NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

IL VIAGGIATORE. Kate Moss cerca casa ad Agugliana, sobborgo di Montebello

Auto e borse per i ricchi che resistono, oltre a voci su spot di profumi, fanno di questo paese del Vicentino il nuovo cuore trendy del mondo

di Stefano Ferrio

facebookStampa la pagina invia la pagina

IL VIAGGIATORE. Kate Moss cerca casa ad Agugliana,

Calvin Klein, per il lancio del suo nuovo profumo – il cui nome si sussurra sarà “Shocking Velvet” - pare non avere dubbi: girerà i video dell’intera serie, interpretata da Poonam Pandey, top model indiana celebre per avere posato nuda in onore della squadra di cricket del proprio cuore, nei pressi del castello dei Maltraverso, a Montebello Vicentino. Dopo alcuni, riservati sopralluoghi, affidati a propri collaboratori, lo stilista americano dovrebbe effettuarne altri di persona visto che, proprio a Montebello, nella magione di un imprenditore vicentino, è annunciato uno dei party organizzati per festeggiare i settant’anni che Klein compirà il prossimo 19 novembre.

Veniamo ai fatti, cioè agli spot. Per primo è stato calato l’asso di Chanel, che per il suo intramontabile numero 5 ha rotto la teoria dei testimonial femminili facendo monologare un capellone Brad Pitt dentro una spoglia stanza stile monolocale per intellettuali suicidi al Greenwich Village. Poi, cosa di questi giorni, è seguito l’annuncio di Dior, che per la sua nuova essenza si affida alla grazia vampiresca di Robert Pattinson, concupito da milioni di fanciulle grazie al successo della saga cinematografica “Twilight”.

A questo punto Calvin Klein avrebbe capito che una tale, massiccia offensiva della concorrenza andava affrontata sul piano della sorpresa, ancora prima che su quello del budget. Primo colpo di scena: schierare, contro due icone della sessualità maschile, una modella indiana come Poonam, lieve e conturbante, con cui rinverdire i fasti dell’”Obsession” di Kate Moss. La quale, non a caso, è stata vista cercare casa ad Agugliana, frazione, anzi, “sobborgo”, di Montebello.

La seconda mossa, con ogni probabilità quella vincente, consiste nella location. Quanti sono stregati dagli ex domini della Serenissima, per quanto riguarda il Vicentino, puntano ultimamente su Breganze, nuova e trendy capitale del vino e della moda. Paese nobilitato a Pleasantville da sitcom-cult quando Renzo Rosso vi ha trasferito la sede dell’impero Diesel, collocandola a pochi passi da una cantina sociale venerata per vini come il Vespaiolo e il Torcolato. Ma, secondo le indiscrezioni, gli emissari di Klein sono convinti di avere trovato di meglio, ovvero Montebello. Lo si apprende da report elaborati sulla falsariga del seguente.

“Montebello, paese da settemila anime adagiato sui colli della Via del Recioto, nobile vino dolce di origini veronesi. Borgo baciato dalla Storia e dall’Arte. Lo ricorda il progetto dello splendido ponte in pietra sul torrente Guà., disegnato da Andrea Palladio nel 1575 per essere poi realmente costruito, ma destinato alla breve vita conclusasi con una piena fatale. E lo confermano i testi che raccontano della battaglia risorgimentale dell’8 aprile 1848, quando tremila studenti italiani improvvisarono l’eroico esercito che tentò vanamente di affrontare le truppe austroungariche”.

E, più avanti: “Il presente di Montebello è caratterizzato dal boom di un’industria di nicchia, altamente specialistica e rivolta a un pubblico quanto mai selettivo e danaroso. Vedi il successo della locale casa automobilistica Fornasari che, nata appena tredici anni fa, ha già fatto storia con i modelli dei suoi Suv e delle sue auto sportive. E vedi l’imminente inaugurazione della nuova sede centrale di Bottega Veneta, griffe con la quale il gruppo Gucci sta dominando il mercato mondiale delle borse extralusso”.

Sulla base di questi elementi, qualcuno già si diverte a immaginare alcuni spunti dello spot di “Shocking Velvet”. Come una Poonam in sottoveste di raso turchino, posata al cofano metallizzato di una Racing Buggy parcheggiata nella verzura di colli imbevuti di Recioto, le mani indaffarate a cercare qualcosa nascosto dentro un bauletto in pelle di cervo… Tutto inventato? Sotto i caschi della Gianna ancora non ne parlano, ma si tratta solo di giorni.

 

nr. 38 anno XVII del 3 novembre 2012

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar