NR. 13 anno XXVI DEL 28 MARZO 2021
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Cevese: si cerca un erede

di Gianni Giolo
giolo.giovanni@tiscali.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Cevese: si cerca un erede

Un patrimonio prezioso

Non ci facciamo soverchie illusioni che questo appello sia recepito: siamo tuttavia convinti che qualche giovane potenzialmente capace di raccogliere l'eredità del prof. Cevese, di seguire il suo esempio di rettitudine etica, che sorreggeva la competenza estetica, esista. Si tratta di una eredità preziosa per Vicenza e il Veneto, ma non solo. Il Bello non ha confini.


Oltre i limiti


L'erede dovrebbe riconoscere, come sosteneva Cevese, che la Vicenza, la città del Palladio  di oggi,  è brutta perché piena di brutture urbanistiche che Cevese ha sempre criticato talvolta con parole dure e infuocate. «Gemme moderne o ultramoderne - scriveva Renato Cevese nel 1999 - "impreziosiscono" la città antica e la sua periferia. I progetti esaminati dalle Commissioni nel corso di decenni, dal 1950 ad oggi, evidentemente piacquero e furono approvati dalle varie Giunte. Progetti rivelatori nella maggior parte dei casi di incultura, di insensibilità, di incapacità di capire il contesto urbano nel quale essi si sarebbero dovuti tradurre in realtà concrete. Sta di fatto che la città s'è imbruttita oltre i limiti tollerabili».


Le parole di Variati


Scrive il sindaco Achille Variati, nell'introduzione al volume: «Vicenza non sempre ha saputo ascoltare la voce di questo incrollabile maestro e testimone, la cui generosità intellettuale ha lasciato, sempre nella nostra città, eredità impagabili, come un centro studi architettonici noto in tutto il mondo e una prima mostra in Basilica cui tuttora si fa riferimento per promuovere la figura e le opere di Andrea Palladio. Questo volume, che di Renato Cevese raccoglie vari e pregiatissimi scritti, serva a tenere accesa la fiaccola della Bellezza e della Memoria in un presente dominato dalla volgarità e dal troppo facile oblio. Sperando che nuovi teodofori, forti e resistenti come lui, la sappiano al più presto raccogliere».


26 gennaio 2010

« ritorna

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar