NR. 46 anno XX DEL 19 DICEMBRE 2015
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

L'architettura tra contemporaneo e futuro

Questo uno degli obiettivo che si pone la rassegna “Città dell’architettura” che per un mese proporrà mostre, confronti e azioni urbane per ribadire la vocazione della città verso questa “forma d’arte”, non per celebrare l’esistente ma per coniugare ciò che potrà essere

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

L'architettura tra contemporaneo e futuro

L'architettura tra contemporaneo e futuro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Mentre si avvicina a grandi passi la data di inaugurazione della prestigiosa mostra "Raffaello verso Picasso", che fra pochi giorni inaugurerà la Basilica Palladiana restaurata dopo cinque anni di cantiere e una spesa di oltre venti milioni di euro, Vicenza prepara il terreno agli appassionati di architettura e arte, ma non solo, con la rassegna "Città dell'Architettura", in programma fino a fine ottobre con incontri, workshop, mostre e azioni urbane in vari luoghi del centro storico e non, con alcuni centri nevralgici come Palazzo Cordellina o l’area dell’ex fiera ai Giardini Salvi. Non solo per ribadire che l’architettura rappresenta storicamente un’autentica vocazione per la città, ma anche per proporre un dibattito attivo sul contemporaneo e sul futuro. L’iniziativa, lanciata dall’assessorato alla progettazione e innovazione del territorio e alla cultura, coinvolge le principali realtà che si occupano di architettura contemporanea a Vicenza fra le quali Abacoarchitettura, Ordine degli Architetti, Premio Dedalo Minosse, Premio Palladio e Vaga.

«Un'eredità importante quella dell'architettura, che Vicenza ha storicamente portato nel mondo intero - come ha sottolineato anche l’assessore Francesca Lazzari presentando il progetto - . Il linguaggio architettonico di Andrea Palladio è sì eredità storica ma anche ponte verso il futuro, per non restare prigionieri di un cliché che, pur di rispetto, rischia di ingabbiare Vicenza nell’autoreferenzialità. È con questa idea che nasce il progetto, costruito mettendo a confronto le realtà più dinamiche e significative di questo specifico ambito per fornire al pubblico un ampio ventaglio di proposte culturali e multiformi spunti di riflessione». E questa vocazione internazionale della città (che la mostra in Basilica contribuirà senza dubbio a rafforzare) ha partorito una lunga e prestigiosa rassegna che si aprirà venerdì 21 settembre con la cerimonia ufficiale a Palazzo Cordellina in contrà Riale e che prevede meeting con architetti e studiosi di fama mondiale, giovani emergenti e direttori di riviste di settore, l’allestimento di molte mostre, un info-point che funzionerà anche da area tematica all’interno del quale si svolgerà un ciclo di incontri, oltre a performance, installazioni ed eventi collaterali in cui si confronteranno le realtà sperimentali di paesi diversi e le proposte didattiche di università italiane e internazionali.

"Città dell’Architettura" sarà anche un progetto di decentramento dei pensieri e delle buone pratiche in nodi strategici della città, in aree meno frequentate o considerate in qualche modo periferiche rispetto al centro, come San Giacomo e San Felice. Diverse saranno le occasioni di coinvolgimento dei cittadini, attraverso la rivitalizzazione di luoghi altrimenti inutilizzati e con programmi di recupero, orti urbani, laboratori di riciclo creativo già sperimentati con fortuna in altre città italiane. L’area dell’ex fiera ai Giardini Salvi sarà invece oggetto di un intervento scenografico e cornice per performance musicali e workshop che proporranno un ripensamento sul futuro utilizzo di questo segmento della città, anche in prospettiva della futura costituzione del polo di cultura contemporanea cittadino. Per parlare del ruolo di Vicenza città di architettura dell'oggi e del domani, abbiamo incontrato l'architetto vicentino Marcella Gabbiani, direttrice del Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, che parteciperà con il suo staff ad alcune iniziative incluse nel programma della rassegna.

L'architettura tra contemporaneo e futuro (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

continua »

Guarda l'ultimo TG
Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar