NR. 06 anno XXIV DEL 16 FEBBRAIO 2019
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Tutti i cantieri aperti
per migliorare la città

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

cantieri aperti

Alla vigilia dell’uscita di scena, per fine mandato, dopo avere ripetutamente assicurato che non si presenterà come candidato alle prossime elezioni comunali di primavera, il sindaco Riccardo Poletto fa il punto degli interventi, relativi ad opere pubbliche, portati a compimento, o avviati, nel corso del 2018. Della sofferta vicenda del Ponte Vecchio abbiamo già avuto modo di scrivere a lungo nei mesi scorsi. Dopo il ritiro dei lavori alla ditta Vardanega, colmo di strascichi giudiziari, la Inco di Pergine Valsugana, che l’ha sostituita, sta lavorando sodo per cercare di recuperare parte del prezioso tempo perso. Sempre a proposito della ditta Vardanega resta in piedi la vicenda del Polo Museale S. Chiara, avviato da quella stessa ditta e mai ultimato e rispetto al quale si stanno completando le perizie e le contabilizzazioni dello stato di consistenza del cantiere. Dopo questa fase di approfondimenti burocratici si passerà al nuovo affidamento.

La lista delle opere pubbliche realizzate e iniziate nel corso dell’anno si è allungata notevolmente: è stato completato il lavoro di restauro del Palazzo Sturm, che ha restituito nuovi spazi espositivi e affreschi fino ad oggi sconosciuti; sono stati completati gli interventi su Villa Serena e progettati ulteriori miglioramenti; saranno pronti a breve i primi appartamenti Erp (edilizia residenziale pubblica) che sono in ristrutturazione. Si tratta di 36 alloggi sfitti da numerosi anni che potranno essere assegnati ad altrettanti nuclei familiari. Altro intervento effettuato è stato quello relativo al miglioramento dell’illuminazione pubblica. Tra quanto realizzato e quanto messo in gara, si parla di diverse centinaia di migliaia di euro. Oltre un milione di euro è stato messo a disposizione, dall’Amministrazione comunale, del Comitato di Quartiere Prè per la nuova sede e per la realizzazione di strutture sportive al passo con i tempi. Sono state finanziate anche nuove opere per la sistemazione dell’ex caserma Fincato, al Ca’ Sette. Con 600 mila euro si provvederà all’adeguamento sismico. Attualmente l’ex caserma dell’aeronautica, accoglie le strutture della Protezione civile e, con questo intervento, saranno raddoppiate le possibilità di sfruttare i tanti spazi ora vuoti o non agibili. Si sta per concludere poi l’implementazione della sezione del Museo Civico dedicata alla storia della Città.

cantieri aperti (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Sono in fase di completamento i lavori di sistemazione degli impianti del Palasport 1. Qui, dopo aver rifatto la pavimentazione, si passerà alla sistemazione del tetto di cui è partita la progettazione. Stanno partendo anche gli iter progettuali di altre opere tra le quali la salita Margnan e il parcheggio in zona Trinità lungo via Colbacchini..

Un’attenzione particolare voglio riservare alle nostre scuole - afferma il sindaco Poletto - per le quali facciamo di tutto per garantire sicurezza, accessibilità senza barriere architettoniche, sostenibilità energetica e comfort. Sono stati svolti interventi alle scuole medie Vittorelli, Don Gnocchi e all’asilo nido di via Chini e altri sono già stati messi in gara, come nel caso della scuola Mazzini sulla quale si investe poco meno di un milione di euro. Altri ancora sono in progetto per la scuola Giovanni Pascoli”.

Contributi straordinari – aggiunge il primo cittadino, sempre parlando di scuole - oltre a quelli già previsti, sono stati erogati a fine anno anche per le apparecchiature didattiche, tecnologiche e per le varie attività, raggiungendo cifre mai viste in precedenza”.

Due importanti opere pubbliche sono seguite passo passo, pur non essendo di gestione comunale, dall’Amministrazione e cioè il Tempio Ossario e la Superstrada Pedemontana Veneta. Il primo è di competenza del Governo nazionale e la seconda della Regione Veneto. “Entrambe – dice Poletto - accusano dei ritardi per cause diverse. Il nostro impegno è di monitorare la situazione per stimolare miglioramenti, efficienza e velocità, in spirito di collaborazione con le istituzioni preposte. Per la costante apertura del Tempio Ossario vanno ringraziati l’associazione Fanti, Onor Caduti ed il Comitato per la riapertura”.

Si sono conclusi, infine- conclude il sindaco – i lavori di viale Scalabrini salvando gran parte delle alberature, coniugando conservazione del paesaggio e del verde con la percorribilità dei marciapiedi. È in partenza una sistemazione straordinaria dei marciapiedi che sono stati trascurati per troppi anni e che con l’invecchiamento progressivo della popolazione rischiano di non svolgere adeguatamente la loro funzione. Prenderanno a breve il via due rotatorie attese in corrispondenza di due incroci problematici, mi riferisco all’incrocio tra via SS. Trinità, viale Vicenza e via Foza e a quello tra via Ca’ Rezzonico, via Ca’ Baroncello e viale Parolini”.

 

nr. 05 anno XXIV del 9 febbraio 2019



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar