NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Grandi cantieri, è l’anno buono

Il 2011 sarà la svolta per molti grandi interventi, dal nuovo tribunale a Santa Corona, dalla Basilica a Palazzo Chiericati

facebookStampa la pagina invia la pagina

Grandi cantieri, è l’anno buono

Grandi cantieri che vengono completati, altri che procedono grazie a nuovi investimenti: il 2011 sarà un anno importante per le opere pubbliche cittadine. La tabella di marcia dei lavori in corso è stata tracciata dall'assessore Ennio Tosetto.

«Entro l'estate - ha annunciato innanzitutto l'assessore ai lavori pubblici - contiamo di completare l'accessibilità al nuovo tribunale, cioè quanto compete al Comune di Vicenza per chiudere l'opera e consentire il trasferimento degli uffici giudiziari. In questi giorni, infatti, sono stati completati i due ponti sul Retrone e sul Bacchiglione e ora passiamo alle opere di urbanizzazione. A gennaio inoltre, con i vertici del tribunale di Vicenza, siamo stati a Roma per fare il punto sullo stato di avanzamento del cantiere, ottenendo tra l'altro di utilizzare una parte della cifra destinata a opere di finiture per completare la climatizzazione dell'edificio. Per quanto riguarda il riscaldamento, con Aim abbiamo già concordato l'utilizzo di un'unità esterna di produzione di calore in attesa della realizzazione del collegamento definitivo al teleriscaldamento con centrale al park Bassano. Le spese del trasloco saranno anticipate dal Comune, ma saranno rimborsate dallo Stato al 98%; toccherà invece al ministero coprire i costi degli arredi».

Anche per altri edifici cittadini il 2011 sarà un anno di svolta: «A Santa Corona - ha ricordato Tosetto - concludiamo entro l'anno il primo stralcio del lavori di un cantiere nel quale la facciata è già stata restaurata, il rifacimento del tetto è quasi completato, gli altari delle cappelle laterali recuperati. Ora è in fase di restauro l'altare centrale, mentre a breve partiremo con la finitura dei paramenti murari stabilita dalla Soprintendenza. A Palazzo Chiericati, sempre entro l'anno, completiamo la sistemazione della parte monumentale, mentre per gli altri due stralci, che riguardano l'ala ottocentesca e quella novecentesca, siamo in attesa di sapere se potremo contare su un contributo europeo per un totale di 3 milioni e 150 mila euro oltre che sull'aiuto di Cariverona. Sono in fase di completamento, infine, anche il recupero del secondo tratto delle Mura Scaligere e la riqualificazione di viale Roma».

«Per la Basilica Palladiana - ha aggiunto l'assessore - la fine lavori viene confermata per settembre 2012: i lavori all'interno dell'edificio sono praticamente terminati, così come sono quasi completati quelli alla Domus; in corte dei Bissari è in corso il grande scavo per la realizzazione del piano di appoggio dei sottoservizi».

Nel piano degli investimenti, alla voce Basilica, figurano infatti le ultime cifre messe a disposizione dalla Fondazione: 3 milioni e 100 mila euro nel 2011, 2 milioni e mezzo di euro nel 2012. Tra gli altri investimenti, quasi 3 milioni e mezzo di cui 500 mila finanziati con mutui e il resto con contributi e alienazioni, saranno destinati alla manutenzione del patrimonio comunale (976 mila euro), a interventi per il risparmio energetico (300 mila euro), alla manutenzione dell'illuminazione pubblica (250 mila euro), alla riqualificazione dell'ex Centrale del Latte (850 mila euro), all'adeguamento antisismico (300 mila euro).

Servirebbero inoltre, alienazioni permettendo, 500 mila euro per il restauro della facciata di Palazzo Trissino e 200 mila euro per terminare il recupero delle scalette e del porticato di Monte Berico, mentre per Porta Santa Croce, di cui sono attualmente in restauro i parametri murari secondo le nuove indicazioni della Soprintendenza, si sta lavorando alla redazione di un bando per dare lo spazio in gestione a chi si occuperà di completare i lavori.

L'assessore Tosetto ha inoltre ricordato la scelta dell'amministrazione di recuperare il cinema Arlecchino con un intervento del costo di 200 mila euro per far fronte alla mancanza di sale cittadine, diventata cronica dopo la riduzione dei posti del Canneti per ragioni di sicurezza, e di completare il restauro dell'alluvionato teatro Astra con una previsione di spesa 370 mila euro.

Infine le biblioteche: «Accanto ai 300 mila euro previsti per la manutenzione delle sedi decentrate e ai 400 mila euro necessari a restaurare San Giacomo - ha detto Tosetto - tra gli investimenti abbiamo indicato 1 milione e mezzo di euro da chiedere alla Fondazione per Palazzo Cordellina che per quanto riguarda le opere murarie è completato, ma che necessita di cifre importanti, pari a 3 milioni e mezzo di euro, per il restauro degli affreschi dei saloni».

 

nr. 09 anno XVI del 12 marzo 2011

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar