NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Palazzo Cordellina: lavori finiti, via al trasloco

È stata finalmente rimossa l'impalcatura da palazzo Cordellina. L'assessore Tosetto annuncia la fine dei lavori e il trasloco degli uffici della biblioteca entro la prossima primavera.

di Tiziano Bullato
bullatot@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Palazzo Cordellina: lavori finiti, via al trasloco

«Ci sono alcune stanze affrescate che meriterebbero un restauro conservativo, ma il preventivo parla di milioni di euro. Si potrebbe fare una stanza alla volta, oppure lasciar perdere, si vedrà. Per il resto i lavori a palazzo Cordellina sono finiti.» Lo dice l'assessore ai lavori pubblici Ennio Tosetto, secondo il quale ci sono tutti i presupposti affinché il trasloco degli uffici della Bertoliana avvenga entro la prossima primavera. «È un risultato importante - spiega Tosetto - al quale si aggiunge anche un finanziamento da 50 mila euro, trovato nelle pieghe del bilancio, e che servirà per gli arredi. Stiamo anche pensando ad un periodo di visite guidate al palazzo restaurato prima del trasloco, per mostrare ai cittadini le meraviglie archeologiche che sono state trovate nell'interrato e la buona riuscita dei lavori di restauro».

Del resto nei mesi scorsi si era parlato di un finanziamento da almeno 500 mila euro per riportare alla luce, come è stato fatto anche in altre città - sto pensando recentemente a Brescia - i reperti di epoca romana che sono stati trovati nell'interrato di palazzo Cordellina. Si tratta in particolare di un lastricato stradale che dimostra come a Vicenza i romani avessero applicato il loro tipico schema urbanistico: una strada principale nell'asse est-ovest, il Decumano massimo corrispondente a Corso Palladio, intersecato da un Cardo. Ciascuno di questi due assi era poi affiancato da altre vie parallele utili a gestire lo spazio di una città di forma rettangolare. E quella che passa sotto palazzo Cordellina sarebbe proprio una di quelle strade perpendicolari a corso Palladio. Se non sarà possibile mostrare questi ritrovamenti in maniera permanente è invece assolutamente auspicabile che, prima del trasloco degli uffici, siano organizzate delle visite, magari al sabato pomeriggio o alla domenica, così come è stato fatto in passato per i cantieri della Basilica o di Santa Corona. Iniziative che, è bene ricordarlo, hanno sempre goduto del favore di una vera e propria folla di appassionati.

Vale la pena di ricordare, peraltro, che i ritrovamenti archeologici hanno costretto ad un cambio in corsa del progetto di restauro del palazzo. Le centrali termiche erano infatti state pensate per essere collocate nell'interrato, che per questo è stato scavato. E' stato invece necessario ripensare il tutto e ricavare dei locali per la centrale tecnologica ai piani alti, praticamente sotto il tetto.

Dal canto loro sono ancora un po' scettici in Bertoliana. Il presidente Giuseppe Pupillo ancora oggi non si dà per vinto circa il restauro degli affreschi, anche se assicura che, se il comune darà il via al trasloco, per la biblioteca non potrà che essere una buona notizia.

Rimane da esperire una gara per affidare il servizio della caffetteria,che dovrebbe essere aperta al piano terra, poi tutto sarà in ordine. E la semplice visione di palazzo Cordellina è una vera e propria bellezza.

 

nr. 04 anno XVI del 5 febbraio 2011

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar