NR. 04 anno XXIV DEL 2 FEBBRAIO 2019
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Dalla cultura alla solidarietà

Tutti i premi del San Bassiano

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Premi San Bassiano

Si è ripetuta anche quest’anno, sabato 19, la festa dedicata al Patrono della città, San Bassiano. Stiamo parlando di un santo che con la città ha soltanto l’assonanza con il nome ereditato nel passato. San Bassiano proveniva infatti da Siracusa. Attualmente è patrono, oltre che di Bassano, di Lodi, dove ha ricoperto la carica di vescovo, di Pizzighettone e San Bassano, due Comuni in provincia di Cremona.

Premi San Bassiano (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)È questo un momento in cui l’Amministrazione comunale premia le persone, i gruppi, le associazioni che si sono distinti per il contributo dato alla città con le proprie azioni, il proprio lavoro, le proprie capacità solidaristiche. Cinque i “Premi San Bassiano” distribuiti quest’anno, per l’occasione.

Il primo è andato a Maurizio Viscidi, allenatore di calcio, nonché coordinatore delle nazionali maschili giovanili della Federazione calcio italiana, “uno dei migliori rappresentanti del panorama sportivo bassanese, un uomo che ha dedicato la sua vita ai giovani, alla loro educazione e alla valorizzazione dei loro talenti”, ha spiegato il sindaco Riccardo Poletto.

E sempre, a proposito di giovani, è stato premiato il “Coro Giovani Voci Bassano”, una realtà di grande valenza culturale ed educativa, che in quasi trent’anni di attività ha donato a piene mani entusiasmo, passione ed emozioni.

Un premio è andato poi al Gruppo 8 marzo, nato come coordinamento di gruppi femminili esistenti sul territorio e divenuto motore di attività sociali, culturali e di sostegno a favore della donna, della sua tutela e della sua valorizzazione.

Premi San Bassiano (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Un riconoscimento è stato quindi assegnato all’Associazione Italiana Soccorritori. “È un grazie sentito – ha spiegato il primo cittadino - a quanti, nella nostra città, si preoccupano per la nostra salute e lavorano perché, in caso di necessità, ognuno di noi possa avere gli strumenti migliori per intervenire. Dai corsi per la formazione dei soccorritori alla presenza nelle corsie dell’ospedale, l’AIS è garanzia di serietà e di impegno. Concludo ricordando a tutti, ma non credo ce ne sia bisogno, la preoccupazione vissuta tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre, quando drammatiche condizioni meteorologiche hanno fatto temere per la salvaguardia del nostro territorio e la nostra stessa incolumità. In quei giorni, in quelle ore, le donne e gli uomini del Coordinamento Bassano Emergenze hanno vigilato giorno e notte su di noi, così come fanno da anni le associazioni che compongono questa rete, intervenendo sia in caso di emergenza sia formando la cittadinanza”.

Con il “Premio Città di Bassano” l’Amministrazione comunale quest’anno ha voluto ringraziare tre donne, tre sorelle, che con il loro lavoro contribuiscono da più di vent’anni alla crescita culturale della città portando anche il nome di Bassano in Italia e nel mondo. Le premiate sono state Lavinia, Lorenza e Veronica Manfrotto, titolari della Libreria Palazzo Roberti che con la rassegna letteraria “Resistere” educano le generazioni alla lettura, ma soprattutto aprono alla città un luogo dove incontrarsi e confrontarsi e, in una parola, crescere.

A Luigi Bonotto, infine, è andato il “Premio Cultura San Bassiano”. “Conosciuto in tutto il mondo per le sue collezioni e il suo mecenatismo–ha concluso il sindaco-Luigi Bonotto condivide la sua passione con chiunque ami o desideri conoscere l’arte contemporanea e lo fa mettendo a disposizione opere, risorse e strumenti. Grazie a lui si è fortificato il binomio impresa-cultura, grazie a lui l’ex Macello diventerà un meraviglioso centro culturale”. Entro il 2020 qui dovrebbe sorgere il più prezioso archivio-mostra delle opere del movimento Fluxus. Il vecchio macello ottocentesco, riadattato sapientemente, accoglierà le migliaia di opere dei più importanti artisti di quel movimento che tanto lustro ha dato al nuovo linguaggio artistico mondiale.

 

nr. 03 anno XXIV del 26 gennaio 2019

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar