NR. 21 anno XXVI DEL 23 MAGGIO 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Veneto verso
la zona bianca

facebookStampa la pagina invia la pagina

Veneto verso <br>
la zona bianca

Il Paese riparte, alza altre saracinesche, guadagna un po' di libertà. Il governo ridisegna il cronoprogramma riaperture alla luce del miglioramento dei dati epidemiologici. La sfida sul rischio calcolato di Mario Draghi è stata vinta. Al palo restano le discoteche; solo il primo luglio riusciranno ad aprire le piscine coperte; nulla cambia sul fronte visite a parenti ed amici: il limite delle 4 persone resta. Dunque, l'approccio del governo rimane lo stesso: un passo alla volta. Ma la svolta è innegabile.
Il governo ha fissato tre date per arrivare all'eliminazione del coprifuoco: dal 19 maggio possiamo rientrare a casa un'ora più tardi: il coprifuoco scatta, infatti, dalle 23 e termina sempre alle 5. Dal 7 giugno coprifuoco dalle 24. Il 21 via tutto. Ma il Veneto gioca d'anticipo e dirà addio a coprifuoco già dal 7 giugno, quando dovrebbe diventare regione bianca. Contenti i cittadini, soprattutto per quel che significano le nuove disposizioni: ovvero che la morsa del virus sta allentando in maniera importante. Contenti bar e ristoranti, che presto potranno anche ospitare gli avventori pure dentro i propri locali. Era il 2 marzo 2020 quando cominciava l'era del caffè solo al tavolo. 1 giugno 2021: si tornerà a prendere il caffè anche al bancone del bar. E tornerenmo a sederci all'interno del ristorante: non saremo più costretti a controllare in maniera maniacale le previsioni del tempo.
Per bar e ristoranti si apre dunque una finestra in più; poi riprenderanno le feste e i banchetti del dopo cerimonia, dal 15 giugno, con ospiti provvisti di green pass. Ma la squadra – spiegano da Confcommercio - non è completa. Mancano all'appello le discoteche.


nr. 21 anno XXVI del 23 maggio 2021



- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar