NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

All’ex Zambon adesso si fa sul serio

Al via l’operazione amianto e presto abbattuti i vecchi edifici. Dalla Pozza: “Intervento doveroso per la sicurezza ed il recupero dell’area”

facebookStampa la pagina invia la pagina

All’ex Zambon adesso si fa sul serio

Area ex Zambon di via dei Cappuccini: è partita in questi giorni una nuova fase delle complesse operazioni di bonifica che porteranno al completo recupero dell’area industriale dismessa. Si tratta degli interventi che il Comune di Vicenza deve eseguire per asportare le coperture in eternit e per la demolizione di alcuni vecchi edifici.

All’ex Zambon adesso si fa sul serio (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)L’importo complessivo di questi lavori a carico del Comune, e che vanno ad aggiungersi alla bonifica del sottosuolo di competenza di Zambon Group SpA, è di 1 milione 43 mila 672 euro, in parte finanziati con mutuo e per 500 mila euro da un contributo straordinario a fondo perduto della Regione Veneto.

Il progetto esecutivo è stato redatto da AIM Vicenza Divisione Valore Città AMCPS che ha effettuato anche le verifiche preliminari, in particolare all’interno degli edifici dove sono presenti serbatoi, tubazioni ed altro materiale contenente amianto.

La durata dei lavori sarà di circa 4 mesi. Si parte con la bonifica dell’amianto, operazione delicata che non comporterà particolari disagi per i residenti delle vie vicine e che si svolgerà in condizioni di assoluta sicurezza, ad opera di aziende specializzate nella rimozione dell’eternit. Ad agosto seguirà l’intervento di demolizione dei vecchi edifici, con alcuni possibili disagi per i residenti causati dal rumore delle lavorazioni e dal passaggio dei mezzi in movimento.

All’ex Zambon adesso si fa sul serio (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)«Ringrazio sin da ora gli abitanti del quartiere – dichiara l’assessore all’ambiente Antonio Marco Dalla Pozza – che dovranno sopportare qualche disagio per la presenza del cantiere, ma l’intervento è doveroso sia per smaltire al più presto ed in completa sicurezza l’amianto che ancora rimane in edifici dismessi che confinano con aree residenziali, sia per dare un’ulteriore spinta all’opera di bonifica che consentirà a Vicenza di riappropriarsi di un’area importantissima nel pieno cuore della città. Per ridurre i disagi abbiamo comunque previsto che le lavorazioni più rumorose si tengano in agosto, cioè in un periodo di ferie in cui c’è meno gente in città».

Volantini che avvertono i residenti della nuova fase dei lavori sono stati affissi lungo i muri di confine dell’area in via dei Cappuccini e in via Monte Zovetto.

 

nr. 19 anno XVI del 21 maggio 2011

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar