NR. 21 anno XXVI DEL 23 MAGGIO 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Discoteche dimenticate,
pronte a reinventarsi

facebookStampa la pagina invia la pagina

Discoteche dimenticate,<br> 
pronte a reinventars

Ristoranti al chiuso, palestre, piscine, centri commerciali, matrimoni... le riaperture sono state fissate per tutte le categorie economiche, tranne una: le discoteche. Dopo 15 lunghi, lunghissimi mesi i locali di intrattenimento ancora non vedono la luce. I rappresentanti di queste attività si sentono dimenticati: senza certezze non è più possibile andare avanti. «In questi mesi abbiamo chiesto più volte al Comitato Tecnico Scientifico e al Governo di essere ascoltati, ma non abbiamo mai ricevuto risposta – le parole di Fabio Facchini, Presidente Silb Vicenza -. Se non riapriamo, corriamo il rischio che i nostri giovani durante l'estate cerchino mete alternative all'estero visto che in Italia l'Intrattenimento non sembra poter essere garantito».
Sono una trentina le discoteche nel territorio vicentino, e più di qualcuna, dopo 15 mesi di stop, rischia di chiudere definitivamente. La salvezza di questi locali di pubblico spettacolo pare essere appesa a un filo. I gestori chiedono di ripartire entro l'estate. Se questo non dovesse avvenire, in molti potrebbero decidere di reinventarsi: c'è chi sta valutando, già dal 7 giugno, di riconvertire le piste in bar e ristoranti.


nr. 21 anno XXVI del 23 maggio 2021



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar