NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Story Corner” uno spazio a Thiene per le esperienze dei giovani

Una pregevole iniziativa nel giardino del quattrocentesco palazzo Cornaggia che diventa in luglio un punto di incontro dove artisti, scrittori e musicisti di fama portano le loro diverse esperienze

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

“Story Corner” uno spazio a Thiene per le esperien

Se avete in mente l'espressione "topo di biblioteca" scordatevela. Perché l'immagine che la biblioteca di Thiene vuole dare di sé in questa estate 2011 è l'esatto opposto: dinamica, giovane e di tendenza, «ribadendo il tema del 2011 per la città di Thiene, che è quello dei giovani», sottolinea il Sindaco Maria Rita Busetti, che aggiunge come «il territorio alto vicentino stia dando dimostrazione di una continua vivacità culturale che va apprezzata anche e soprattutto per le contemporanee difficoltà di bilancio in cui tutti gli enti pubblici si stanno dibattendo ormai da anni». L'occasione arriva in queste settimane dalla pregevole iniziativa Story Corner. Racconti di vita poco ordinaria", uno spazio nel giardino del quattrocentesco Palazzo Cornaggia che diventa in luglio un punto di incontro dove artisti, scrittori e musicisti di fama portano le loro esperienze di vita ai “Story Corner” uno spazio a Thiene per le esperien (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)giovani con racconti e aneddoti narrati in un contesto informale all’ombra delle antiche piante. Il progetto, che si sviluppa in quattro appuntamenti serali con cadenza settimanale al lunedì ad ingresso libero, è la nuova e fresca proposta estiva realizzata dalla biblioteca comunale in collaborazione con Yourban Musiclab, associazione thienese che promuove attività culturali, artistiche, musicali e ricreative. «È una strada innovativa - dichiara l’assessore alla biblioteca, Anna Maria Fiengo [a des.] - che Palazzo Cornaggia sta percorrendo utilizzando la disponibilità di spazi ben adatti ad attività estive e anche teatrali, di particolare effetto scenico e visivo, come il cortile, il parco, gli interrati. Vivere la biblioteca può significare anche metterci dentro qualcosa che tradizionalmente non siamo abituati a vedere in luoghi di questo tipo. In particolare questo ciclo di eventi propone incontri formativi e piacevoli all'aria aperta, uniti a perfomance musicali per un risultato di racconto interattivo. Una proposta ideata per i giovani, ma non solo per loro».

L’offerta culturale che ne risulta è poliedrica e di qualità. E soprattutto l'amministrazione dimostra concretamente di offrire qualcosa di interessante ai giovani, con un calendario di proposte articolato e intrigante. «La Biblioteca conferma di essere non un semplice contenitore di cultura, ma uno spazio sia fisico che dialettico dove si vive la cultura, nella complessità dei linguaggi che il mondo contemporaneo crea - aggiunge l'assessore thienese - Dunque non solo libri, mostre e convegni, corsi e iniziative letterarie, ma da ora anche un nuovo percorso che realizza le molteplici potenzialità del servizio e rende pubblico e innovativo l’approccio tradizionale dell’utente alla cultura letteraria». Senza dimenticare che uno degli obiettivi è anche portare in uno spazio fisico connotato alcune proposte di tipo diverso, per vedere che cosa succede, che tipo di reazione ha il pubblico, per stimolarlo. «Ci si vuole appropriare degli spazi esterni: il giardino è potenzialmente magnifico, così come gli “Story Corner” uno spazio a Thiene per le esperien (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)interrati della Villa. E poi si vogliono valorizzare spazi e associazioni cittadine, soprattutto giovani, che portano idee e proposte nuove. Questo progetto non viene dalla richiesta di una fascia dì età particolare e non è destinato ad un solo target. In genere si è pigri e fermi a formule collaudate. Invece si vuole incentivare creatività, originalità nel pubblico di tutte le età, ovviamente soprattutto nei giovani, certo più ricettivi e aperti. Ma non solo a loro».

Ne sono stati recenti esempi i due spettacoli della rassegna TeatrotraiPiedi, il festival itinerante dell'Alto Vicentino che ha portato proprio a Palazzo Cornaggia prima la Compagnia I Giullastri e pochi giorni fa "La Città del Foco", spettacolo di ambientazione medievale itinerante, che richiedeva agli spettatori di incontrare i vari personaggi spostandosi in uno spazio scenico che si estende in quattro luoghi differenti della biblioteca: l’antico interrato, la sala riunioni, il giardino della Villa ed il cortile retrostante. Una proposta innovativa per aprire lo spazio ad un progetto culturale più ampio e ricco di offerte culturali, con uno spettacolo ha coinvolto e stimolato il pubblico, recuperando temi e protagonisti del passato per una lettura moderna e ancora attuale.

Dopo l'esordio dell'11 luglio con Davide Toffolo, noto ai più come il capogruppo dei Tre allegri ragazzi morti, gruppo punk rock italiano, il cartellone di "Story Corner" prevede altri tre accattivanti spettacoli. Lunedì 18 luglio toccherà alla “Story Corner” uno spazio a Thiene per le esperien (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)livornese Angela Rafanelli [a des.], conosciuta dal pubblico come una delle inviate del graffiante programma Le Iene di Italia 1 e anche come conduttrice di "Loveline" di Mtv. Angela ha iniziato a lavorare come attrice professionista fin dai primi anni di accademia ma dal 2007 si dedica alla televisione come presentatrice e autrice. Nell’autunno del 2009 diventa inviata de Le Iene. Nel 2010 eredita da Camila Raznovich la conduzione di Loveline. Adesso vive "le vite degli altri" per il canale La7, calandosi in prima persona nelle loro realtà, vivendo al massimo vite poco ordinarie. Una simpatica e ironica conduttrice che porterà l’esperienza di una professionista che ha fatto carriera a suon di sacrifici senza perdere mai umanità e spontaneità. Il 25 luglio sarà la volta di Elisa Bee. Di origini sarde, producer radiofonica, ma soprattutto una delle poche dj donna in Italia, Elisa si muove all'interno della club music in tutti i suoi ambiti. Il mondo del djing diventa il suo habitat naturale nel 2007, dopo una laurea in Architettura e l'acquisto della sua prima consolle. Nel 2009 si trasferisce in pianta stabile a Milano, inserendosi in tempo record nella vita notturna meneghina. Nel 2011 entra in radio, precisamente su Radio 2 Rai, come producer del programma Babylon, una ventata di aria fresca per il sabato sera radiofonico in Italia. Nel quarto ed ultimo appuntamento del 1° agosto ospiti saranno le band vicentine Melt e New Ivory, due esempi di progetti nati sul territorio e capaci poi di portare la loro musica non solo in tutt’Italia, ma anche oltre i confini nazionali, come testimonia la recente tournèe americana dei New Ivory.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar