NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Monorotaia: vertice Intamin-Comune

La settimana prossima il sindaco Achille Variati e il consigliere delegato Cicero incontreranno l'ing. De Simone

di Luca Faietti
faiettil@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Monorotaia: vertice Intamin-Comune

La monorotaia a Vicenza diventa realtà. L'idea nata tanti anni fa e poi finita nel dimenticatoio e ripresa lo scorso anno grazie ad una iniziativa de "La Domenica di Vicenza", ha finalmente trovato l'interesse reale del sindaco Achille Variati e del consigliere delegato alla Mobilità Claudio Cicero che già anni orsono aveva provato a far passare l'idea tra le pieghe della giunta Hullweck che, però, venne poi stoppata. La prossima settimana, infatti, il primo cittadino Variati incontrerà il rappresentante in Italia della Intamin spa Fernando De Simone che, sulle colonne del nostro giornale, aveva più volte sottolineato la volontà di finanziare un project financing in grado di definire l'opera in tempi brevi. Un incontro che servirà a fare chiarezza sulla questione e ad elaborare una strategia in grado di dare il via alla fase progettuale e realizzativa. D'altra parte la politica tutta o quasi aveva dato parere favorevole alla monorotaia a Vicenza, soprattutto nella definizione del costo zero per l'amministrazione comunale. Un incontro quello tra De Simone e Variati caldeggiato proprio da Cicero che ha sempre creduto nella utilità dell'opera. L'esempio più lampante è quello di Venezia, dove il People Mover che collega il Tronchetto a Piazzale Roma consente di raggiungere in soli 5 minuti la stazione dei treni. Insomma la monorotaia è il vero motivatore che può indurre un automobilista a lasciare l'auto nei parcheggi di interscambio e di raggiungere senza troppa attesa ed in pochissimi minuti il centro cittadino.

«Ritengo di poter confermare le nostre intenzioni- ribadisce De Simone- vale a dire che siamo disponibili ad analizzare il prolungamento della linea fino alla nuova Stazione F.S. dell'alta capacità/velocità. Il contributo statale sarebbe di gran lunga inferiore agli importi previsti con le soluzioni alternative. In tal modo i vicentini ed i viaggiatori, avrebbero la garanzia di arrivare, anche con le code, in pochi minuti, alle seguenti zone: al parcheggio uscita autostrada Vicenza Ovest, alla Fiera, all'attuale Stazione FS, al nuovo Tribunale, all'Università, alla zona Stadio, fino a Piazza Matteotti».

La parola ora passa direttamente al sindaco Achille Variati che incontrerà la Intamin la settimana prossima per affrontare direttamente l'argomento monorotaia. Favorevole già da qualche tempo, come detto dal lontano 2003, anche il consigliere delegato alla Mobilità Claudio Cicero.

«Vogliamo fare una proposta quanto mai interessante all'amministrazione comunale. Qualche anno fa andò tutto a monte per via di alcune frizioni politiche, ma ora credo che i tempi siano maturi per tornare a fare una proposta concreta per Vicenza, magari ampliandola anche alla gestione dei parcheggi».

Il costo stimato sette anni fa si aggirava sugli 11 milioni di euro. Oggi non è dato sapere quanto potrebbe costare realizzare un simile intervento. La partnership privata in grado di supportare l'iter progettuale e gestionale però ora ci sarebbe e proprio grazie all'articolo pubblicato da "ladomenicadivicenza.it".

De Simone ha le idee chiare e anzi, rilancia anche su di un possibile ampliamento del progetto originale. «Il vecchio tracciato, è stato esteso nella nostra idea al nuovo Tribunale, alla Stazione FS, e, in una seconda fase, di fianco ai binari ferroviari, dovrebbe arrivare fino alla Fiera, con i suoi parcheggi vicino all'autostrada. La monorotaia, posizionata a circa 5 m di altezza, permetterà gli spostamenti delle vetture, anche con le strade allagate. Le vetture Intamin, non hanno il cavo trainante come a Venezia, ma sono dotate di un silenzioso motore elettrico, che le rende più flessibili ed economiche, anche nella gestione e nella manutenzione. Attualmente, a Bologna, stiamo realizzando una linea simile a quella proposta a Vicenza. Si possono vedere i costi ed i tempi di realizzazione nel sito del Comune. Il percorso, lungo circa 5 km, collegherà la Stazione

FS, all'Università e all'aeroporto. La linea è predisposta per essere estesa di circa 10 km, per collegare anche la Fiera ed i Comuni limitrofi».

De Simone è convinto di poter resuscitare l'interesse per il People Mover dopo che Cicero aveva espresso la volontà di approfondire la questione. «Chiaro che Vicenza ha i centri di attrazione fuori dal centro storico per cui una navetta con monorotaia sarebbe perfetta. Se un automobilista sa che per raggiungere i luoghi di interesse ci può mettere solo sette minuti, allora parcheggia l'automobile fuori dal centro, sennò ci va con l'auto. Siamo anche disponibili a trattare con la Fiera la gestione dei parcheggi che gravitano in quella area estesa».

Ed ora la Intamin riproporrà il progetto, rivisto nei termini, ma quanto mai attraente per una amministrazione comunale che vuole sgravare il centro storico dalle auto.

La proposta Intamin ha anche un altro aspetto che interessa. Monorotaia e Tav, infatti potrebbero diventare due facce della stessa medaglia. Una lettura affascinante di quello che sarà la mobilità del futuro a Vicenza o solo un sogno? «Finanzieremo la tratta dalla Fiera e dalla eventuale fermata della TAV alla stazione se solo il Comune ce lo chiederà», spiegava De Simone. Il rappresentante in Italia della ditta svizzera che sta seguendo gli sviluppi politici riguardo la possibilità di project financing della monorotaia a Vicenza ha le idee chiare.

«Siamo disponibili ad analizzare il prolungamento della linea fino alla nuova Stazione F.S. dell'alta capacità/velocità. Il contributo statale, sarebbe di gran lunga inferiore agli importi previsti con le soluzioni alternative. In tal modo i vicentini ed i viaggiatori, avrebbero la garanzia di arrivare, anche con le code, in pochi minuti, alle seguenti zone: al parcheggio uscita autostrada Vicenza Ovest, alla Fiera, all'attuale Stazione FS, al nuovo Tribunale, all'Università, alla zona Stadio, fino a Piazza Matteotti».

 

nr. 03 anno XVI del 29 gennaio 2011

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar