NR. 37 anno XXIII DEL 20 OTTOBRE 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Al servizio della comunità
sette progetti per i giovani

Un anno di esperienza nel volontariato

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Al servizio della comunità<br>
sette progetti per

L’Amministrazione comunale di Bassano, lancia l’invito ai ragazzi dai 18 ai 28 anni che vogliano svolgere un servizio a favore della comunità, di aderire ad un nuovo bando aperto a 29 di loro.

Sono sette i progetti messi in cantiere per ragazze e ragazzi che vogliano fare per un anno esperienza di servizio civile volontario

Quattro progetti, per complessivi 14 posti, riguardano l’ambito culturale. Vediamoli: il primo prende il nome di  “Un p@trimonio in rete” e riguarda l’impegno nella biblioteca per la catalogazione e la messa on line del patrimonio librario e per la promozione delle attività culturali. Qui sono quattro i posti a disposizione.

Ci sono poi altri quattro posti, sempre in questo settore, con il titolo “La biblioteca inclusiva”. Qui i volontari saranno chiamati a favorire la promozione della lettura verso le diverse fasce di popolazione nonchè l’organizzazione e la promozione di attività culturali.

Un Museo in 3D”, invece, sposta l’interesse nella creazione di nuovi strumenti per la conservazione, la tutela, la valorizzazione in Museo, su tre linee di azione, di attività di conservazione (ordinamento della Fototeca), tutela (ricognizione del materiale archeologico), valorizzazione (ampliamento del pubblico e promozione del patrimonio culturale). Quattro i posti a disposizione.

Al servizio della comunità<br>sette progetti per (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Il progetto “Carte in tavola”, con due posti disponibili, interessa il lavoro all’interno dell’archivio. I volontari saranno chiamati ad operare su due linee di azione con la ricognizione sui fondi archivistici e con la rilevazione della documentazione urbanistica storica per il riordinamento e la valorizzazione del patrimonio documentario comunale.

Nell’ambito dei servizi alla persona sono disponibili invece tre progetti per complessivi 15 posti.

Il primo, dal titolo “Informazione è comunicazione”, si propone di valorizzare e potenziare la comunicazione, analizzando come e quali canali siano più efficaci per un corretto reperimento e passaggio di informazioni, e fornendo gli strumenti più adatti per un approccio autonomo alle notizie. Quattro i posti previsti in questo ambito.

Il secondo progetto si titola “Oltre la scuola: educazione, sport e territorio”. In questo caso le attività intendono facilitare l’incontro e la cooperazione fra le parti in causa nel processo educativo scolastico ed extra-scolastico, nonché analizzare e superare stereotipi e pregiudizi culturali, nonchè immedesimarsi nell’altro, capire e rispettare le differenze. Il tutto per tre volontari.

Dalla famiglia alla comunità di pratiche”. che si sviluppano attraverso una serie di attività e servizi a sostegno dei vari cicli di vita della famiglia: (dal sostegno pomeridiano ai compiti, all’allestimento di uno sportello informativo, dall’organizzazione di percorsi formativi rivolti ai genitori, alla promozione del volontariato o alla realizzazione di attività ricreative) è l’ultimo progetto previsto e, in questo caso, sono attesi otto volontari.

La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al Servizio Civile Nazionale non è ancora stata fissata dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, ma è imminente l’uscita del bando che consentirà agli interessati di inoltrare la domanda ad uno dei progetti. Il servizio avrà una durata di 12 mesi e si articolerà su 30 ore settimanali. Ogni volontario percepirà dall’Ufficio Nazionale un compenso mensile di 433,88 euro.

Per illustrare i diversi progetti e rispondere alle domande dei giovani interessati è stato organizzato un incontro pubblico, giovedì 12 luglio alle 18 nella sede di Informacittà, in Piazzale Trento.

Per informazioni ci si può rivolgere all’ufficio Informagiovani e Città, in piazzale Trento (tel. 0424.519166, e-mail: informacitta@comune.bassano.vi.it) oppure in Biblioteca (tel. 0424.519920 – biblioteca@comune.bassano.vi.it).

Ricordiamo che il servizio civile fu introdotto in Italia nel 1972, relatore il senatore Giovanni Marcora, per quei giovani che si fossero dichiarati obiettori di coscienza.

Nel 2001 fu istituito il servizio civile nazionale non più come alternativo al servizio di leva obbligatorio, ma per uomini inabili alla leva e pure per donne fino ai 26 anni.

Nel 2005 fu sospeso il servizio militare in Italia e con esso il servizio civile obbligatorio per cui fu dato spazio al Servizio civile nazionale come esperienza autonoma e quindi aperto a tutti i cittadini.

 

nr. 26 anno XXIII del 7 luglio 2018

Al servizio della comunità<br>sette progetti per (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar