NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

HOLZER UGO

Repubblicano, pubblico amministratore, dirigente di azienda terziaria

di Mario Giulianati

facebookStampa la pagina invia la pagina

HOLZER UGO

Svolgeva una attività professionale un po’ particolare. Pressappoco l’aggiusta aziende o qualche cosa del genere. La sua società, che non so proprio come si chiamasse, o per incarico di qualcuno o perché l’acquistava, prende in mano una azienda decotta, ci lavorava e poi la rimetteva sul mercato.

HOLZER UGO (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Da tantissimi anni si occupava di politica e nasce repubblicano.

A Vicenza i repubblicani rappresentavano una piccola forza politica, agile e di stampo borghese, una riconosciuta elitte politica che, in parte, proviene dal Partito d’Azione. Con il tempo, e le vicende degli inizi anni “90 non si sa bene cosa sia avvenuto all’interno del partito ma Holzer in ogni caso è restato un repubblicano.

Avevano dei numi tutelari con i quali magari litigavano. A far fede vi furono le lotte con Neri Pozza e le sue robuste esternazioni, ma tanto non cambia di molto la faccenda, perché pochi sono, pochi rimangono ma la fiducia nei loro confronti c’era e si toccava con mano.

La capacità di essere al centro, questo proprio un autentico “centro”, delle varie vicende politiche, ha fatto di loro, spesso, gli arbitri della situazione del momento. Anche a Vicenza.

Ugo Holzer agiva localmente, consigliere comunale, assessore al commercio, settore in cui portava delle autentiche novità e migliorie, ha avuto incarichi politici cittadini e provinciali, regionali e rappresentava il PRI a livello nazionale.

HOLZER UGO (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Ha assunto anche incarichi in enti pubblici e mantenuto sempre stretti rapporti con il nume tutelare nazionale, prima il padre Ugo, poi il figlio Giorgio La Malfa, così come colloquiava tranquillamente con Spadolini e ottenuto di far svolgere, verso gli anni “90, il congresso nazionale repubblicano a Vicenza, tanto che la città ci guadagnava, si fa per dire, tutta una struttura per spettacoli all’aperto comprensiva di scalea, palco e tende montabili e smontabili finite chissà in quale fondo di magazzino a marcire. Mai più utilizzata.

Ma questa è una storia che non riguarda il PRI ma caso mai l’Amministrazione Comunale di Vicenza. Il mio rapporto personale, oltre che politico, con Ugo Holzer è stato sempre all’insegna delle belle maniere, del reciproco aiuto, ove possibile senza intaccar principi, e anche di amicizia. Pur da posizioni politiche a volte nettamente contrarie mai ha avuto atteggiamenti da “nemico” ma solo da avversario rispettoso e corretto. Quando ha potuto, ad esempio durante la raccolta, allora era roba seria, delle firme per la partecipazione ad una campagna elettorale politica, negli anni inizio “90, egli si è prestato con moltissima disponibilità a far da notaio ripagato da un semplice sincero “grazie”. E la nostra lista era avversaria del suo partito e della sua coalizione.

Ha un aspetto, fisico, che non lo fa riconoscere subito per uno “dei nostri” cioè un vicentino, doc o quasi doc, ma sembra uno venuto di lontano, chissà, forse dall’Ungheria, e il cognome, certo non nostrano, alimenta questa ipotesi. Pelle scura, baffetti e capelli a casco neri ma proprio neri lo fanno sembrare uno zingaro che ha lasciato a casa il violino e la bandana. Ma penso che la sua famiglia sia a Vicenza da varie generazioni e che quindi abbia il diritto, Ugo, di sentirsi un doc. Possedeva un animo gentile e molto disponibile a dare una mano nei casi di necessità. Una capacità elaborativa politica assai perspicace. Era prudente nelle affermazioni ed capace di elaborare una strategia. Nel dicembre del 2011, l’abbiamo accompagnato al suo ultimo viaggio nella Chiesa di Santa Caterina e gli abbiamo rivolto l’ultimo saluto con autentica tristezza.

 

nr. 32 anno XXI del 17 settembre 2016

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar