NR. 05 anno XXVII DEL 26 MARZO 2022
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Allarme siccità, Viacqua:
“Una situazione drammatica”

Viviamo uno degli inverni più secchi di sempre. I fiumi e le falde sono quasi ai minimi storici: è allerta siccità

facebookStampa la pagina invia la pagina

Allarme siccità, Viacqua:<br>
“Una situazione dra

Il cambiamento climatico è un problema forse meno “evidente” di altri ma non per questo meno grave. Diversi fiumi e corsi d'acqua sono in secca, le giornate di pioggia di quest'anno si possono contare sulle dita di una mano. A preoccupare sono anche le falde che hanno raggiunto livelli vicini al minimo storico. «Mai così basse dal 2003. Siamo un metro sotto la media storica, dal 1956 fino ad ora». A fare il punto della situazione è Paolo Ronco, Responsabile ricerca, innovazione e sostenibilità di Viacqua. «La situazione è drammatica. Siamo a meno 52% di pioggia a febbraio rispetto alla media degli ultimi quarant'anni». Le portate dei fiumi del nostro territorio hanno registrato, nel periodo che va da ottobre dell'anno scorso ad oggi, una diminuzione del 40%. «Questo è il volume di acqua che non è infiltrato in falda e che non ha ricaricato le nostre preziose sorgenti di acqua potabile», aggiunge Paolo Ronco. Il pensiero è rivolto anche e soprattutto all'estate poiché le riserve di acqua potabile, rappresentate dalla neve in montagna, sono nettamente inferiori alla media. «Adesso – continua il responsabile di Viacqua - abbiamo meno un metro e mezzo di neve che dovrebbe esserci sopra i 1.600 metri di quota. Questa è la nostra banca dell'acqua per il periodo estivo, periodo in cui i consumi aumentano considerevolmente». Una situazione drammatica di siccità che se non dovesse migliorare potrebbe portare all'attivazione di misure di emergenza come le autobotti.

 

nr. 04 anno XXVII del 19 marzo 2022



Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar