NR. 41 anno XXVIII DEL 25 NOVEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Lungo la strada del sesso

Abbiamo trascorso una notte al seguito dei carabinieri lungo la Regionale 11 dove è fiorente il mercato della prostituzione, che si divide i chilometri tra varie etnie

di Tiziano Bullato

facebookStampa la pagina invia la pagina

Lungo la strada del sesso

Da settimane il cielo si stava mantenendo grigio, chiuso. Eppure da settimane non pioveva. Oggi sì. Piove in maniera battente, insistente, grosse gocce che si schiantano sulle piante di rose che qualcuno ha piantato nel pezzettino di terra che c'è davanti alla caserma dei carabinieri di Montecchio Maggiore. Sono le dieci di sera e noi stiamo aspettando che da Valdagno arrivino il tenente Giacomo Gandolfi e un paio dei suoi uomini per partecipare ad un controllo notturno antiprostituzione. Qui si tratta di un servizio quasi di routine, ma stasera c'è qualcosa di nuovo: noi. Una telecamera e un giornalista.
«Stasera avremo la collaborazione di una televisione – spiega il tenente nel briefing ai suoi uomini – e per questo abbiamo una autorizzazione scritta del comando generale dell'Arma da Roma. È tutto in regola, cerchiamo di lavorare come sempre in sicurezza e di far lavorare anche i giornalisti ». È un buon modo di cominciare e poi i carabinieri che saranno con noi li conosciamo da tanto tempo, beviamo un caffè per tenerci svegli alla macchinetta della caserma, offre il brigadiere.
Prima ancora di cominciare una cosa va detta ben chiara: qui i carabinieri conoscono le prostitute una per una, sanno dove battono, quanto prendono, da dove vengono, se hanno protettori oppure no. I servizi sulla prostituzione non sono una novità e la mappa va solo aggiornata, non certo conosciuta.

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar