NR. 11 anno XXVII DEL 21 MAGGIO 2022
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

50 anni di Neurochirurgia,
Olimpico in festa

Nel 50esimo anniversario della fondazione del reparto di Neurochirugia dell'ospedale San Bortolo al Teatro Olimpico si è ripercorso, attraverso la voce dei tanti protagonisti, una realtà sanitaria fatta di dedizione e progresso scientifico

facebookStampa la pagina invia la pagina

50 anni di Neurochirurgia,<br>
Olimpico in festa

Ricorre quest’anno il 50° Anniversario della fondazione del Reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza, reparto fondato nel 1972 e nel tempo diventato un’eccellenza, all’avanguardia nella tecnologia e nelle pratiche chirurgiche. Per celebrare l’avvenimento, il 6 maggio nello straordinario scenario palladiano del Teatro Olimpico, è stato ripercorso, attraverso la voce di tanti protagonisti, questa emozionante storia sanitaria fatta di servizio, assistenza, progresso scientifico, sviluppo tecnologico e dedizione professionale di centinaia di operatori succedutisi nel tempo. Accanto ai medici, agli infermieri e alle autorità uno speciale momento sarà dedicato alle testimonianze dei pazienti, per scoprire una vicenda umana piena di speranze nella lotta alla malattia.

La conduzione è stata curata dal giornalista Franco Pepe accompagnato dalle note del pianoforte del maestro Paolo Zanarella noto come il pianista Fuoriposto. L’evento ha avuto il Patrocinio del Comune di Vicenza e dell’Ulss 8 Berica.

Il programma è stato arricchito dalla lectio magistralis del Professor Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del Farmaco e docente emerito di Virologia all'Università di Padova, che porterà un contributo sul tema ‘La pandemia Covid19, virologia o rappresentazione?’.

Cuore dell’evento l’intervento del Dott. Lorenzo Volpin, attuale Direttore di Dipartimento Strutturale di Neuro-Scienze e Direttore di Neurochirurgia 1 di Vicenza, che ha raccontato del Modo di essere un neurochirurgo. Persone, risultati, tecnologie, progetti e il vivere un intervento il giorno prima. Il viaggio dell’uomo all’interno del cervello’. Ripercorriamo questi 50 anni come segno di gratitudine verso tutti coloro che hanno contribuito a questa preziosa evoluzione medica e umana. – commenta il Dott. Volpin – Credo fortemente nel patrimonio di questo reparto e nelle persone che vi lavorano, nella convinzione che tutto questo crescerà negli anni avvenire, ricordando che si agisce sempre per la cura e il benessere del paziente”.

Sul palco e tra il pubblico figure storiche della neurochirurgia e della neurologia vicentina, un ricordo particolare è stato dedicato al primo direttore il Professor Antonio Benedetti insieme ai suoi famigliari e all’ex collega Dott. Costantino Carbonin. La visione del reparto si poggia saldamente sull’esperienza ma guarda al futuro, su questo tema interverranno i neurochirurghi Gianpaolo De Luca, Massimo Piacentino e Giacomo Beggio insieme ai portavoce dello staff infermieristico, gli strumentisti di sala operatoria e i referenti della segreteria.

Gli stessi artisti, che hanno reso ancora più piacevole la celebrazione, sono legati alla neurochirurgia vicentina: Davide Perpenti, che ne è stato coordinatore infermieristico è cantante lirico per passione e intonerà alcune opere, Alberto Zangini ex operatore sanitario ora designer, ha curato l’immagine e il logo grafico e Federico Pengo videomaker della sala operatoria ha realizzato l’emotional clip valorizzando anche le foto storiche dell’archivio fotografico Boraccino di Vicenza.

 

nr. 10 anno XXVII del 14 maggio 2022

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar