NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

IL VIAGGIATORE. Benedetti scambi di figurine fra Vicenza e Annecy

Un concorso fotografico, con relativa mostra, fatto apposta per svelare quanto siano davvero “gemelli” gli abitanti delle due città gemellate

di Stefano Ferrio

facebookStampa la pagina invia la pagina

IL VIAGGIATORE. Benedetti scambi di figurine fra V

Da una parte l’angelo pennuto che Chiara Bezze sorprende in volo sopra cieli palladiani, lampioni come sentinelle sul veneziano ponte San Michele ben noto a Giuliana Corrado, campane spiate da Paolo Crivellato mentre chiamano a raccolta gli ultimi fedeli di un Veneto orante.

E dall’altra corone di Alpi attorno al torrione solitario caro a Pierre Bondier, carezze del sole sulla pagaia del canoista immortalato da Delphine Capron, scie di luce finite nell’obbiettivo di Chantal Hoenig durante una notte sul lago.

Sono solo alcuni dei sessanta scatti per cui essere grati a chi ha avuto l’idea del concorso “Ti presento la mia città”, inventato per mettere assieme in una mostra sessanta immagini di due città gemellate: trenta dell’italiana Vicenza e trenta della francese Annecy. Da qui le più amichevoli pacche sulle spalle a quanti lo hanno animato negli uffici gemellaggi dei due comuni, a Viart, e in seno ai circoli fotografici Punto Focale BFI, Ricreativo Aim e Vicenza, nonché al Fotoclub di Annecy.

Le trenta immagini giudicate più belle dalla commissione di Vicenza saranno in mostra ad Annecy, Palace de l’Ile, dal 15 gennaio al 15 febbraio, con premiazione delle più belle il 18 gennaio. Il mese dopo, cambio: le trenta fotografie benedette dagli esperti francesi saranno esposte nella sede di Viart, in contra’ del Monte, dal 9 al 24 febbraio, con premi da assegnare nello stesso giorno dell’apertura. In attesa di mostre e verdetti, tutte e sessanta le opere sono a disposizione di chi consulta il sito del Comune di Vicenza.

Di fronte a tanto, amatoriale e coinvolgente ben di Dio, appare secondario riconoscere che i fotografi francesi si rivelano più preparati, e forse “professionali”, dei loro colleghi italiani, grazie a scatti maggiormente pensati, inquadrati e sofferti rispetto a molte, gioiose improvvisazioni realizzate dai vicentini.

A contare infinitamente di più è la maneggevole e illuminante perfezione dell’idea. Nella quale pochissimi soldi e tanta passione bastano a dimostrare una verità semplice, quanto bellissima: e cioè che vicentini e savoiardi di Annecy sono fra loro “gemelli” senza bisogno che le loro istituzioni si debbano affannare per dimostrarglielo. E’ sufficiente che, come in questo caso, diano una sorta di “la” a una musica destinata comunque a manifestarsi. Gli uni e gli altri esprimono infatti un identico, commosso e toccante desiderio di testimoniare quanto la propria città li emozioni, e li faccia sentire fortunati di essere venuti al mondo fra così lampanti meraviglie.

È questo il presupposto per il felice cambio di “figurine” all’origine del concorso e della mostra, ideati per svelare agli abitanti delle due città impensabili confronti e affinità. Ne deriva il divertimento di mescolare scenari, storie e personaggi di Vicenza e Annecy per capire quanto “non sanno” di somigliarsi i loro abitanti: da una signora Morbin che potrebbe fare la spesa di formaggio Reblochon al bancone di un “casolino” di rue Carnot, a un avvocato Mouchet ansioso di scoprire le meraviglie del baccalà alla vicentina; da un Eugene Sue a passeggio per i portici di Monte immaginando un seguito veneto dei suoi “Misteri di Parigi”, a un Antonio Fogazzaro smanioso di cacciare nuove, spiritate Malombre dalle parti del Palace de l’Isle; da un Christophe Lemaitre intento a provare cento metri da 9 e 90 al campo-scuola di via Rosmini a un Roberto Baggio che incanta con i suoi palleggi i pulcini dell’Annecy Football Club.

In realtà unire l’Europa (e il mondo intero) risulta complicato solo per chi li governa.

 

nr. 01 anno XVIII del 12 gennaio 2013

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar