NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Da Brachetti ai Momix

Presentata la stagione 2010/2011 di prosa, danza e musica. Il programma per la prima volta firmato dal presidente della Fondazione Flavio Albanese

di Lara Lago

facebookStampa la pagina invia la pagina

Da Brachetti ai Momix

"La vita è sogno, ma il sogno è teatro". Ha concluso così la sua prima presentazione di una stagione teatrale, il nuovo presidente della Fondazione del teatro Comunale, Flavio Albanese, citando Pedro Calderon De La Barca. Ama definirsi un osservatore della città più che un uomo di teatro. E gli obiettivi per il suo mandato li illustra in modo determinato e deciso: un rapporto diretto tra teatro comunale e città; un teatro che possa rappresentare tutta la cittadinanza, senza distinzioni e segnali stradali che ne indichino la collocazione, aspetto per ora assente. Tante altre le idee che già delimitano la volontà di dare un impulso nuovo al teatro e alla sua programmazione, con la volontà di "prestare servizio" alla cultura di tutta la provincia.

E, promette il presidente, verranno fatti passi in avanti anche per l'acustica: «Per prima cosa intendo mettere mano all'acustica ambientale. Poi da settembre vedremo di apportare qualche modifica. Siamo di fronte ad un teatro mediocre. I problemi acustici sono consistenti».

La stagione 2010-2011 è frutto di scelte su programmi già in parte definiti, e sulla base del bilancio preventivo predisposto ed approvato dal precedente Cda. «In ossequio alla previsione di spesa per l'anno in corso- hanno proseguito gli addetti ai lavori- siamo riusciti comunque ad accogliere come gli anni precedenti, una ricca stagione di prosa e di danza, ambedue proposte da "Arteven", Circuito Teatrale Regionale Veneto, una brillante stagione concertistica, proposta e prodotta dalla Società del Quartetto di Vicenza, e la consueta serie di concerti sinfonici dell'Orchestra del Teatro Olimpico».

 

LA DANZA

C'è tutto il mondo nella nuova programmazione della danza.

Il programma di danza infatti, affermatasi come un evento seguito non solo a livello cittadino, toccherà ogni angolo del pianeta con alcune particolari rarità.

Sarà il "Beijing Contemporary Dance Theatre" ad aprire la stagione. Per il ritorno oramai consueto dei Momix sono state riservati tre appuntamenti. In cartellone anche la "Compagnia Canadese La La La Human Steps", la compagnia australiana "Bangarra Dance Theatre", la francese "CCN de Creteil-Compagnie Kafig", tutte in prima ed esclusiva regionale, oltre al "Balletto di Roma".

Per gli appassionati di danza sulle punte, chiuderà la stagione il Balletto del "Teatro di San Pietroburgo" con Giselle.

In aggiunta agli spettacoli in Sala Grande, nel Ridotto, per la prima volta ci saranno due spettacoli di danza contemporanea rivolta ai giovani, ed in definizione una collaborazione con "l'Arsenale della danza" della Biennale di Venezia con coreografia originale di Ismael Ivo.

 

LA PROSA

La prosa, che ha dovuto rinunciare per problemi di programmazione all'ultimo momento, di un interessante lavoro su Immanuel Khant di Thomas Bernhard, sostituito dal trasformista Arturo Brachetti in "Ciak si gira" (apertura stagione prosa), vede cucito insieme un programma che prevede un doppio omaggio a William Shakespeare con Moni Ovadia in un formidabile "Mercante di Venezia", seguito dal "Sogno di mezza estate" con Carlo Cecchi, una trasposizione teatrale del famoso film di Pedro Almodovar "Tutto su mia madre" con Elisabetta Pozzi, per finire col musical "Alice nel paese delle meraviglie" che vedrà una sintesi di tutte le arti messe insieme, una prima esclusiva dedicata ad un pubblico di famiglie.

 

STAGIONE CONCERTISTICA

La stagione concertistica, prodotta dalla Società del Quartetto partner qualificato e consueto del Comunale, con 15 concerti in programma, spazia da formidabili esecuzioni solistiche quali il pianista Murray Peraya, che apre la stagione, Andras Sciff, un amico della città da lungo tempo, fino ai duetti di violino e piano Nordio-Ballschem e Quarta-Bellucci, violino e soprano Missaggia-Piccinini, pianoforte e soprano Ballista-Clerici.

Una serie di trii e quartetti tra i quali spicca quello con Salvatore Accardo, originali complessi di strumenti a fiato, ma anche contaminazioni con strumenti della tradizione popolare e percussioni.

Una "maratona Chopin-Schumann" vede impegnati in due serate ben sei giovani esecutori, prodotta con la collaborazione dell'Accademia Filarmonica di Verona e l'Accademia Pianistica "incontri col maestro Imola", sotto il titolo "Festival VIVRe": occasione per tessere rapporti proficui con altre realtà musicali della regione.

Nello stesso spirito, l'accademia d'archi di Bolzano eseguirà un programma che include la "Nelsonmesse" di Haydn e "der Abshied" di Shomberg.

In prima italiana, l'opera contemporanea, su libretto di Paolo Madron e musica di Pierangelo Valtinoni, "La regina delle nevi", tratta dalla fiaba di H.C. Andersen con l'orchestra dell'Accademia musicale di Schio diretta da Carlos Spierer.

L'orchestra del Champs Elysées diretta da Pierre Herreweghe col violino di Thomas Zehtmair eseguirà musica di Schumann.

Una stagione brillante e piena di suggestioni classiche ed inconsuete, che inonderà la città da venerdì 8 ottobre fino a martedì 27aprile in un diluvio di suoni ricercati e di qualità ineccepibile.

 

CONCERTI SINFONICI

Sei sono i concerti sinfonici proposti e prodotti dall'Orchestra del Teatro olimpico da novembre a marzo.

Oltre alla consueta direzione del Maestro Giancarlo De Lorenzo nel concerto di apertura, in quello di San Silvestro e di chiusura della stagione, l'orchestra sarà diretta da Sergio Pellegrini per un concerto di spirito natalizio, ed in collaborazione con la Società del Quartetto, dal formidabile maestro Alexander Lonquich.

L'orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, diretta da Daniel Kawka, vedrà eseguito un programma romantico con Sibelius e Dworak.

 

Il mercoledì sera, nei mesi di marzo e aprile, nella sala del Ridotto, le "Settimane Musicali al Teatro Olimpico", proporranno una serie di quattro incontri con personalità della scena musicale e teatrale, a carattere didattico, con sfondo musicale dal vivo.

 

nr. 28 anno XV del 24 luglio 2010

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar