NR. 37 anno XXIII DEL 20 OTTOBRE 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 
Home | Rubriche | Mostre 

David Chipperfield Architects Works 2018

Basilica Palladiana
Piazza dei Signori
Orario: da martedì a venerdì 10-13 e 17-20
sabato e domenica 10-20
Chiude il 2 settembre 2018

di Maria Lucia Ferraguti

facebookStampa la pagina invia la pagina

David Chipperfield Architects Works 2018

La mostra in Basilica Palladiana “David Chipperfield Architects Works 2018” si accorda con la straordinarietà del Salone e della sua storia* alla ripresa dopo 12 anni, dell’impegno dell’associazione culturale con Abaco Architettura, delle prestigiose mostre dedicate alla grande architettura contemporanea a Vicenza. Le scelte dell’architetto David Chipperfield, nato a Londra nel 1953, riflettono il modo di operare, attraverso collaborazioni diverse, dall’attitudine alla progettazione attraverso un lavoro di squadra, alla ricerca di un equilibrio tra le varie prospettive locali e globali che caratterizza, da punto fermo, il pensiero di Chipperfield. La presentazione di ciascun progetto è diretta dai 4 studi di Londra, Milano, Shanghai e Berlino e mostra l’intento di affrontare e coinvolgere in ogni lavoro le complesse sfide culturali, professionali e intellettuali secondo un metodo d’intesa transnazionale d’interazione e collaborazione che, come sostiene David Chipperfield, è disordinato e non prevedibile. I progetti recenti e in via di sviluppo riflettono la circolarità dell’intesa tra la conoscenza del luogo e del suo significato, l’incontro con il passato e il presente e l‘avvio al futuro, dunque , nell’indirizzo costante di Chipperfield il «fare del quotidiano qualcosa di speciale». “La vera architettura sono gli edifici stessi” messi in mostra nella sua poetica del “quasi nulla” (Fulvio Irace) attraverso schizzi, modelli, disegni dei dettagli e disegni costruttivi, fotografie e filmati dei progetti appena conclusi.

David Chipperfield Architects Works 2018 (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Nell’allestimento elaborato di David Chipperfield e progettato da DCA Milano, al centro del Salone, sull’aprirsi delle vie laterali, si trova una panoramica introduttiva dei grandi progetti completati dalla fondazione dello studio nel 1985,che rappresentano oggi le opere più consolidate.

Nei lavori esposti trovano rilievo i progetti recenti e in corso: la sede centrale di Amorepacific in Corea, a Seul, il progetto di ricerca della Fondazione RIA in Galizia. Nella cava Arcari della famiglia Morselletto -dalla quale si ricava la pietra “dolce” di Vicenza- trasformata in Cavea da Chipperfield, nel territorio vicentino di Zovencedo è costruito, fra gradini e piattaforme, un palcoscenico permanente all’interno della cava chiusa, in rapporto fortissimo con l’acqua e con la natura. La casa a Zurigo e progetti più piccoli, per le boutique Brioni e per le boutique di Valentino, hanno permesso di lavorare con la sensibilità degli artigiani “stabilizzando la loro identità” in accordo con i luoghi. Altri progetti sono in Giappone la Cappella e il centro visitatori del cimitero di Inagawa, attraversato da una monumentale scalinata che conduce al santuario e la Sala dei Concerti Music Venue di Edimburgo.

Sono stati creati dei grandi modelli per capire l’integrarsi nell’attuale città del Centro residenziale Hoxton Press a Londra, inoltre nel paesaggio del castello e il lago di Bled in Slovenia il Lah Contemporary; in più il progetto a Montréal SSENSE, e l’intervento di restauro a Berlino dell’opera unica disegnata nel 1965 da Mies Van der Rohe della Nue Nationalgalerie con dei disegni dello studio. Il Masterplan della Royal Acadermy of Arts a Londra, il James Simon Galery a Berlino, il West Bund Art Museum a Shanghai e il Kunsthaus a Zurigo. Tra gli ultimi lavori, l’immenso Museo di storia naturale a Zheijiang in Cina, dall’incredibile scala. Entrano poi piccoli progetti che si inseriscono in altri, come la lampada per il cimitero, la panca e il tavolo per caffè creati per Berlino.

Il catalogo della mostra David Chipperfield Architects Works 2018, Electaarchitettura con Koening Books, è introdotto dal saggio David Chipperfield di Fulvio Irace ed è corredato da disegni, immagini e foto selezionate tra progetti recenti, in corso, ed edifici chiave realizzati dallo studio, dalla fondazione - nel 1985 - ad oggi.



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar