NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Da mercato ortofrutticolo a polo agroalimentare

Obiettivo rilanciare la grande superficie oggi sottoutilizzata, la proposta sarà discussa con il quartiere

facebookStampa la pagina invia la pagina

Da mercato ortofrutticolo a polo agroalimentare

Polo agroalimentare: questa la proposta dell'amministrazione comunale di Vicenza alla città e alle categorie economiche per rilanciare la grande superficie di 54 mila metri quadrati del mercato ortofrutticolo, oggi sotto utilizzata. Una proposta aperta, che si definirà attraverso la concertazione con il quartiere e con tutti i soggetti interessati.

In questi mesi l'ipotesi di sviluppo strategico del mercato è stato studiato da un gruppo di lavoro coordinato dall'assessore allo sviluppo economico Tommaso Ruggeri. Ne hanno fatto parte tecnici del Comune, docenti dell'università di Verona, sede di Vicenza (Paola Signori del Polo didattico scientifico di studi sull'impresa), lo studio di architettura di Paolo Cazzaro, lo studio legale dell'avvocato Matteo Nani, tutti coinvolti nella definizione delle linee guida di sviluppo oggi sottoposte alla giunta.

Si tratta di uno studio multidisciplinare che non prende in esame solo gli aspetti attinenti alla vendita dei prodotti, ma che ipotizza anche il completo rinnovo di tutta l'infrastruttura e della sua gestione, in sinergia con il quartiere. «Potevamo limitarci a piccoli interventi - ricorda l'assessore Ruggeri - oppure a rinnovare la struttura senza rinnovarla, abbiano deciso di pensare in grande, proponendo uno studio di prefattibilità di un polo agroalimentare unico in Italia che ospiti l'intera filiera del mercato agricolo vicentino. Alla vigilia di una deindustrializzazione che coinvolgerà anche il nostro territorio l'agroalimentare rappresenta uno dei pochi settori che resteranno competitivi e Vicenza potrà offrirgli un luogo forte di aggregazione e promozione da mettere in cantiere entro la fine del nostro mandato amministrativo».

Il gruppo di lavoro ha innanzitutto esaminato la realtà attuale. In particolare è stato chiesto a una decina di enti, associazioni di categoria e cooperative del territorio di condividere l'iniziativa, individuando i limiti dell'odierno mercato e fornendo riflessioni per il futuro: tutti i soggetti coinvolti hanno espresso la necessità di superare il modello attuale, alcuni sottolineando l'urgenza di integrare il mercato all'ingrosso con quello al dettaglio, altri di proporre prezzi competitivi anche per i dettaglianti. Ancora, c'è chi ha evidenziato la necessità di ampliare l'offerta dei prodotti, intensificare la clientela locale, realizzare un polo vetrina, trasformare il mercato in centro del prodotto tipico, sviluppare il suo ruolo di aggregatore sociale.

Dalla comparazione con altre realtà il territorio è emerso, inoltre, che Vicenza necessita di una riqualificazione dell'area che consenta un migliore utilizzo dello spazio.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar