NR. 15 anno XXIV DEL 20 APRILE 2019
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Parcheggi in città

Protestano i commercianti

di Gianni Celi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Parcheggi in città

Il tema dei parcheggi a Bassano è sempre uno dei più dibattuti per tutta una serie di problematiche che emergono di volta in volta. Partiamo allora dai dati che fornisce il Comune sulla loro presenza sia numerica che geografica. Cominciamo dal più centrale, che è quello de “Le piazze” sorto nell’area del vecchio ospedale, in Viale delle Fosse. Qui sono ben 420 i posti disponibili, e tutti a pagamento, dalle 8 alle 20 e liberi nel corso della notte. Il più frequentato è sicuramente il parcheggio “Prato1”, in Prato Santa Caterina, con 294 posti a disposizione, gratuiti, che diventano 194 in caso di manifestazioni. Poco discosto sorge “Prato2” con 172 posti gratuiti, aperto dalle 7 alle 21,30, con la possibilità di azionare la sbarra anche dopo le ore notturna per uscire. È poi la volta del parcheggio “Il ponte” nell’interrato di Piazzale Cadorna, con i suoi 279 posti a pagamento. In Viale de Gasperi ecco il parcheggio che sorge accanto a Casa Gerosa ed è servito da un bus che porta fino al centro della città. Qui i posti, tutti gratuiti, sono 249 e c’è anche lo spazio per i camper. Gratuiti sono anche i 110 posti del “Parcheggio Angarano”, attiguo al cimitero. A pagamento sono invece i pochi posti di Via Marco Sasso, a due passi dal Ponte della Vittoria. Infine c’è il “Metropark”, vicinissimo alla stazione ferroviaria, gratuito e con la disponibilità di 98 posti.

Parcheggi in città (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)La Confcommercio, su questo argomento ha preso posizione più di una volta ed ora a sfogare il rammarico della categoria ci pensa il vicepresidente della delegazione comunale di Bassano, Romano Zanon.
“Mi ero ripromesso di non parlare più dei parcheggi del centro storico – esordisce - perché non dovrebbe più essere un problema, ormai dovrebbe essere un fatto acquisito e non una questione aperta. Ma così non è. Negli ultimi mesi abbiamo visto un arcobaleno di strisce colorate, un circo di colori che mutano e si sovrappongono in un numero chiuso di posti auto che non cresce, anzi, risulta diminuito dalla liberazione del Castello, quasi fosse una conquista.     Eppure, questo spazio tuttora vuoto ha causato una serie di movimenti che non hanno prodotto la quadratura del cerchio: il problema dei parcheggi rimane irrisolto. Irrisolto a partire da una prospettiva di accoglienza turistica come pure dal punto di vista dei residenti e di chi lavora in centro, delle mamme con i passeggini, i bambini, le borse; però le inutili giostre restano a far da padrone per due mesi l’anno in Prato Santa Caterina”.
“Le carenze sono di due tipi aggiunge Zanon - l’insufficienza dei posti auto e la mancanza di un vero sistema parcheggi. La capienza, se a Bassano risulta eccessiva in una qualunque giornata di pioggia, è decisamente sottostimata nei weekend di sole o durante una qualsiasi delle tante manifestazioni organizzate durante l’anno. Manca un polmone che faccia respirare la città anche quando è gremita di persone”.

La lamentela del vicepresidente della Confcommercio bassanese affronta poi un altro cruccio: “E quelli esistenti? Chi li conosce? – afferma - Come faccio a sapere dove sono i parcheggi e quanti posti sono ancora liberi? Questi sono i legittimi dubbi del turista, del semplice avventore o del possibile cliente che non si placano scrutando i tabelloni spesso mal funzionanti. A questa domanda può rispondere solo un sistema integrato che tracci un percorso, semplice e rapido, verso le zone adibite a parcheggio; un’indicazione in tempo reale che mi dia i dati fondamentali: dove, come raggiungerlo, quanto costa, coperto o all’aperto, sorveglianza o meno. Questo si può ottenere solo attraverso una app intelligente e un telepass che mi permettano di pagare senza code, monete, biglietti e che mi permetta di prolungare la mia presenza in città con un semplice click, quello che credo si chiami Smart City e in Bassano non ve n’è traccia. Non solo. Sappiamo che in centro i negozi, i locali, i servizi e le persone stesse si muovono seguendo le due assi principali, est/ovest e nord/sud, formando degli aggregati di attività che non possono mancare di parcheggi di vicinanza con sosta breve per l’acquisto veloce, l’operazione in banca, la pratica in ufficio, il carico - scarico delle merci”.

A proposito di parcheggi l’Amministrazione comunale ha introdotto una novità in quello centralissimo de “ Le Piazze”. Adesso qui  si potrà pagare la sosta evitando il passaggio alle casse: basterà avvicinare il bancomat o la carta di creditocontactless alle colonnine di ingresso, senza ritirare il biglietto cartaceo e al momento dell’uscita, con la stessa modalità, pagare l’importo dovuto. Si tratta di un sistema semplice, reso possibile dalle innovazioni tecnologiche introdotte negli ultimi mesi. Sarà in ogni caso naturalmente possibile utilizzare anche la modalità consueta di ritiro del biglietto cartaceo con pagamento alle casse. In questi giorni sono stati avviati anche i lavori di posizionamento della nuova segnaletica di orientamento interno per una migliore    fruizione oltre che di indirizzamento degli utenti verso il centro città o verso la stazione ferroviaria.

 

nr. 14 anno XXIV del 13 aprile 2019

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar