NR. 19 anno XXVII DEL 31 DICEMBRE 2022
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Andrea non ha più paura

di Alessandro Scandale
a.scandale@gmail.com

facebookStampa la pagina invia la pagina

Andrea non ha più paura

Qual è il messaggio profondo che vuole trasmettere con il suo libro?

Andrea non ha più paura (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)"Ho cercato di scrivere una storia poetica e garbata per raccontare, attraverso la forza delle parole e la bellezza delle immagini, l’angoscia di una separazione, di una perdita, esorcizzandola magari con un sorriso o con la speranza che il sogno di un ritorno si avveri. E’ anche un invito a imparare a conoscere il linguaggio della natura attraverso l’incanto di una favola. Questo racconto per immagini e parole entra in punta di piedi nel mondo dell’affettività dei bambini. Affronta, attraverso efficaci metafore e un linguaggio accessibile, le paure di un bambino dovute alla separazione da un genitore, i cui motivi, qui volutamente non specificati, possono essere vari, comunque tutti turbano il cuore bambino e lo costringono a scavalcare le mura confortevoli dell’infanzia e a fare un cammino di crescita".

Come i suoi precedenti, è un libro per ragazzi ma fa riflettere anche adulti e genitori?

"Il libro pone problematiche e suggerisce riflessioni profonde anche agli adulti, non sempre in grado di capire e di affrontare le paure dei bambini, che non vanno mai sottovalutate né tantomeno derise. Ai piccoli lettori Nonno ulivo sembra voglia dare con la forza delle parole e delle immagini che concretizzano le paure, la chiave per ragionare su di esse e per frantumarle. Le illustrazioni a tutta pagina svelano gli stati d’animo attraverso il colore, le proporzioni, la prospettiva. Sono poetiche, evocative come lo sono le parole per raccontare le fragilità di un bambino che ha il cuore puro capace di ascoltare la voce delicata della natura intorno a lui, di seguirla e di assecondarla al punto da diventare un tutt’uno con essa".

La figura dei nonni, che lei ha evidenziato, è fondamentale nella società odierna?

"Certo, nell’odierna società dove le famiglie vivono spesso momenti di fragilità e di divisione al loro interno, i nonni possono colmare con la loro presenza un’assenza temporanea o duratura di uno o di tutti e due i genitori. In questo racconto l’antico ulivo metaforicamente può rappresentare l’immagine di un familiare protettivo e forte come può essere un nonno che lenisce le angosce, a volte irrazionali, del bambino protagonista, dovute all’assenza del papà. E’ un albero/padre o un albero/nonno, dunque, che rinfranca e consola il piccolo Andrea attraverso parole che si ripetono ricche di empatia, di affetto. Si crea tra albero e bambino una relazione fruttuosa come tra un nonno e il suo nipotino, un giocoso dialogo fatto di rimandi che a ogni paura del bambino offre una risposta rassicurante, quella risposta che i nonni con la loro saggezza sanno sempre offrire".

La paura del piccolo Andrea nella storia è forse uno specchio di altre paure, più grandi, che i bambini nutrono nella vita? E come possiamo rassicurarli?

Andrea non ha più paura (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)"Questa storia svela quanto sia importante per ognuno di noi, adulto o bambino, avere un nido, un luogo sicuro dove sentirsi protetti dalle nostre fragilità e dalle nostre paure. Ognuno ha il suo nido. Andrea lo trova tra i rami di un vecchio ulivo. Un altro bambino nell’abbraccio della mamma, in una carezza del papà. Per altri il nido è avere vicino la bambola preferita o un orsetto di peluche. Il nido può essere una persona cara che ci accoglie a tal punto che ci sentiamo avvolti da lei e nessuna minaccia può scalfirci. Lei è nido per noi e, magari, noi siamo nido per lei. Nessuno è così forte da non avere bisogno di un nido. Chi dice di non averlo, dice una bugia. L’augurio è che questo intreccio di parole e di immagini, di rami e di foglie sia nido per ogni lettore".

Oggi i bambini sono bombardati da gadget elettronici: qual è il ruolo del libro nella loro educazione?

"Mi auguro e spero che il libro di carta non possa mai morire, ma che si giunga ad una naturale convivenza con il libro elettronico o con altri gadget elettronici. Il libro cartaceo permette al bambino di assaporare, da solo o insieme a un adulto che legge, il piacere di sfogliare le pagine, di aspirare il caratteristico profumo di stampa, di ammirare la bellezza di certe copertine e illustrazioni, di certi formati e rilegature che ne fanno piccole opere d’arte. Il bambino può tenere in mano il libro, accarezzarne la copertina, vederlo sulla scrivania, riconoscerlo dal dorso, segnarlo a matita sul bordo della pagina. Il libro di carta gli offre la possibilità di leggere attraverso i cinque sensi, di condividere una storia con un coetaneo o con un adulto, diventando occasione di relazione affettiva. Non penso che un freddo strumento elettronico possa trasmettere la stessa bellezza e lo stesso incanto offerti da un libro illustrato fatto di carta".

 

Lorenza Farina è nata a Vicenza dove ha lavorato come bibliotecaria. Le piace scrivere per bambini e ragazzi con una predilezione per le storie ambientate nella natura. Ha pubblicato una ventina di libri tra romanzi, racconti, fiabe e filastrocche, ottenendo molti riconoscimenti. Per Paoline ha scritto La bambina del treno (2010), libro illustrato per i bambini sulla Shoah, e la biografia A braccia aperte dedicata alla figura della religiosa veronese Suor Pura Pagani (2016).

Manuela Simoncelli ha trascorso i primi anni della sua infanzia in Australia, dove è nata da genitori italiani. Ha vissuto poi a lungo a Bologna dove ha compiuto studi artistici completati a Firenze. Ha casa e atelier nei pressi di Bassano del Grappa. Si è data notorietà con molte illustrazioni per libri e giochi destinati all’infanzia. Per le sue illustrazione de La bambina del treno, nel 2012 si è classificata al primo posto alla none edizione del Premio Illustratori di Cento (Ferrara).

 

nr. 13 anno XXII dell'8 aprile 2017

Andrea non ha più paura (Art. corrente, Pag. 2, Foto generica)

« ritorna

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar