NR. 25 anno XXVI DEL 20 GIUGNO 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

La superciclabile
nel nome del Palladio

facebookStampa la pagina invia la pagina

La superciclabile<br>
nel nome del Palladio

Due province. 8 comuni. 33 chilometri. Oltre 50 milioni di investimento.
La più grande autostrada della mobilità sostenibile. La prima in Veneto.
È la superciclabile Vicenza-Padova. Non più un sogno per i sindaci di Vicenza, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Padova, Rubano, Mestrino e Veggiano. La posa della prima pietra, a Grisignano, con la firma ufficiale del protocollo che porterà nei prossimi 3 mesi ad un’analisi puntuale sulle potenzialità economiche, ambientali e culturali dell’opera.
«Non una semplice infrastruttura ciclistica», l'ha definita Stefano Lain, primo cittadino grisignanese e padrone di casa, bensì «un'opera che si integrerà con il trasporto locale», ovvero «un'infrastruttura strategica per i pendolari». L'obiettivo è quello di permettere ai cittadini padovani e vicentini di lasciare la macchina in garage il più possibile, costruendo qualcosa di «innovativo rispetto alle ciclabili», a favore della mobilità sostenibile e «in armonia con l'ambiente circostante».
La superciclabile, pensata non solo per le bici, ma anche per monopattini e pedoni, sarà dunque più sicura di una classica ciclopedonale, essendo larga minimo tre metri e mezzo e non avendo interruzioni, godendo infatti del diritto di precedenza negli incroci.
«Dobbiamo avere coraggio e visione - le parole di Fabio Bui, presidente della Provincia di Padova -, il futuro lo dobbiamo pensare insieme perché da soli non possiamo fare molto. Questa sarà un'autostrada del benessere, che permetterà anche una nuova vocazione turistica».
 «Si tratta di un'infrastruttura dai costi importanti - ha dichiarato Sabrina Doni, sindaco di Rubano e delegata alla mobilità per la Provincia padovana -. Una volta completato lo studio, conosceremo i benefici dell'opera e potremo chiedere dei finanziamenti».
E così l’autostrada della mobilità sostenibile andrebbe a collegare le stazioni ferroviarie, i centri commerciali, l’autostrada, ma soprattutto 8 comuni e due provincie, scrigni unici di cultura e natura.
Potrebbe essere proprio Andrea Palladio il filo conduttore che lega le storie dei vari comuni. Il grande architetto nato a Padova ma padre dei gioielli architettonici di Vicenza. E così proprio a lui potrebbe essere intitolata la super ciclabile.


nr. 25 anno XXVI del 20 giugno 2021

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar