NR. 02 anno XXIV DEL 19 GENNAIO 2019
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Città Europea dello sport”
2018: un anno di iniziative

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Un anno di iniziative per Bassano<br>
“Città Euro

Il 2019 ci lascia alle spalle un anno di grandi soddisfazioni per Bassano sotto l’aspetto della sportività. Il 2018, infatti, ricordiamolo, è stato l’anno in cui Bassano è stata proclamata “Città Europea dello sport”. Tutto è cominciato sabato 8 aprile del 2017 quando la città ha accolto, con una splendida manifestazione, i commissari di Aces (Associazione capitale europea dello sport), arrivati per vedere se davvero Bassano potesse entrare nel novero delle comunità italiane candidate ad ambire il titolo tanto prestigioso. Il risultato di quell’incontro, grazie a tutta una serie di proposte quanto mai allettanti, si è tradotto in successo alla metà del 2017, quando da Bruxelles è arrivato l’ok alla conferma di Bassano come “Città Europea dello sport per il 2018”. Grande fu la soddisfazione espressa dal sindaco Riccardo Poletto, dall’assessore allo sport, Oscar Mazzocchin e dal consigliere con delega ai rapporti con le società sportive, Alessandro Faccio.

Un anno di iniziative per Bassano<br>“Città Euro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) Pronta la risposta a questa conferma, da parte del sindaco che così si espresse: Questo titolo è un risultato che dimostra come Bassano del Grappa sappia affrontare e vincere anche le sfide più difficili e che evidenzia come laddove ci sia un vero gioco di squadra tra le associazioni attive nel territorio, i cittadini, le istituzioni, l’amministrazione e la politica, i risultati arrivino. Un risultato che fa entrare Bassano del Grappa di diritto nella rete dei Comuni virtuosi. Un grazie sentito va a chi ha creduto fortemente in questa impresa. Questo risultato apre una prospettiva nuova per la nostra città, uno scenario europeo che ancora non avevamo esplorato. Bassano del Grappa è conosciuta a livello europeo per molte altre cose, ma ora si apre anche nel campo dello sport intorno al quale c’è un attivismo vero e sentito. L’intero sistema città ha aiutato per il raggiungimento di questo risultato”.

Per l’occasione L'Amministrazione comunale, ha voluto rivolgere un sentito grazie a tutti quei soggetti che avevano lavorato per raggiungere questo ambito traguardo e cioè “i dipendenti comunali dei diversi uffici che, lavorando in sinergia, hanno permesso la redazione del dossier di candidatura; gli sponsor che hanno sostenuto la candidature: Bassano Banca e Sis; il Panathlon di Bassano del Grappa; i ragazzi del Liceo Sportivo Da Ponte, registi di un significativo video che ha fatto da cornice alla candidatura; la Consulta dello Sport che ha creduto fin dall’inizio al progetto di candidatura; tutte le società sportive che hanno sostenuto e credono nei valori dello sport; tutta la città che si è preparata al meglio per affrontare la sfida ed infine la Commissione Europea Aces che ha attentamente valutato e valorizzato la città sotto il profilo sportivo”.

Un anno di iniziative per Bassano<br>“Città Euro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)A chiusura dell’anno trascorso bastano i numeri per capire quanto importante sia stato il 2018 per valorizzare Bassano come “Città Europea dello sport”. Vediamoli: sono state ben 62 le manifestazioni ufficiali organizzate dalle associazioni sportive e tutte patrocinate dall’Amministrazione comunale. A questo vanno aggiunti i quattordici eventi ufficiali master disputati nel corso dell’anno ed ogni evento si è distinto per qualità di partecipazione e di organizzazione. Otto sono stati gli appuntamenti di sport e cultura curati per favorire la diffusine della cultura dello sport tra i giovani. Oltre 40 mila sono state le persone coinvolte nel corso dell’anno tra sportivi e pubblico e l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione 310 mila euro di contributi per le società sportive operanti nel Comune. Nel corso dell’anno poi sono stati ben sei i testimonial ufficiali che hanno dato lustro, con la loro presenza, alle diverse manifestazioni sportive e stiamo parlando di Gabriella Dorio, di Maurizio Viscidi, di Sammy Basso, di Francesca Zara, di Sergio Campana e di Eyob Faniel. Ricordiamo ancora le centinaia di visitatori della mostra “Sport, sportivi e Giochi Olimpici nell’Europa della guerra”, realizzata dal “Memorial de la Shoah” di Parigi ed allestita prima nella Loggetta del municipio e poi nelle sedi dei tre istituti comprensivi di Bassano. Diecimila sono state, inoltre, le presenze, con un record di partecipanti, domenica 16 settembre al Parco Ragazzi del ’99 per la tredicesima edizione della “Città dello sport”, organizzata dall’Amministrazione comunale quale opportunità per diffondere la pratica sportiva, con la possibilità, da parte dei bambini, di provare quaranta discipline, grazie alla presenza di ben sessanta società. La prolifica annata di proposte sportive si è conclusa con il progetto “Campioni tra noi”, in collaborazione con il Panathlon Club Bassano, per trasmettere le esperienze, ai ragazzi del liceo sportivo, di alcuni italiani, campioni a livello internazionale, come Silvio Martinello e Francesco Panetta.

 

nr. 01 anno XXIV del 12 gennaio 2019

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar