NR. 37 anno XXIII DEL 20 OTTOBRE 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Estate calda, ma non da record

I valori registrati a Vicenza dall'1 giugno al 30 agosto. Monai (Arpa Veneto): «La stagione potrebbe non essere finita»

di L.P.

facebookStampa la pagina invia la pagina

Estate calda, ma non da record

«Il consultivo potrà essere fatto solamente a fine stagione, ma possiamo già dire che complessivamente si è trattato di un'estate mediamente calda, ma non da record, caratterizzata da numerose precipitazioni nel primo periodo». A parlare è Marco Monai, direttore del Servizio Meteorologico di Arpa Veneto, che ogni giorno monitora tutti i valori registrati dall'Agenzia in tutta la regione, tra cui anche a Vicenza e provincia.

«Non c'è dubbio - precisa Monai - che la tendenza generale degli ultimi anni è quella di estati molto calde e inverni più miti, a conferma che il surriscaldamento complessivo con relativo aumento delle temperature medie in tutti i mesi è un dato ormai acclarato».

In definita che stagione calda ci stiamo lasciando alle spalle per quanto riguarda le temperature?

Estate calda, ma non da record (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Premesso che l'estate non è ancora finita, possiamo dire che i valori medi complessivi sono stati elevati, anche se inferiori rispetto allo scorso anno e soprattutto al 2003, che rimane in assoluto l'anno record storico per il caldo. Sicuramente hanno influito le precipitazioni che mediamente, almeno nella prima parte della stagione, sono state superiori alla media del periodo».

La prima parte dell'estate non è stata così calda, ce lo può confermare?

«È vero, il mese di giugno e le prime due decadi di luglio hanno fatto registrare per diversi giorni temperature anomali, soprattutto in pianura, proprio per le ripetute piogge che soprattutto d'estate abbassano i valori».

Guardando le temperature possiamo dire che agosto è stato in assoluto il più caldo dei tre mesi?

«I valori dicono questo. A livello assoluto possiamo inoltre aggiungere che sino al giorno 24 il mese di agosto era stato probabilmente in assoluto uno dei più caldi della storia, poi però il brusco abbassamento dei giorni successivi (l'intervista è stata realizzata lunedì 27 agosto, ndr.) finirà con l'abbassare la media e quindi sarà possibile fare i calcoli solamente una volta concluso il mese».

È normale che, almeno per quanto riguarda i nostri territori, agosto sia mediamente il mese più caldo dell'estate?

«Le statistiche del passato, ma anche i detti popolari, ci dicono che in molti anni è stato luglio quello più caldo. D'altronde c'è anche il proverbio che dice "la prima acqua di agosto rinfresca il bosco", quasi a testimoniare che il caldo non dovrebbe essere più così intenso. In realtà statistiche alla mano tutto ciò non si è verificato negli ultimi decenni. Ormai un agosto molto caldo non rappresenta più un'eccezione».

Da cosa può essere causato tale cambiamento?

«In realtà c'è una spiegazione scientifica, legata al grande campo dei cambiamenti climatici, dove si evidenzia che soprattutto in estate gli anticicloni classici, quello delle Azzorre e quello africano, stanno diventando sempre più persistenti e duraturi, con la conseguenza di valori elevati per più giorni, alle volte per settimane».

Per le prossime settimane che cosa dobbiamo attenderci?

«Come ribadiamo sempre non è possibile fare previsioni a lunga scadenza, quindi per quanto riguarda il mese di settembre potrebbe esserci in qualche modo un proseguimento dell'estate, anche se distante dai valori record di 36-37 gradi di luglio e agosto. Il fenomeno dell’estate più lunga avvenne nel 2016».

Proprio nel bilancio del meteo relativo all'estate 2016, riepilogato nel sito www.ladomenicadivicenza.it (pubblicato venerdì 23 settembre 2016) sempre su dati di Arpa Veneto, emerse che nei primi 14 giorni di settembre un solo giorno (lunedì 5) la temperatura fu di 29 gradi, mentre in tutti gli altri è stata di almeno 30 gradi, con punte di 33° C e sei giorni consecutivi, dal 9 al 14, con la massima di 32 gradi...

«Si tratta di statistiche reali, che possono essere consultate negli archivi. In effetti due anni fa, numeri alla mano, l'estate proseguì sino a metà settembre. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane».

 

TUTTI I VALORI: RECORD DI 37° C PER DUE GIORNI CONSECUTIVI

GIUGNO 2018

LUGLIO 2018

AGOSTO 2018
  venerdì 1    30°    domenica 1     29°  mercoledì 1    37°  
  sabato 2    30°    lunedì 2     30°   giovedì 2     35°  
  domenica 3    32°    martedì 3   30°   venerdì 3     35° 
  lunedì 4    28°    mercoledì 4  31°  sabato 4     35° 
  martedì 5    31°    giovedì 5  3  domenica 5     36° 
  mercoledì 6    30°    venerdì 6   30°   lunedì 6      35°  
  giovedì 7    29°    sabato 7   32°  martedì 7     36°  
  venerdì 8     26°    domenica 8    32°   mercoledì 8      35°  
  sabato 9    31°    lunedì 9    32°   giovedì 9     33°  
  domenica 10    31°    martedì 10    31°    venerdì 10    33° 
  lunedì 11    33°    mercoledì 11    27°    sabato 11    32° 
  martedì 12    28°    giovedì 12    28°    domenica 12   32° 
  mercoledì 13    29°    venerdì 13    30°    lunedì 13    33° 
  giovedì 14    29°    sabato 14    34°    martedì 14     28° 
  venerdì 15    28°    domenica 15   32°    mercoledì 15   31° 
  sabato 16    30°    lunedì 16     28°    giovedì 16    32° 
  domenica 17    32°    martedì 17     31°    venerdì 17    33° 
  lunedì 18    31°    mercoledì 18    34°    sabato 18    34° 
  martedì 19    32°    giovedì 19    33°    domenica 19   34° 
  mercoledì 20    32°    venerdì 20    34°    lunedì 20     35° 
  giovedì 21    33°    sabato 21    28°    martedì 21    35° 
  venerdì 22    24°    domenica 22    31°    mercoledì 22   35° 
  sabato 23    26°    lunedì 23    31°    giovedì 23    35° 
  domenica 24    26°    martedì 24    33°    venerdì 24    34° 
  lunedì 25    24°    mercoledì 25    33°    sabato 25    25° 
  martedì 26    28°    giovedì 26    33°    domenica 26    23° 
  mercoledì 27    27°    venerdì 27    34°    lunedì 27    27° 
  giovedì 28    28°    sabato 28    34°    martedì 28    31° 
  venerdì 29    33°    domenica 29    34°    mercoledì 29    31° 
  sabato 30    34°    lunedì 30    36°    giovedì 30    30°  
      martedì 31    37°     venerdì 31   31°
  Fonte: dati www.arpa.veneto.it 

Come già avviene da diversi anni il portalewww.ladomenicadivicenza.it ha raccolto, giorno per giorno, tutte le massime rilevate nell'estate 2018 (quella "meteorologica" dal 1° giugno a fine agosto)  nella postazione meteo in località Sant'Agostino, nella zona ovest della città e pubblicate quotidianamente dal sito www.arpa.veneto.it. Nell'elenco che segue abbiamo indicato con il rosso le temperature di almeno 30° gradi centigradi, registrate per 16 giorni nel mese di giugno (con una massima di 34° gradi sabato 30), 26 giorni a luglio e 27 ad agosto. Le temperature massime dell'estate 2018 si sono registrate per due giorni consecutivi, martedì 31 luglio e mercoledì 1 agosto, dove la colonnina del termometro è salita sino a 37 gradi. Dalla tabella qui a fianco curioso rilevare come per un oltre un mese, dal 22 luglio al 24 agosto, con la sola eccezione di un giorno (la vigilia di Ferragosto), la temperatura è sempre stata di almeno 31° C, mentre in assoluto il periodo più caldo si è registrato nelle oltre due settimane comprese tra il 24 luglio e il 10 agosto, nelle quali la colonnina del mercurio non è mai scesa sotto i 33 gradi: oltre alle due punte a 37°C, in altri tre giorni (1 a luglio e 2 ad agosto) si è arrivati a 36 gradi. Ecco i valori del dettaglio.



nr. 30 anno XXIII del 1 settembre 2018



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar