NR. 17 anno XXVI DEL 25 APRILE 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Noi, testimoni degli ultimi istanti”

Pneumologia è un reparto d'assalto dove i ricoveri per covid non diminuiscono. E gli esiti più drammatici che culminano nella morte vengono condivisi dai familiari in un percorso di lutto guidato dal primario

facebookStampa la pagina invia la pagina

“Noi, testimoni degli ultimi istanti”

Lastre e tac svelano il destino del malato. La radiografia è il vaticinio di un futuro spesso troppo breve. In pneumologia il covid non fa sconti. Reparto d'assalto dove i 20 letti sono tutti occupati. Qui la morte non è un tabù.
Il primario di Pneumologia del San Bortolo Giuseppe Idotta condivide con i familiari le scelte drammatiche, quando la ventilazione meccanica diventa accanimento terapeutico. Il paziente allora viene sedato e accompagnato a una morte dignitosa.
E sulla scrivania del primario è aperta l'agenda delle telefonate: ai figli, alle mogli, ai mariti che non possono entrare in reparto a dare l'addio al proprio caro. Il medico li chiama per raccontare gli ultimi istanti di una vita che si spegne.
Il primario diventa una sorta di guida psico – spirituale verso il regno delle ombre. Con le sue spiegazioni aiuta elaborare il lutto in un tragitto di assuefazione al dolore.
Durante il giorno in corsia e alla sera al telefono con i familiari.
La soglia della stanchezza è stata superata assicura lo pneumologo per il quale ormai il tempo è condensato in un unico interminabile “oggi”.


nr. 16 anno XXVI del 18 aprile 2021

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar