NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Preti “contro” danno voce alle istanze dei cittadini

Due questioni importanti per le Comunità a San Lazzaro e Novoledo hanno trovato come interpreti non politici due parroci di città e provincia

di Luca Faietti
faiettil@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Preti “contro” danno voce alle istanze dei cittadi

Preti “contro” in nome di Dio, o meglio, del Creato! I parroci di alcune realtà del vicentino si sono fatti parte attiva per dare voce alle esigenze dei loro parrocchiani ed a quelle che sono battaglie in corso su questioni strettamente legate al territorio di appartenenza. Preti coraggio che sfidano il potere? Non è proprio così, caso mai preti che hanno il coraggio di dare voce ad istanze che altrimenti rischierebbero di passare inosservate o di passare in secondo piano.

Preti “contro” danno voce alle istanze dei cittadi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)Parliamo dell'esempio di don Pino Arcaro di San Lazzaro [a destra] e di don Francesco Meneghello parroco di Novoledo.

Partiamo da San Lazzaro e dall'idea della amministrazione comunale di realizzare una pista per la guida sicura nel vecchio campo da calcio di via Bellini. Perché non farlo nella vicina piastra di cemento lasciata al degrado si sono chiesti i cittadini del luogo ed hanno investito del ruolo di interlocutore con il Comune il parroco che si è subito attivato tanto da incontrare qualche giorno fa il sindaco Achille Variati, l'assessore allo Sport Umberto Nicolai ed il consigliere delegato alla Mobilità Claudio Cicero. Ma andiamo alla fonte dell'iniziativa del Comune.

L'iniziativa guida sicura era approvata dalla giunta del comune di Vicenza nel novembre 2009 su proposta dell'assessore Ennio Tosetto ed aveva poi conosciuto un lungo rallentamento e più recentemente una inversione di marcia, perché la struttura che servirà per formare l'educazione stradale degli alunni delle scuole elementari e medie non verrà realizzata più nel vecchio campo da calcio di san Lazzaro, ancora per qualche anno in uso ad una società sportiva dilettantistica «Ma - come spiegava il consigliere delegato alla Mobilità Claudio Cicero che ha ereditato l'iniziativa - verrà utilizzato l'ampio spazio vicino alla piastra della grande area a parchegPreti “contro” danno voce alle istanze dei cittadi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)gio di Via Bellini nelle vicinanze dello stadio del Baseball. Con circa 50 mila euro potremo realizzare la pista di guida sicura, acquistare la segnaletica, ma anche modificare l'impianto di illuminazione e, lasciando gli spogliatoi a disposizione del campo da calcio, allestire un prefabbricato ove realizzare l'aula studio».

Cicero non ha nascosto che l'idea potrebbe trovare sbocchi ulteriori, nella realizzazione ad esempio di una vera e propria pista di guida sicura magari a Vicenza Est nei campi di proprietà dell'Ipab: «Anche se in questo momento è tutto bloccato e la Regione non ci dà questo tipo di possibilità».

Il Comune aveva pensato anche di ampliare l'area, ma non era possibile occupare la vicina zona a bosco appena avviata dalla Forestale, anche se già in condizione non proprio impeccabile. «Stiamo altresì pensando, con il collega dello sport Nicolai - spiegava tempo fa l'assessore Dalla Pozza [a sinistra] da cui Cicero ha ereditato la questione peraltro da quest'ultimo lanciata durante l'amministrPreti “contro” danno voce alle istanze dei cittadi (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)azione Hüllweck - di rimettere in funzione la piastra polivalente dei Pomari, con un investimento di poche migliaia di euro si può ricavare un campo da calcetto e uno da pallavolo e sistemare la casetta in legno da utilizzare come chiosco bar, a quel punto si potrebbe pensare di inserire anche questi impianti nel bando per la gestione della pista di guida sicura che penso possa essere pronta quanto prima».

Una serie di considerazioni che hanno però fatto scattare la voglia di chiarezza nei cittadini della zona. «Il sindaco ci ha spiegato l'intenzione del Comune e abbiamo un incontro ulteriore in calendario per definire una volta per tutte la situazione - spiega don Arcaro - Presumo che l'intenzione sia quella di continuare con questo progetto, ma era importante condividere questa questione con gli abitanti e non vedercela calare dall'alto. Variati Cicero e Nicolai hanno ascoltato le nostre istanze e le nostre preoccupazioni. Da una parte la preoccupazione riguarda il fatto che si è andato a toccare un luogo identitario, che fa parte della nostra storia, come l'area del campo da calcio. Dall'altra c'è il timore che la scuola di guida sicura sia fonte di disagio e di rumore per gli abitanti. Il sindaco ci ha rassicurati su questi aspetti. Abbiamo anche capito che non sarà possibile spostare il tutto dove attualmente c'è la pisatra, luogo attualmente abbandonato e degradato. L'amministrazione si è impegnata a trovare altri luoghi dove eventualmente collocare l'iniziativa. Vedremo. Le due squadre di calcio comunque continueranno a svolgere lì la loro attività, su questo non ci sono stati dubbi afferma don Arcaro - Abbiamo chiesto anche delle compensazioni chiedendo alla amministrazione comunale di prendersi cura della piastra. Lo spazio può essere messo a verde, possono essere realizzati aree sportive attrezzate ed aperte a tutti. Ci tengo a precisare che il mio ruolo è stato di aprire alle possibilità di dialogo».

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar