NR. 41 anno XXVI DEL 6 NOVEMBRE 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

“Baby Gang da fermare,
lavorino per il Comune”

facebookStampa la pagina invia la pagina

“Baby Gang da fermare,<br>
lavorino per il Comune

Un’aggressione in piena regola. Anzi due. Una in Piazza Castello e l’altra in Piazza San Lorenzo. Vittime del branco degli studenti 14enni. I loro aggressori, dei coetanei. E così la sera di halloween trasforma in un ring il centro città.
In Piazza Castello il primo agguato. Il ragazzino ha raccontato di essere stato accerchiato da una dozzina di ragazzi mai visti prima. Colpito con violenza, senza un motivo, sarebbe stato anche derubato del cellulare. Riportando anche una frattura alla spalla. La stessa baby gang sarebbe poi entrata in azione, qualche metro più in là, in Piazza San Lorenzo. Anche qui stesso copione, il branco avrebbe attaccato briga con i coetanei, che stavano recuperando le loro biciclette, e poi l’aggressione. Anche qui senza un perché.
Gli investigatori sono sulle tracce della baby gang responsabile, secondo le prime ricostruzioni, di entrambi gli agguati. Sarebbero i soliti noti alle forze dell’ordine, quelli che qualche mese fa avevano aggredito degli autisti di Svt.
“Ho immediatamente segnalato la questione non solo al prefetto e al Comitato provinciale ordine e sicurezza, ma anche al Governo e ai parlamentari vicentini. - afferma con forza il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco - Esiste un problema di serio disagio sociale che rischia di dilagare. Ci sono episodi ricorrenti non solo a Vicenza, ma anche a Bassano, a Schio, come del resto in numerosi centri italiani. Prima che la situazione degeneri si deve agire con fermezza.
Il comune è pronto anche a rendersi parte attiva nel reinserimento di questi ragazzi problematici, che devono essere accompagnati in un percorso di recupero – sottolinea Rucco - anche indirizzandoli a lavori socialmente utili.
Il sindaco Rucco ha inoltre contattato alcuni parlamentari perché portino all’attenzione del Governo la difficile situazione che anche Vicenza sta vivendo. È già partita la prima interrogazione dell’onorevole vicentino Pierantonio Zanettin.


nr. 41 anno XXVI del 6 novembre 2021

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar