NR. 10 anno XXIV DEL 16 MARZO 2019
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Quando l'amore
ha bisogno di aiuto

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

Strocchi

Nella sua lunga esperienza professionale, quando capisce che una persona ha bisogno d'aiuto?

Strocchi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)"La risposta è molto più semplice di quanto si possa immaginar: quando continua a ritrovarsi in una situazione sempre uguale e senza trovare soluzioni. In gergo tecnico si chiama coazione a ripetere".

Il titolo del libro non le sembra estremo? Tra i due poli opposti ci sono molte sfumature...

"Certamente, infatti esistono le sfumature perché, paragonando la patologia psicologica alla febbre, 37 è un'alterazione mentre 40 è più problematica. Nel libro ho voluto rendere consapevoli i lettori che non esiste una dicotomia tra normali e pazzi ma ci sono le personalità disturbate che si trovano nella linea di mezzo, border line, che possono spiegare i fatti di cronaca altrimenti inconcepibili: madre uccide il figlio... in preda all'ira stermina la famiglia... oppure persona mite uccide la moglie e si uccide.

Quanto è importante conoscere bene la materia per poter dare un aiuto?

"Conoscere queste problematiche è importante sia per chi si trova coinvolto in relazioni con personalità disturbate, che si libera dai sensi di colpa che prova nel momento in cui non riesce a stabilire rapporti soddisfacenti con loro, e che comunque si trova a subire dal partner, sia per coloro che ne sono affette. La consapevolezza aiuta a capire e a cercare di farsi aiutare per vivere un'esistenza più serena. Naturalmente tutti si possono riconoscere in ogni disturbo, per cui è opportuno non allarmarsi. Le problematiche sono costanti in molte aree e impediscono non solo relazioni soddisfacenti, ma pregiudicano la qualità della vita".

Strocchi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Quali sono i problemi e le situazioni che riscontra più spesso tra i suoi pazienti?

"Problemi sentimentali, di coppia, familiari e affettivi. Se ci riflettiamo, anche i problemi lavorativi sono legati a situazioni più o meno affettive data la continuità di rapporti. In definitiva, l'amore e le relazioni sono fondamentali nella vita di ogni persona".

C'è ancora in molte persone la vergogna, lo stigma, di andare in terapia per paura di essere considerati "pazzi"?

"Purtroppo sì, molti continuano a pensare così anche se, in realtà, la persona consapevole delle sue difficoltà potrà più facilmente superarle".

Al di là dei termini tecnici, quanto conta il lato umano che si instaura nel suo rapporto con le persone?

"Il lato umano è fondamentale: lo psicoterapeuta deve ascoltare senza giudicare, offrendo ai pazienti la possibilità di diventare consapevoli e fornendo tecniche per superare i problemi, piccoli o grandi che siano".

 

Maria Cristina Strocchi è psicologa e psicoterapeuta. Ha conseguito un master in sessuologia clinica. Attualmente è docente di scuola superiore, insegna nelle scuole di specializzazione post laurea ed è supervisore dell’A.I.A.M.C. (Associazione Italiana di analisi e modificazione del comportamento e Terapia Comportamentale e Cognitiva, con indirizzo di psicoterapia cognitivo comportamentale). È perito del Tribunale Ecclesiastico Triveneto. Tiene corsi e seminari sulla coppia, sull’autostima e sulla sessualità e scrive per numerose riviste e quotidiani nazionali e locali.

 

nr. 09 anno XXIV del 9 marzo 2019
Strocchi (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)

 



« ritorna

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar