NR. 36 anno XXII DEL 14 OTTOBRE 2017
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Giorno zero.
Le emozioni della poesia

L'esordio letterario di Edoardo Gallo

di Alessandro Scandale

facebookStampa la pagina invia la pagina

Giorno Zero

Dal crine del monte urlo emozioni

che riempiono la valle di echi,

e tornano, e mi accarezzano… e mi baciano

Ed è luce

e tu sorridi

 

Giorno Zero (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Sono le parole finali della poesia Ed è luce, che fa parte dell'esordio letterario del poeta vicentino Edoardo Gallo nel suo libro Giorno Zero (Edizioni Liberodiscrivere, Genova) che, dopo alcune serate molto partecipate a Vicenza e dintorni, sarà di nuovo presentato venerdì 13 ottobre alle 18.30 all'antico panificio Menardi in stradella del Garofolino a Vicenza. Un esordio fortunato e sorprendente, da parte di un autore che ha avuto il coraggio di cimentarsi in un genere difficile come quello della poesia, da molti considerato di nicchia ma anche capace di regalare profonde emozioni. "Già dalla lettura di questa prima poesia, Ed è luce, mi sono resa conto di trovarmi in un luogo di emozioni forti, bagliori, movimenti dell’animo che dipingono la quotidianità, e rappresentano momenti vulcanici, talvolta imprevedibili - scrive Grazia Apisa nella prefazione del volume - irrompono con la forza istintiva che rende un istante nella sua unicità irripetibile. Difficile commentare, talvolta impossibile… Occorre invece affidarsi allo stupore del poeta che illumina ogni suo scritto di quell’ardore unico che lo traversa... Si comprende già ciò che il poeta vive e crede essere poesia, infinito: Il sentire al di là di ogni conoscenza o sapere. Il sentire è fondamento di ogni poetare. Il sentire è la radice dell’infinito. Edoardo Gallo è il poeta che rinuncia alla parola, sua prima e fondamentale espressione, poiché la parola non può più raggiungere il suo sentire".

Recentemente invitato come poeta emergente alla decima edizione del Festival della poesia di Caorle Flussi Diversi, Gallo ha donato al Comune di Caorle una poesia "Ed il mare attende" che verrà presentata alla cittadinanza dal sindaco ed dal consiglio comunale. La sua poesia "A me importa" diviene una canzone ed entra nel circuito "CanzonePoesia" del poeta padovano Piero Olmeda in collaborazione col poliedrico artista Sandro Saccocci. Collabora con i maestri musicisti Vicentini Dal Bianco e Laudanna e con lo scultore Giuseppe D’Angelo; quest'ultimo ha voluto abbinare alcune poesie a delle proprie sculture. Da quest'anno è coinvolto in una collaborazione artistica con l'artista vicentino Andrea Marchesini - sua l'opera ritratta in copertina del libro - su un progetto di fusione tra le arti dove pittura poesia e musica dialogano in totale armonia ed unite insieme portano lo spettatore ad un forte coinvolgimento emozionale. "Un incontro che ha dato vita ad un'interessante collaborazione artistica - racconta Gallo - . Pittura e Poesia hanno trovato il giusto incastro, la più naturale coesione. Quell'innamoramento spontaneo tra le arti.

Senza innamoramento nulla somiglia al bello e senza bellezza nulla arriva al cuore. Senza emozione non c'è trasporto e tutto resta arido e imbrigliato. Ecco invece che la pittura di Andrea e la mia Poesia si sono spontaneamente trovate e prese per mano ed hanno iniziato a passeggiare per conoscersi. Poesia come nutrimento essenziale al vivere che "rinuncia" alla parola per lasciare posto al sentire. Quando ho incontrato Andrea il nostro capirci è stato immediato, così come le nostre arti hanno subito trovato una nuova via per esprimersi, per farsi guardare e capire con e da nuovi occhi ed ispirare nuovi pensieri. Pittura e Poesia insieme come passepartout per qualsiasi porta, per ogni percezione. Ed ecco che Giorno Zero ha trovato la sua naturale copertina. Un'opera fortemente simbolica che Andrea ha intitolato "Sapiens", nella quale il colore rosso rosa è anima ed al suo centro un uomo pensa seduto sul nulla. Pensare seduto sul nulla come ogni poeta quando cerca la sua poesia. Quel "Nulla" che è "Tutto". Il primo punto di contatto della collaborazione tra Gallo e Marchesini è dunque l'Opera "Sapiens". Le loro recenti collaborazioni sono stati il 1' settembre presso l'atelier L'Idea di Vicenza all'intero della mostra "Regeneration" ed il 10 settembre nella Chiesa di San Vincenzo in Piazza dei Signori con inaugurazione della personale "Per addizione e sottrazione". Il 23 novembre avverrà la presentazione ufficiale di Giorno Zero a Genova, città della casa editrice Libero di Scrivere nella Stanza della Poesia di Palazzo Ducale nel cuore della città e luogo da sempre sacro per gli artisti. In quell'occasione sarà presente anche la poetessa e filosofa genovese Grazia Apisa che è stata di grande importanza e ispirazione per il poeta vicentino e che ha scritto la prefazione del libro.

Giorno Zero (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Una mattina ti svegli al solito modo che da sempre avviene ma quella è una giornata diversa - scrive Gallo in Sono solo coincidenze, testo di appendice al suo libro - . Non lo sai ancora ma qualcosa muta il tuo destino. Sono solo coincidenze che capitano ma se le sai cogliere fioriscono parole inaspettate, parole che accarezzano altre parole e trovano l’onda buona increspata quel tanto che basta per fluire dolce su altre onde ed andare ad adagiarsi sulla spiaggia che si sogna che si è sempre cercata. Il destino muta improvvisamente la tua vita ed è come svegliarsi da un lungo sonno. Ecco allora che è come se imparassi a parlare per la prima volta. Fino pochi istanti prima eri praticamente muto ed emettevi solo grugniti, gemiti, monosillabi, perché la tua lingua non era coordinata con la bocca, con il respiro, con la mandibola, con le labbra. Eri come paralizzato. Ecco quelle parole che ora suonano chiare dalla tua bocca sono le verità che dentro di noi riposano. Grandi poeti hanno cantato parole introvabili ed hanno creato intrecci unici e preziosi come un tappeto di seta, intrecci folli che portano chiunque oltre la soglia dell’emozione, oltre il varco del conosciuto. Nel leggerle nell’immersione del contesto puoi trovare qualcosa di tuo e puoi raccogliere il bocciolo dell’essenza prima che il fiore sbocci, prima che tutto somigli a qualcosa di noto. Ecco lo stupore che dovrebbe resistere alla noia, al conosciuto, come vedere il mare sempre come fosse la prima volta. Stupore e incredulità. Ma la parola porta con se comunque travagli ed è fedele allo stato d’animo di chi calligrafa e cambia, muta. Quando il pensiero arriva lo si deve cogliere perché un attimo dopo è già perduto come avviene per alcuni sentimenti, per alcune persone quando si trovano davanti qualcosa di grande, immenso e fuggono impaurite. Il poeta spesso si lascia trasportare dal suono dei suoi pensieri ed entra in un’altra atmosfera, un altro stato: un oblio fatto di livelli mobili, alti e bassi, ampi e stretti, lenti e veloci proprio come sono le onde.

Edoardo Gallo nato a Vicenza nel 1970, dirigente commerciale in un'azienda dell’alto vicentino, è attivo nel sociale è membro del consiglio direttivo dell’Associazione Casa Speranza per la quale nel 2015 collabora alla stesura e pubblicazione del libro "Incrosà coi Mussi" per il ventennale di fondazione. Scrive sin dall’adolescenza poesie e testi poetici. Di recente pubblicazione tre libri in forma collettiva con la casa editrice Pagine srl di Roma e nel marzo di quest’anno esce con Giorno Zero una raccolta di 70 poesie ed un testo poetico “Andar per scrivere”. Partecipa ad alcuni concorsi nazionali ed internazionali e riceve diversi premi e riconoscimenti. Il più recente ed importante premio è la Menzione d’Onore al Premio Internazionale Città di Galateo quinta edizione assegnata a Giorno Zero, premio ritirato il 30 settembre. Viene invitato come poeta emergentee alla decima edizione del Festival della poesia di Caorle Flussi Diversi dello scorso agosto, tra le manifestazioni più importanti e riconosciute in Italia che annovera la partecipazione ad edizioni precedenti di poeti illustri come Andrea Zanzotto e il vicentino Fernando Bandini.

Abbiamo incontrato Edoardo Gallo.

Giorno Zero (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)

continua »

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar