NR. 27 anno XXIII DEL 14 LUGLIO 2018
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

È solo Poesia

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

È solo Poesia

Cosa significa per lei questa conferma, dopo il successo del primo libro?

È solo Poesia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)"Una bellissima sorpresa. Non ho mai cercato il successo ma piuttosto la condivisione di emozioni attraverso la poesia. Sapere che molti gioiscono, si emozionano e provano sentimenti anche profondi nel leggere le mie parole è il più grande successo che si possa augurare. Attraverso questa condivisione ci possiamo ritrovare e così non c’è più distanza tra chi scrive e chi legge. Ci si intende subito senza parlare perché aprire il libro è come un cenno d’intesa fatto con lo sguardo e si è subito in sintonia. Ci ritroviamo in contatto senza neppure conoscerci, senza vederci".

Come riassume il senso di questa sua seconda raccolta di poesie?

"È Solo Poesia è il titolo anche di una poesia dall’anima ironica che ho voluto facesse da specchio a questo mio secondo libro. Perché molti, troppi, credono che la poesia sia inutile e rappresenta un nucleo di gente debole, fragile. Oppure in molti leggono poesie ma senza dirlo quasi provassero vergogna di farsi riconoscere. In realtà tutto è poesia e tutti ne hanno un gran bisogno; soprattutto coloro che un po’ la negano. Mi sono molto soffermato sul senso del tempo e dell’amore. Ho divagato su ciò che vedo e provo in questo periodo tanto frenetico quanto caotico.

Caos, il tempo è ritmo, se il tempo fosse sabbia, una splendida giornata; per citare alcuni titoli.

È solo Poesia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Ho cercato di rappresentare l’incontro che ti cambia la vita anche quando tutto sembra già definito. Ho nominato il sogno quale compagno di strada e come elemento straordinario di realtà. Ho ricordato mio padre in qualche verso".

Nelle recenti presentazioni del libro a Vicenza ha inventato la simpatica iniziativa "Goccia di poesia", in cosa consiste?

"Nasce dal desiderio di lasciare qualcosa a chi partecipa ad una mia serata. Perché ciò che più mi preme è che le persone portino a casa una poesia pescandone a caso tra quelle contenute dentro ad un contenitore. Il contenitore rappresenta il Tutto mentre la poesia che pescheranno è l’Elemento. Il Tutto è la vita, siamo noi col nostro cosmo interno, è il cosmo fuori di noi. L’Elemento è l’essenza della vita, è quella parte in noi senza la quale non potremmo essere tali, è quel qualcosa che ci rende unici e che se la cogliamo possiamo conoscere noi stessi veramente. Scegliendo a caso la propria Goccia di Poesia in realtà è l’Elemento che ci sceglie affinché possiamo diventare Tutto".

Di recente ha partecipato con successo alla prestigiosa rassegna Poetry Vicenza 2018: che emozioni le ha suscitato?

È solo Poesia (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)"Voglio innanzitutto ringraziare Marco Fazzini, direttore artistico di Poetry Vicenza, che mi ha dato la possibilità di poter esprimere la mia poesia nella mia città natale. Il 5 maggio scorso alla Qu.bi. Gallery è stata una serata di forti emozioni condivisa con quel grande musicista che è Giuseppe Laudanna che ha saputo interpretare e mettere in musica le mie poesie. Sto con lui progettando un Cd dove Poesia e Musica, Parole e Note si fondano dando vita ad un nuova forma di comunicazione. Mi auguro con tutto il cuore che Poetry Vicenza veda la 5ª edizione".

Anche in questo secondo libro ha ribadito la collaborazione con l'artista Andrea Marchesini. Poesia e arte dialogheranno sempre tra loro?

"Credo profondamente nel dialogo tra le arti. La comunicazione deve quasi essere esasperata e solo così la voce arriverà alle orecchie anche dei più sordi. Abbiamo necessità di bellezza e di romanticismo, di tornare a perderci, di passione, di semplicità, di essere leggeri e determinati come scrivo nel mio logo in quarta di copertina. Ho avuto la fortuna e l’onore di poter avere grandi collaborazioni e certamente quella con Andrea Marchesini è oramai un sodalizio artistico.

La sua pittura e la mia poesia dialogano in modo quasi ossessivo e le copertine di Giorno Zero e di È Solo Poesia lo evidenziano con prepotente chiarezza. Vorrei inoltre citare la mia prossima collaborazione con il famoso espressionista partenopeo Francesco Caliendo, che si è riconosciuto nella mia poesia tanto da volere che alcune poesie dessero parola alle sue opere nel suo prossimo catalogo. Un'anticipazione... a novembre sarà per la prima volta a Vicenza con un’importante personale e la mia Poesia sarà al suo fianco".

 

nr. 26 anno XXIII del 7 luglio 2018



« ritorna

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar