NR. 43 anno XXVIII DEL 23 DICEMBRE 2023
la domenica di vicenza
google
  • Newsletter Iscriviti!
 
 

Scocca l’ora dei patti prematrimoniali

Un disegno di legge a firma Filippi è stato depositato in Parlamento: servirà a diminuire le liti per separazioni e divorzi. Si potrà scegliere anche di rinunciare al divorzio

di Tiziano Bullato
bullatot@tvavicenza.it

facebookStampa la pagina invia la pagina

Scocca l’ora dei patti prematrimoniali

Patti chiari... amiciScocca l’ora dei patti prematrimoniali (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)zia lunga! Mai come nel caso del matrimonio questo vecchio detto sembra trovare la sua intima ragione di essere. Ma se nei paesi di diritto anglosassone ormai da decine di anni esiste un istituto particolare che va sotto il nome di “prenuptial agreement”, in Italia i patti prematrimoniali non hanno mai trovato cittadinanza giuridica. Per mettere una pezza a questo tipo di mancanza arriva adesso un disegno di legge che ha come primo firmatario il senatore leghista vicentino Alberto Filippi [a sin.] che, assieme a Garavaglia e Mazzatorta hanno depositato lo scorso 18 marzo una articolata proposta che va sotto il nome di “Modifiche al codice civile e alla legge 1° dicembre 1970, n. 898, in materia di patti prematrimoniali.

«Introdurre un simile istituto nell'ordinamento italiano – spiega Filippi – potrebbe risolvere l'annoso problema dei tempi del processo di separazione e divorzio, uno dei motivi delle difficoltà della magistratura e del malcontento dei coniugi coinvolti».

Si parte dalla rilevazione dello stato di fatto: negli ultimi tredici anni, le separazioni e i divorzi sono in continua crescita. Nel 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni mille matrimoni. Rispetto a quella data le separazioni sono praticamente raddoppiate, oggi, e i divorzi sono aumentati di oltre una volta e mezza. L'età media alla separazione è di circa 45 anni per i mariti e di 41 anni per le mogli, una età che è leggermente maggiore in caso di divorzio, anche per effetto della posticipazione delle nozze verso età più mature.

Il 70,8 per cento delleScocca l’ora dei patti prematrimoniali (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica) separazioni e il 62,4 per cento dei divorzi hanno riguardato coppie con figli e fino al 2005 ha prevalso l'affidamento esclusivo dei figli minori alla madre. La legge 8 febbraio 2006, n.54, ha introdotto l'istituto dell'affido condiviso e dal 2008 in avanti il 78,8 per cento delle separazioni con figli si è conclusa con affido condiviso, contro il 19,1 per cento di quelle con figli affidati esclusivamente alla madre.

È l'istituto di statistica nazionale, l'ISTAT, a mostrare come l'instabilità coniugale abbia andamenti molto diversi a seconda del territorio: nel 2008 si va da un valore minimo di 186,3 separazioni per mille matrimoni che si registra al Sud, al massimo osservato nel Nord-Ovest di 363,3 separazioni per mille matrimoni.

Per quello che riguarda l'aspetto economico del problema ci sono dati rilevati da una indagine dell'Associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatori, Adoc, secondo la quale le coppie che affrontano una separazione o un divorzio arrivano a spendere fino a 23 mila euro, considerando che la spesa minima per una separazione consensuale è di tre mila e 300 euro.

«Una rilevaScocca l’ora dei patti prematrimoniali (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)nte conseguenza dell'introduzione degli accordi prematrimoniali nella normativa italiana – spiega ancora Alberto Filippi – è costituita dall'incremento della tutela del superiore interesse dei figli minori, o disabili di maggiore età, coinvolti in questi contesti. Del resto occorre deflazionare il carico di lavoro dei tribunali, attraverso una riforma del diritto di famiglia che introduca nel nostro Paese i patti prematrimoniali, la cui applicazione eviterebbe il processo o, almeno, ne ridurrebbe i tempi e i costi, a tutto vantaggio del cittadino e delle stato. Non si può trascurare – conclude Filippi – che attualmente non poche separazioni avvengono in forma conflittuale, condizionando in maniera negativa i rapporti fra gli ex coniugi e fra questi e i figli della coppia».

continua »

Come installare l'app
nel tuo smartphone
o tablet

Guarda il video per
Android    Apple® IOS®
- P.I. 01261960247
Engineered SITEngine by Telemar