NR. 41 anno XXVIII DEL 25 NOVEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Fermo tutto il nord ma poco vicentino

Blocco totale della circolazione domenica 28 febbraio a Vicenza, ma nessun altro comune berico sembra partecipare alla giornata ecologica

facebookStampa la pagina invia la pagina

Fermo tutto il nord ma poco vicentino

Domenica 28 febbraio sarà blocco totale della circolazione. Vicenza, che alla data del 17 febbraio ha raggiunto le 35 giornate di superamento del valore limite di 50 microgrammi di pm10 per metro cubo d'aria, aderisce infatti allo stop che attueranno contemporaneamente quasi cento amministrazioni comunali, in particolare del nord Italia.

Il divieto in città riguarda l'utilizzo di tutti i veicoli a motore dalle 9 alle 18 nella stessa area già interessata nei giorni feriali dal blocco dei mezzi più inquinanti. Domenica 28 febbraio potranno circolare soltanto i veicoli alimentati a gpl o a gas metano, i veicoli ad emissione zero o ibridi, purché funzionanti a motore elettrico, e poche altre tipologie di mezzi descritte nell'ordinanza.

«Questo blocco - commenta l'assessore all'ambiente e alla viabilità Antonio Dalla Pozza - non era previsto nei nostri programmi, ma abbiamo accolto di buon grado l'invito dei sindaci Moratti e Chiamparino con l'auspicio che ci sia grande adesione anche da parte degli altri Comuni d'Italia. Purtroppo nel Vicentino pare non sarà così, forse perché su questi temi sono scarsi gli stimoli da parte dell'ente provinciale. Invito i cittadini a lasciare l'auto a casa anche se non vivono all'interno della zona interdetta e a cogliere lo spirito di una giornata ecologica che rappresenta finalmente un segnale forte al Governo da parte di una comunità vasta. Ci aspettiamo risposte concrete e risorse finanziarie per interventi come la sostituzione dei mezzi più inquinanti, incentivi alla rottamazione per chi acquista mezzi ecologici, investimenti per l'energia pulita, aiuti alle aziende per ridurre le emissioni inquinanti, linee guida univoche per le azioni contro l'inquinamento che si dovranno programmare l'anno prossimo».

Il divieto vale per il centro e per buona parte dei quartieri di San Pio X, Stanga, San Francesco, Laghetto, Villaggio del Sole e San Lazzaro, Pomari e del Mercato Nuovo, per una superficie di territorio pari al 51 % di quello cittadino dove risiedono 77 mila vicentini.


Centrobus e autobus Aim

Per ridurre i disagi del divieto domenicale, il Comune ha concordato con Aim di potenziare e rendere più accessibile il servizio di trasporto pubblico.

Per i servizi del Centrobus (parcheggio più navetta)  è stata fissata una tariffa unica di 2 euro che comprende il parcheggio dell'auto e il viaggio andata e ritorno in navetta per un massimo di cinque persone.

Inoltre il servizio Centrobus sarà potenziato al mattino, con corse ogni 20 minuti per quanto riguarda la linea 10 Stadio - Cricoli, dalle 8.50 alle 13.40, e per la navetta Farini - Duomo, dalle 9 alle 12, che si intervallerà con le corse della linea 7 garantendo partenze dal parcheggio Farini ogni 15 minuti.

Nel pomeriggio, le navette in partenza dai parcheggi Stadio, Cricoli, Farini e dal Duomo garantiranno corse ogni 10 minuti, fino alle 20.10 per la linea 10 Stadio - Cricoli e fino alle 19.30 per la navetta Farini - Duomo.

Inoltre sarà potenziata rispetto al normale servizio festivo la linea 1 nella tratta via Moneta - Stanga, con corse ogni 15 minuti al mattino e ogni 10 minuti dopopranzo.


 

Chi può circolare

Domenica 28 febbraio, oltre ai veicoli alimentati a gpl o a gas metano, i veicoli ad emissione zero o ibridi purché funzionanti a motore elettrico, potranno circolare con autocertificazione o apposita certificazione, i veicoli dei portatori di handicap, quelli che trasportano malati gravi o persone da sottoporre a terapie, cure, analisi o visite mediche; i mezzi delle persone che assistono ricoverati in luoghi di cura, nei servizi residenziali, a domicilio; i veicoli al seguito di matrimoni, funerali o altre cerimonie religiose; chi deve raggiungere una farmacia di turno all'interno del perimetro (con autocertificazione o ricetta medica); chi accompagna o va a prendere persone alla stazione dei treni o delle corriere (con autocertificazione o biglietto); gli ospiti degli alberghi dell'area vietata per quanto riguarda il percorso per e dalla struttura (con copia della prenotazione); i veicoli con targa estera e targa E.E. (escursionisti esteri); i turnisti residenti o che lavorano nell'area interdetta, con turno non sufficientemente coperto dal servizio di trasporto pubblico; i mezzi utilizzati dai giudici di gara per recarsi alle competizioni, quelli dei sacerdoti e ministri di culto per gli adempimenti del proprio ministero, i veicoli che trasportano almeno 4 persone per l'accompagnamento di atleti verso strutture sportive (con autocertificazione e attestazione degli orari di gara da parte del rappresentante della società sportiva). Ancora, potranno circolare i mezzi dei corpi e servizi di polizia, i mezzi di soccorso e dei medici in servizio di visita domiciliare, i veicoli di paramedici e tecnici ospedalieri o di case di cura in servizio di reperibilità, i mezzi di associazioni che svolgono assistenza sanitaria o sociale, i veicoli che trasportano pasti confezionati per mense e comunità.

Circolazione consentita anche agli autobus di linea, ai bus turistici, ai taxi e alle vetture in servizio di noleggio con conducente, ai mezzi del pronto intervento, a quelli per il trasporto delle derrate deperibili, dei farmaci, ai veicoli a servizio dei mezzi di informazione (con contrassegno esterno o autocertificazione).

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar