in timida ripresa, consolidando i risultati positivi ottenuti da chi è venuto prima, e intervenendo con decisione dove invece c’è ancora da lavorare».
Tra i vari temi sul tappeto c'è per l'appunto anche la fiera orafa. «Il nuovo padiglione - precisa la Fabris - può essere il primo grande passo di un efficace progetto di rilancio per la Fiera di Vicenza. Ma dovremo lasciare da parte i campanilismi per guardare solo alle opportunità economiche e promozionali che il lavoro di rete porterà sul territorio. Si parla di potenziamento del polo, di integrazione con la fermata della Tav, di collegamenti intelligenti per valorizzare il turismo congressuale. Tutte belle idee che non possono solo rimanere sulla carta».

 

Martino Cerantola, presidente provinciale di Coldiretti: «Rucco ha avanzato proposte interessanti, ora auspichiamo diventino realtà per Vicenza»

Ecco i consigli per Parole di soddisfazione per l'elezione del nuovo sindaco di Vicenza arrivano anche da Martino Cerantola, presidente provinciale di Coldiretti Vicenza. «Nel weekend che ha preceduto le elezioni - racconta Cerantola - Rucco ha visitato con interesse il mercato coperto di Campagna Amica e ci siamo a lungo confrontati sull’importante ruolo dell’agricoltura in città. L’allora candidato ha manifestato un interesse ed una sensibilità particolari per la vendita diretta e non ha mancato di far presente l’esigenza di riqualificare Vicenza a partire dai quartieri e rioni, considerando la vendita diretta, quindi i mercati, come un volano da non trascurare. Di fronte ai produttori, Rucco è stato chiaro, spiegando che l’agricoltura in città ha un valore fondamentale e significa anche tutelare le aree verdi, oltre che azzerare il consumo ulteriore di suolo. Valorizzare e riqualificare i quartieri anche attraverso i mercati come quello coperto di Coldiretti è fondamentale se si ha a cuore la città e la vivibilità per la stessa da parte dei cittadini». 
«A Rucco ma anche a tutti gli altri sindaci eletti - conclude Cerantola - auguro un buon lavoro, con l’auspicio che venga riconosciuta un’attenzione particolare al mondo agricolo, che significa anche rispetto e tutela del territorio, promozione dei prodotti, quindi del turismo e, naturalmente, valorizzazione dell’economia locale».

 

Enrico Pizzolo, presidente di Confagricoltura Vicenza: «La sua esperienza e le competenze acquisite contribuiranno a migliorare la città»

Ecco i consigli per «Ci congratuliamo con il nuovo sindaco di Vicenza e gli auguriamo un buon lavoro, confidando che con la sua esperienza e le competenze acquisite negli anni potrà puntare a fare il meglio per la città: alla fine siamo sicuri che ci riuscirà». Così Enrico Pizzolo, presidente di Confagricoltura Vicenza, si esprime sulla nomina di Francesco Rucco, con cui ha condiviso alcune esperienze legate all'attività sindacale giovanile. 
«Ci siamo conosciuti alcuni anni fa - sottolinea Pizzolo - quando io ero rappresentante provinciale dei giovani di Confagricoltura e lui consigliere comunale. Insieme abbiamo partecipato a molti incontri dei giovani rappresentanti delle organizzazioni sindacali e del Comune, costruendo un proficuo rapporto di dialogo e di collaborazione. Siamo anche entrambi grandi tifosi del Vicenza, tra l'altro e in questo momento siamo fiduciosi per il futuro calcistico. Da questo rapporto di cordialità e stima reciproca ora ci auguriamo possa nascere un proficuo rapporto di collaborazione su tutte le iniziative e le problematiche legate al mondo dell'agricoltura e alla città di Vicenza. In particolare, auspichiamo un coinvolgimento per tutto ciò che riguarda le infrastrutture che interessano il futuro del territorio, dalla Tav alle ferrovie, che saranno di importanza primaria per le attività economiche».



Raffaele Consiglio, segretario generale provinciale di Cisl Vicenza: «Epoca di grandi trasformazioni, bisogna saper cogliere tutte le potenzialità»

Ecco i consigli per Infine un breve commento, poco più di un tweet, arriva da Raffaele Consiglio, segretario generale provinciale di Cisl Vicenza, il principale sindacato per numero di iscritti che opera nella provincia berica. «Innanzitutto auguro un buon lavoro al nuovo sindaco di Vicenza - le parole di Consiglio - ma nel contempo voglio ringraziare chi ha amministrato la città negli ultimi anni. Viviamo un’epoca di grandi trasformazioni e anche Vicenza è in una fase in cui ha bisogno di evolversi per cogliere tutte le sue potenzialità. La grande sfida che attende questa nuova Giunta sarà proprio quella di cogliere le trasformazioni in atto e guidarle, anziché subirle, creando così nuove condizioni per lo sviluppo».


nr. 24 anno XXIII del 23 giugno 2018

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar